Comprare azioni Apple

Valutazione: 4.44 32 voti
 

I titoli della società Apple sono senza alcun dubbio i più popolari al mondo. Chi non conosce, infatti,  l’incredibile ascesa sociale del suo dirigente e fondatore scomparso all’apice della sua gloria, Steve Jobs? Ma rassicuratevi: è ancora possibile acquistare delle azioni Apple nel mercato borsistico speculando sull’evoluzione della loro quotazione. Per fare ciò, dovete prima di tutto conoscere il funzionamento e la storia di questa società e dei suoi numerosi servizi e prodotti nonché, ovviamente, le sue prospettive.  

 

Presentazione generale della società Apple

La società Apple è, in realtà, conosciuta sotto il nome di Apple Inc. ma il suo primo nome era Apple Computer Inc. Si tratta di un’impresa multinazionale creata nel 1976 da due soci americani, Steve Jobs e Steve Wozniak. Il settore di attività di Apple è l’ideazione di prodotti informatici quali PC o software.

Questa società ha dato origine, anni fa, al celebre Macintosh, poi, più recentemente, a dei terminali mobili come l’IPod, l’IPhone e l’IPad. È anche all’origine dell’applicazione ITunes.

Ad oggi Apple raggruppa oltre 60.000 impiegati nel mondo e realizza un volume d’affari superiore a 100 miliardi di dollari con oltre 362 Apple Stores in oltre 12 paesi tra i più importanti.

È anche importante notare che nel 2012 Apple è stata la società che ha realizzato la maggior capitalizzazione borsistica nel mondo.

 

I principali concorrenti di Apple

Il gruppo Apple affronta numerosi concorrenti legati al tipo di prodotto commercializzato pur rimanendo, ad oggi, il leader del mercato in vari settori come quello della telefonia mobile o dei tablet grazie ai celebri IPad. È tuttavia interessante conoscere i suoi principali concorrenti per tener conto della loro evoluzione nel contesto delle proprie analisi.

Nell’ambito degli Smartphone i suoi principali concorrenti sono:

Nell’ambito dei computer le marche che utilizzano il sistema operativo Windows sono i principali concorrenti del gruppo Apple. Tra loro principalmente Microsoft che sfrutta direttamente Windows.

Nell’ambito delle apparecchiature audio connesse portatili, Apple detiene ancora il 70% del mercato ma subisce tuttavia la concorrenza di alcuni grandi gruppi quali: 

 

I principali partner di Apple

Nel corso della sua storia recente, Apple ha saputo stringere dei partenariati con imprese quotate in Borsa per sviluppare la propria attività.

In particolare con Cisco, con cui il gruppo Apple si è associato per sviluppare soluzioni d’impresa. L’obiettivo è ovviamente di sviluppare la rete iOS in seno alle grandi imprese aiutandosi con le competenze di rete e sicurezza di Cisco.

Apple si è associata anche con il costruttore informatico IBM in un partenariato mirante a trasformare le soluzioni mobili d’impresa. Come con Cisco, l’obiettivo per Apple è in questo caso di sviluppare la propria presenza nell’ambito professionale, che è la sua principale lacuna al momento. Ricordiamo che Apple è attualmente uno dei leader in particolare  nel mercato rivolto ai privati.

Non è escluso che Apple possa creare prossimamente altri partenariati con imprese concorrenti o complementari.

 

Alcuni consigli per trattare l’azione Apple

È quindi ancora una buona scelta investire sui titoli della società Apple perché il volume d’affari di questa società continua a salire, malgrado la concorrenza sempre più feroce. A tal fine potete optare per un investimento a lungo termine acquistando delle azioni di questa società attraverso dei prodotti bancari come i Piani di Risparmio in Azioni o i conti-titoli. Percepirete così dei dividendi calcolati a partire dai guadagni della società e dalle parti che voi detenete.

Ma potete anche scegliere di speculare su periodi più brevi giocando sui movimenti a breve termine del valore di questi titoli sul mercato borsistico. Il che è reso possibile dai CFD dei broker online che vi permettono di speculare, al rialzo o al ribasso, sulle fluttuazioni del mercato.

Per anticipare i movimenti della società Apple, conviene ovviamente sorvegliare il mercato Nasdaq, sul quale le azioni sono quotate, e le informazioni relative alle novità legate alla società, alle sue innovazioni ed al suo volume d’affari.

 

Analisi storica della quotazione delle azioni Apple

É sufficiente interessarsi da vicino ai grafici storici della quotazione delle azioni Apple per comprendere l'origine dell'interesse suscitato da questo titolo. Infatti dal 2005 il prezzo di queste azioni non ha fatto che aumentare nel contesto di una tendenza lunga estremamente volatile. É molto raro poter osservare sul mercato borsistico una progressione analoga.

Osservando i grafici più da vicino, si nota che questa progressione è marcata da numerosi micromovimenti al rialzo e al ribasso. Il primo picco al rialzo lo si osserva nel dicembre 2007 a 28,55 € ed è immediatamente seguito da una correzione al ribasso fino a 17,80 € nel febbraio 2008. Un secondo picco a 26,96 € viene raggiunto nel maggio dello stesso anno prima di un nuovo ribasso a 12,19 nel marzo 2009.

A partire da questa data e fino a settembre 2012 la tendenza al rialzo accelera raggiungendo il livello di 100,10 $. Subito dopo questo movimento una correzione al ribasso ha fatto crollare la quotazione a 56,58 $  nel luglio 2013. Da allora il titolo segue una tendenza al rialzo forte e stabile.

 

Storico economico della società Apple e le differenti acquisizioni di questa società

Tutte le grandi società quotate in Borsa hanno costruito il loro successo su delle strategie economiche tese ad acquisire altre società per aumentare i propri profitti e la società Apple non fa eccezione alla regola. Questa strategia ha permesso alla società di allargare il numero dei propri utenti e di innovare sviluppando nuove tecnologie sempre più moderne ed utili.

Tra le grandi società che sono state assorbite dalla Apple si annoverano in particolare NeXT, P.A Semi, Siri e Beats Electronics.

Ma è soprattutto ad agosto 2016 che il gruppo realizza uno dei suoi acquisti più interessanti. Acquisisce infatti per 200 milioni di dollari la società Turi, basata a Seattle. La società Turi è infatti specializzata nell’intelligenza artificiale e più precisamente in un ramo che si occupa dell’apprendimento automatico denominato “machine learning”. Si tratta in realtà di una serie di algoritmi e di strumenti che permettono ai computer o ai software di imparare nel corso del loro utilizzo. Questa innovazione ha come obiettivo di analizzare il comportamento degli utenti disegnandone il profilo per proporgli delle pubblicità mirate.

Infine, a febbraio 2017, il gruppo Apple ha acquistato la società israeliana Real Face specializzata nel riconoscimento facciale.

 

Apple è diventata la prima capitalizzazione borsistica del mondo

La capitalizzazione borsistica della società Apple non ha mai smesso di crescere fin dalla prima raccolta di fondi. Ad agosto 2011, ovvero appena qualche mese dopo il lancio dell’iPad 2 da parte della casa, la sua capitalizzazione borsistica ha raggiunto i 341,5 miliardi di dollari. Questa capitalizzazione ha così superato quella della Exxon, una grande azienda petrolifera mondiale. Un anno più tardi l’ammontare della capitalizzazione di Apple si è moltiplicato per due ed è così che questa società statunitense ha battuto nel 2012 il record della più elevata capitalizzazione in Borsa con oltre 622,10 miliardi di dollari.

Prima di allora il record era detenuto dalla società Microsoft con una capitalizzazione borsistica totale di 620,58 miliardi di dollari raggiunta a dicembre 1999.

Ma non è tutto! A novembre 2014, infatti, la capitalizzazione borsistica di Apple aumenta ancora e supera la barra dei 700 miliardi di dollari, portando ancora più in alto il suo record.

 

Le nostre previsioni a medio e lungo termine sulle azioni Apple

Secondo l'opinione della maggior parte degli specialisti in analisi tecnica, la quotazione delle azioni Apple ha tutte le possibilità di continuare ad evolvere al rialzo nei prossimi anni. Si nota infatti che nello storico questa società è riuscita a mantenere una forte crescita malgrado alcuni episodi di recessione passeggera.

D'altra parte la Apple è fra le più innovative società quotate in Borsa e sembra avere davanti a sé un avvenire radioso in considerazione del sempre crescente entusiasmo da parte dei consumatori per le nuove tecnologie. É quindi logico attendersi negli anni a venire delle ulteriori innovazioni che comporteranno senz'altro delle forti tendenze al rialzo.

 

Il trading delle azioni Apple con i CFD online

I CFD sono dei contratti di trading online ideali per speculare sulla quotazione delle azioni Apple. Grazie a questi contratti potrete infatti acquistare o vendere delle azioni Apple in diretta dal mercato ed ottenere in tal modo degli utili grazie alla differenza tra la quotazione iniziale e quella finale.

Utilizzando un effetto leva avrete anche la possibilità di aumentare i vostri guadagni (ma aumenta anche il rischio di perdite) rispetto a quanto vi apporterebbe l’acquisto o la vendita di azioni con il vostro capitale.

Vi vengono anche forniti gratuitamente, da parte delle piattaforme di trading, degli strumenti di analisi.

 

Quali sono i vantaggi e i punti forti delle azioni Apple come attivi di Borsa?

Volete sapere se sia interessante prendere una posizione lunga all’acquisto sulla quotazione delle azioni Apple con i CFD? In questo caso dovete prima di tutto conoscere i vantaggi e i punti forti di questo valore ed è quanto vi proponiamo di scoprire attraverso un riassunto dei vantaggi di questa impresa statunitense.

Ovviamente il primo vantaggio del gruppo Apple riguarda la sua posizione di leader, in particolare nel mercato degli smartphones e dei tablet. Tuttavia deve condurre una battaglia feroce con alcuni principali concorrenti come Samsung che vanno sorvegliati da vicino. Ritorneremo poi su questo aspetto trattando i punti deboli di questo valore.

Un altro dei grandi punti forti della Apple riguarda invece la sua capacità di sviluppare dei margini molto importanti. Più precisamente Apple conta tra le imprese che hanno dei livelli di margine tra i più elevati del rating grazie ad un tipo di attività che è nota per essere molto redditizia e ad un’ottima padronanza dei costi di produzione. In termini generali, l’impresa Apple si distingue per l’ottima salute finanziaria e gode di una fortissima capacità di investimento, il che è promettente per il suo futuro e per la sua capacità di innovare sempre di più per conservare un posizionamento interessante. Da un punto di vista storico, il gruppo Apple ha sempre pubblicato dei risultati al di là delle attese, il che si rivela estremamente rassicurante per gli investitori.

Si nota inoltre che il titolo Apple gode del sostegno degli analisti che rivedono regolarmente le loro stime al rialzo, provocando così una tendenza alla crescita delle posizioni all’acquisto e sostenendo le tendenze di fondo al rialzo. Queste stime riguardano contemporaneamente il volume d’affari della società e il suo risultato operativo corrente. Ma queste revisioni al rialzo riguardano anche direttamente le azioni perché le previsioni di utile netto per azione sono anch’esse regolarmente rialzate grazie ad uno sguardo positivo sull’evoluzione delle attività del gruppo.

Anche la strategia messa in opera dal gruppo Apple è studiata molto bene e fa di tutto per rendere l’impresa competitiva. Questa strategia prevede infatti un’eccellente integrazione delle varie attività sul piano orizzontale come su quello verticale.

Grazie ad una strategia di marketing ben studiata, Apple propone al grande pubblico una larga gamma di prodotti di successo da numerosi anni. Ci sono dunque grandi probabilità che non si tratti soltanto di un semplice fenomeno di moda e che il gruppo riesca a mantenere un livello di richiesta elevato nei consumatori.

Ricordiamo infine che la società Apple mostra un tasso di crescita tra i più importanti del mondo dell’industria internazionale che costituisce certamente uno dei principali punti di attrazione per gli investitori.

 

Quali sono i difetti e i punti deboli delle azioni Apple in quanto attivi di Borsa?

Ovviamente, come avevamo menzionato prima, le azioni Apple non presentano soltanto dei vantaggi per i trader. Perciò prima di determinare quale strategia adottare per questi titoli, è fondamentale conoscere gli eventuali difetti di questo valore. Ecco i principali punti deboli dell’impresa Apple e del suo titolo borsistico.

Prima di tutto è molto importante capire che il titolo Apple è particolarmente ricercato dagli investitori divenendo così un valore molto speculativo. La sua reattività alle configurazioni grafiche è anch’essa molto forte e dei capovolgimenti a breve e medio termine si osservano frequentemente invitando alla massima prudenza. Si sa in particolare che un ritiro massiccio degli utili viene spesso osservato all’avvicinarsi dei grandi livelli di resistenza tecnica.

D’altra parte, sebbene la gamma di prodotti del marchio Apple riscontri un grande successo presso il grande pubblico da diversi anni, il gruppo è esposto ad una fortissima dipendenza alle sue due linee di punta, ovvero l’IPhone e l’IPad. Si potrebbe perciò rimproverare una mancanza di strategia di diversificazione che potrebbe avere delle conseguenze significative sui suoi risultati a lungo termine.

Apple propone inoltre una scarsa varietà di prezzi nella sua gamma di prodotti mirando quindi soltanto ad un segmento di mercato e non può perciò posizionarsi sul medio di gamma e ancor meno sul basso di gamma. L’impresa è dunque estremamente dipendente dal potere d’acquisto dei suoi consumatori e molto esposta agli eventi legati alla crisi economica.

Bisogna infine sottolineare che il gruppo Apple è sempre più fragilizzato da una forte concorrenza. Il rischio rappresentato dal suo principale concorrente, Samsung, è ovviamente già ben noto ma bisogna ormai tener conto anche di altra concorrenza proveniente dall’Asia come il coreano Huawei che, oltre a proporre dei prodotti tecnologicamente di pari qualità ed innovativi, li commercializza a prezzi più abbordabili.

 

Alcuni consigli per realizzare una buona analisi fondamentale delle azioni Apple

Per mettere tutte le possibilità dalla propria parte, bisogna essere in grado di realizzare un’analisi fondamentale completa delle azioni Apple e per farlo bisogna tenere conto in particolare dei punti seguenti:

  • Lo sviluppo dell’offerta del gruppo destinata ai professionisti
  • La sua capacità di diversificare con un posizionamento più accentuato sui prodotti di gamma media.
  • La sua capacità di posizionarsi in alcuni paesi emergenti che gli rimangono ancora difficili da raggiungere a causa di una concorrenza di prezzo molto forte.
  • Apple potrebbe anche doversi confrontare sempre di più a degli “scandali” pubblici che attaccano i suoi metodi finanziari e la sua strategia di marketing molto aggressiva. Questi effetti annuncio possono effettivamente avere un impatto negativo diretto sul prezzo del suo titolo borsistico.
  • Infine e in termini generali, Apple dovrà evitare le trappole dei suoi nuovi concorrenti riadattando la sua strategia o innovando ancora di più.

Ovviamente una buona analisi tecnica è anch’essa necessaria perché la vostra strategia sia valida.

Trattare sulle azioni Apple senza problemi

È oggi possibile trattare le azioni Apple da casa vostra. Grazie alle piattaforme di trading online messe a disposizione dei privati, potrete infatti prendere posizione su questo tipo di titoli borsistici.

Investire sulle azioni Apple!*
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 80.6% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.