NVIDIA

Analisi della quotazione delle azioni Nvidia

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Per realizzare una buona analisi della quotazione delle azioni Nvidia, ecco alcune spiegazioni indispensabili su questo titolo. Troverete in particolare, oltre al loro corso in diretta, un’analisi tecnica storica dettagliata.

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Il lancio di nuovi prodotti che possono permettere all’azienda di conquistare nuovi clienti o di fidelizzare la clientela esistente, senza contare gli introiti generati dallo sfruttamento dei brevetti.

Analisi n. 2

Il settore delle nuove tecnologie mobili, con in particolare i processori Tegra pienamente adatti ai sistemi Android, è attualmente in costante crescita e potrebbe infine permettere a Nvidia di prendere posizione su questo mercato.

Analisi n. 3

Infine, bisogna seguire da vicino le varie acquisizioni dell’azienda in settori strategici che potrebbero permettergli di aumentare le sue quote di mercato, sviluppare una gamma di prodotti più larga o ridurre i costi di produzione.

Analisi n. 4

Una concorrenza sempre più aggressiva da parte dei grandi marchi dell’informatica che potrebbe fargli perdere ulteriori quote di mercato.

Analisi n. 5

Da seguire inoltre la salute economica mondiale che è un indicatore importante per le attività del gruppo. Infatti, l’attuale rallentamento dell’economia e le fluttuazioni finanziarie pesano molto sulle vendite di Nvidia.

Analisi n. 6

Infine, bisogna tenere d’occhio l’attuale fenomeno di contrazione sul mercato finale e la sua evoluzione.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società Nvidia

Il gruppo statunitense Nvidia è attualmente leader internazionale della progettazione, sviluppo e vendita di processori grafici programmabili. Propone principalmente processori informatici grafici e multimediali ma anche dei processori mobili ed altri prodotti similari. Sviluppa inoltre dei software sotto il marchio ForceWear. Il gruppo Nvidia realizza la maggior parte del proprio volume d’affari negli Stati Uniti nonché a Taiwan, in Cina, in Asia Pacifica ed in Europa.

Il gruppo Nvidia inizia la sua avventura per opera di tre imprenditori, Jen-Hsun Huang, Chris Malachowsky e Curtis Priem, che nel 1993 hanno fondato la società con sede in California. La produzione è stata subito incentrata su una gamma di processori grafici per PC. Nel 1999 le vendite di processori grafici hanno raggiunto i dieci milioni di pezzi e la società NVIDIA, nello stesso anno, è stata quotata al NASDAQ. Nel 2000 i progetti di sviluppo contemplano l’acquisizione dell’azienda concorrente 3dfx. Dal 2006 il gruppo NVIDIA conquista il terzo posto del mercato globale delle schede video. Nel 2008 prosegue l’espansione con l’acquisizione di Ageia Technologies, specializzata in componenti hardware per videogiochi.

La forza del gruppo NVDIA è nell’innovazione, la ricerca e lo sviluppo di processori grafici (GPU) che hanno rivoluzionato il computing. La GPU è oggi una parte fondamentale di qualunque tipo di tecnologia e il gruppo NVIDIA sta infatti sempre più orientando il proprio business verso il computing basato su intelligenza artificiale (robot, autoveicoli, elettrodomestici…).

Non solo PC, Xbox e Playstation 3 dunque: i processori grafici, schede madri e altri componenti multimediali NVIDIA sono destinati a ricoprire un ruolo importante nel futuro della tecnologia mondiale.

Analisi della quotazione delle azioni Nvidia
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

Una buona conoscenza del contesto concorrenziale del gruppo NVidia è ovviamente indispensabile se si vogliono condurre analisi valide del suo titolo. Ecco, quindi, una rapida presentazione dei suoi attuali avversari principali.

AMD

Il gruppo Advanced Micro Devices è un produttore statunitense di semiconduttori, microprocessori e schede grafiche. Attualmente è tra i 10 maggiori produttori mondiali di semiconduttori ed è uno dei principali produttori e fornitori di microprocessori per computer ad architettura x86.

Intel Corporation

Un altro concorrente di NVidia è l’impresa statunitense Intel Corporation, che è anche il primo produttore mondiale di semiconduttori in termini di fatturato. L’azienda è specializzata in particolare nella produzione di microprocessori, schede madre, memorie flash e processori grafici. Il gruppo è quotato sull’indice azionario NASDAQ 100 ed ha una capitalizzazione di mercato tra le più importanti di questo settore.

Infineon

Questo gruppo è uno spin off di Siemens AG ed è specializzato anch’esso nel segmento dei semiconduttori. È stato introdotto in Borsa un anno dopo la sua creazione, ovvero nel 2000, ed è oggi il leader mondiale del mercato dei componenti per smart card. Infineon è uno dei maggiori produttori mondiali di chip elettronici e si colloca al sesto posto della classifica.

STMicroelectronics

Questa società, denominata anche ST, è una multinazionale franco-italiana con sede operativa nei pressi di Ginevra in Svizzera. Il gruppo progetta, produce e commercializza chip elettronici e semiconduttori ed è uno dei primi operatori a livello mondiale nella produzione di questo tipo di prodotti. Ha reintegrato l’indice di Borsa CAC 40 nel 2017 dopo esserne uscito nel 2005.

Qualcomm

Bisogna seguire con interesse anche la concorrenza del gruppo Qualcomm, un'impresa statunitense specializzata nel settore della tecnologia mobile. In particolare, la società è specializzata nella progettazione e nella realizzazione di soluzioni per le telecomunicazioni. Qualcomm è diventata una delle più grandi imprese del mondo nel suo settore di attività, ossia nello sviluppo e nella commercializzazione di processori per telefoni cellulari. Si tratta inoltre di un'impresa che non dispone di stabilimenti propri ed è anche popolare perché ha sviluppato la tecnologia CDMA.

Samsung Electronics

Sempre tra i principali concorrenti di NVidia, bisogna seguire Samsung Electronics, un’impresa coreana specializzata nella produzione di prodotti elettronici nonché una controllata al 100% del gruppo Samsung. La società conta attualmente oltre 308.000 dipendenti ed è la tredicesima società mondiale, secondo la classifica Forbes Global 2000. Samsung Electronics è inoltre la seconda società a livello mondiale del settore high-tech in termini di fatturato immediatamente dopo Apple. Il gruppo Samsung è stato per lungo tempo uno dei principali produttori di componenti elettronici come batterie agli ioni di litio, semiconduttori, circuiti integrati, memorie flash e dischi rigidi per diversi clienti come Apple, Sony, HTC e Nokia. Di recente il gruppo si è diversificato nel settore dell’elettronica.


Alleanze strategiche

Nvidia ha sviluppato dei partenariati strategici importanti che vi proponiamo di scoprire attraverso alcune spiegazioni sulle più recenti alleanze.

Ubisoft

Nel 2013 Nvidia è divenuta partner del gruppo Ubisoft per integrare le proprie innovazioni tecnologiche ad alcuni videogiochi in produzione.

Tesla Motors

Nel 2016 Tesla Motors ha fatto ricorso a Nvidia per equipaggiare i cruscotti digitali e gli schermi tattili dei propri veicoli con le schede e i processori grafici più potenti di questo marchio.

Bosch

Nel 2017 Nvidia è divenuta partner di Bosch per l’integrazione della sua piattaforma Drive PX e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale per le automobili autonome.

Volvo

Sempre nel 2017 Nvidia firma un partenariato con il costruttore di automobili Volvo per sviluppare un sistema di guida autonoma. I primi veicoli autonomi dovrebbe essere messi in circolazione nel 2021.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Gli investitori che prendono una posizione lunga sulla quotazione delle azioni Nvidia si basano ovviamente sulla propria convinzione che questa azienda ha delle buone prospettive per il futuro. Naturalmente, per convincersene è necessario confrontare i punti forti e deboli di questa azienda per determinare al meglio le sue capacità di crescita. Abbordiamo in primo luogo gli atout e i punti di forza di questa società.

Prima di tutto, il principale atout del gruppo Nvidia consiste nel suo posizionamento sul mercato mondiale. Nel suo settore d’attività, l’azienda è fortemente presente in numerosi paesi e profitta tra l’altro di un’ottima popolarità sia presso il grande pubblico che presso le industrie informatiche che fanno parte della sua clientela.

Il gruppo Nvidia beneficia anche di una grande capacità di mercato. Estende infatti le sue attività nel mondo grazie alla presenza di suoi uffici in ben 14 paesi. In tal modo può proteggersi efficacemente dalle crisi economiche locali operando in diverse economie dai profili differenti. Il gruppo realizza in particolare delle buone performance sui nuovi mercati grazie al proprio know how che gli permette di penetrare questi mercati e di impiantarvisi in maniera stabile. Questa espansione internazionale ha quindi aiutato il gruppo a crearsi delle nuove fonti di reddito e ad evitare le incertezze legate alla ciclicità dei mercati su cui opera.

Per incrementare le vendite e migliorare i risultati, il gruppo Nvidia può anche contare su una forte comunità di rivenditori. Ha infatti saputo sviluppare una vera e propria cultura presso i suoi principali distributori e rivenditori che svolgono un ruolo importante nella promozione dei suoi prodotti ed ha investito nella formazione dei venditori per vendere il massimo possibile di prodotti.

Nvidia dispone tra l’altro di una vastissima gamma di prodotti nel settore delle unità grafiche e propone quindi prodotti di livello e prezzo differenti che gli permettono di raggiungere l’insieme del mercato diversamente da alcuni dei suoi concorrenti che sono specializzati in una gamma specifica. Tra l’altro, Nvidia possiede diversi marchi che beneficiano di una grande popolarità: GeForce, Quadro, Tagra, Tesla e nForce.

Si può inoltre considerare la capacità di innovazione come un vantaggio certo del gruppo Nvidia. Operando in un settore particolarmente tecnologico può appoggiarsi sulle proprie ricerche e sviluppi per inventare nuovi prodotti con performance superiori o che rispondono a nuove esigenze. Nvidia dispone d’altra parte di un grandissimo portafoglio di brevetti che ad oggi ne annovera oltre 2.300.

Infine, è apprezzabile l’ottima situazione finanziaria di questa azienda le cui performance sono aumentate nel corso degli ultimi anni con cifre che sono ovviamente molto apprezzate da investitori e azionisti.

Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Abbiamo appena passato in rivista i numerosi punti di forza di cui dispone il gruppo Nvidia che dovrebbero garantirgli una buona redditività nel futuro ma, prima di prendere posizione all’acquisto a lungo termine su queste azioni, bisogna anche conoscere gli eventuali freni allo sviluppo e quindi le debolezze di questa società. Ecco quindi un riepilogo delle mancanze di questo valore e dei punti deboli della società Nvidia.

Per prima cosa, a causa dell’avvento dei dispositivi mobili, il gruppo ha recentemente subito un calo di vendite dei propri prodotti destinati ai computer. Contrariamente ad alcuni dei suoi concorrenti che hanno anticipato questo cambiamento nei consumi, Nvidia non è ancora riuscita a posizionarsi su questo nuovo mercato in maniera efficace.

Il gruppo subisce inoltre gli effetti di una fortissima concorrenza da parte di altre società multinazionali e si trova limitata nelle possibilità di conquistare nuove quote di mercato. Bisogna anche prendere in considerazione la concorrenza cinese che è sempre più forte nel settore specifico dei semiconduttori e che tira i prezzi verso il basso aggiungendo così una pressione supplementare.

Tra i concorrenti più minacciosi per Nvidia si possono annoverare i nuovi arrivati in settori molto specifici che costituiscono delle categorie di nicchia. Il gruppo ha così perso alcune quote di mercato perché non ha saputo adattarsi a questa nuova concorrenza.

Va anche rilevato il fatto che il gruppo Nvidia non riesce ad anticipare correttamente la domanda di prodotti e ciò la porta ad avere un tasso di occasioni perse più elevato rispetto ai suoi concorrenti. L’azienda non ha infatti saputo dimostrare la propria capacità di adattare la propria produzione alle esigenze dei suoi principali clienti provocando, inoltre, delle forti crescite degli stock e quindi delle perdite significative.

Ci si può infine anche rammaricare del fatto che il gruppo Nvidia resti focalizzato sul suo core business e che non abbia che un successo limitato in altre categorie di prodotti. Sebbene sia una delle principali aziende del suo settore, Nvidia deve quindi fare fronte a delle sfide importanti per diversificarsi in altri tipi di prodotto conservando al tempo stesso la sua attuale cultura d’impresa. D’altra parte, la mancanza di scelta nella gamma di prodotti venduti da Nvidia potrebbe fargli perdere alcuni clienti che potrebbero preferirgli un’azienda in grado di rispondere all’insieme delle loro esigenze con un’unica offerta più completa.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

Con che frequenza vengono pubblicati i risultati di NVidia?

Essendo una società quotata in Borsa, il gruppo statunitense NVidia ha l’obbligo di pubblicare regolarmente i propri conti dei risultati. Chiunque può seguire i risultati finanziari di ogni esercizio annuale, fra cui il fatturato e l’utile netto, nonché i dati relativi ai risultati trimestrali della società. Tutti questi dati sono disponibili online gratuitamente.

Su quali mercati e indici si trova la quotazione delle azioni NVidia?

La società NVidia è un’impresa statunitense quotata in Borsa che fa parte delle più grandi capitalizzazioni del paese e, come tale, la quotazione delle sue azioni avviene, in tempo reale e in continuo, sul mercato NASDAQ del NYSE. È inoltre importante notare che la società NVidia fa anche parte dell’indice borsistico di riferimento statunitense NASDAQ 100 e quindi delle 100 più grandi valorizzazioni di questa Borsa.

Qual è lo statuto giuridico della società NVidia?

Prima di cominciare a fare trading sul suo titolo in Borsa, è anche interessante conoscere lo statuto della società NVidia. Il gruppo NVidia è una società di tipo “fabless”, ovvero il gruppo progetta i propri processori in dei centri dedicati a ricerca e sviluppo ma la loro produzione è affidata a differenti aziende in subappalto.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com