SONY

Analisi della quotazione delle azioni Sony

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

È bene seguire con attenzione le performance del gruppo in alcuni segmenti nei quali è probabile che si sviluppi ulteriormente, come il settore delle comunicazioni mobili, in cui potrebbe posizionarsi di fronte ai suoi concorrenti. È necessario monitorare anche il segmento delle console di giochi, che resta un settore nel quale il gruppo Sony può svilupparsi ulteriormente.

Analisi n. 2

Naturalmente, bisogna tenere sotto controllo la concorrenza di questo settore di attività, che è molto forte e aggressiva. Vanno quindi seguiti i principali concorrenti di Sony, in particolare nei settori dell’elettronica e della telefonia mobile.

Analisi n. 3

Bisogna tenere d’occhio alcuni fattori esterni che possono influenzare il business di Sony, come le imposte e la tassazione nonché le modifiche legislative nelle aree geografiche in cui il gruppo commercializza i propri prodotti.

Analisi n. 4

La strategia dei prezzi attuata da Sony ha la sua importanza in quanto il gruppo subisce una sempre maggiore concorrenza da parte di prodotti di qualità inferiore venduti però a un prezzo molto più bassi.

Analisi n. 5

È ovviamente necessario seguire con la massima attenzione le innovazioni attuate da Sony e i suoi investimenti in ricerca e sviluppo al fine di rimanere un'impresa all'avanguardia della tecnologia.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società Sony

La società Sony Corporation è un'impresa multinazionale creata in Giappone e la cui sede si trova a Tokyo. I suoi titoli sono quotati sui mercati del NYSE e del SNE.

L'attività della società Sony si concentra sulla tecnologia in molteplici settori come l'elettronica, l'informatica, l'audiovisivo, i videogiochi, la telefonia o ancora la musica.

Questa entità internazionale ha al suo attivo un centinaio di società differenti tra le quali la sua entità italiana Sony Italia S.p.A. Nel complesso la sua attività si estende in oltre 183 paesi.

Analisi della quotazione delle azioni Sony
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

Poiché esercita diverse attività in vari settori, il gruppo Sony subisce la concorrenza di numerose società, specializzate o meno. Per analizzare meglio la quotazione delle sue azioni e le loro possibilità di evoluzione, è necessario tener conto dei risultati di queste imprese concorrenti. Ecco perciò i principali concorrenti di Sony per settore di attività.

Semiconduttori

Nell’ambito dei semiconduttori, i principali concorrenti di Sony sono Intel, Samsung e TSMC.

Schermi LCD

Nell’ambito degli schermi LCD i suoi principali concorrenti sono Samsung e LG.

Telefonia mobile

Nell’ambito della telefonia mobile, i concorrenti di Sony sono AppleNokia e Samsung.


Alleanze strategiche

Negli ultimi decenni, il gruppo Sony ha strategicamente creato delle associazioni con alcune aziende concorrenti o complementari per conservare il suo ruolo di leader del mercato.

Samsung

Nel 2004 ha stretto un partenariato con Samsung per la produzione comune di LCD in Corea tramite una joint-venture denominata S-LCD.

Toshiba

Nel 2011 il gruppo si è associato alle società Itachi, Toshiba e INCJ per la messa in comune dei mezzi di produzione di LCD.

Google

In precedenza Sony aveva anche stretto un partenariato con Google per installare l’applicazione Android nei telefoni mobili prodotti dal gruppo e dalla sua filiale Sony-Ericsson. Ericsson ha poi acquisito da Sony le sue quote in questa joint-venture nel 2011 mettendo termine al partenariato.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

La società Sony e le sue azioni di Borsa presentano numerosi vantaggi per i trader e gli investitori ma, per essere realmente in grado di prevedere in maniera coerente le future tendenze di questo titolo, oltre a tutti i suoi punti di forza dovete conoscere anche le eventuali debolezze dell’impresa che determineranno la sua capacità di generare maggiori profitti a lungo termine rendendo quindi il titolo più o meno interessante. Cominciamo quindi dall’elencare tutti i vantaggi di questa azienda per poi interessarci ai suoi difetti.

Per prima cosa, l’identità di marca di Sony è ovviamente uno dei suoi principali punti di forza. Questo marchio aziendale è infatti sufficientemente vecchio per essersi ancorato nello spirito di generazioni di clienti. Sebbene abbia recentemente conosciuto un calo di popolarità globale, rimane comunque uno dei marchi più conosciuti nel suo settore di attività. Tale popolarità garantisce ovviamente a Sony un successo interessante e quasi garantito al momento del lancio dei suoi nuovi prodotti e gli fornisce inoltre una grande capacità di penetrare alcuni mercati specifici nonché di stringere dei partenariati interessanti.

Un altro vantaggio di questa impresa riguarda la crescita in prospettiva del mercato dell’elettronica nella grande distribuzione, settore che conosce infatti negli ultimi anni una crescita molto interessante che permette a Sony di vendere più prodotti. Ma non è tutto: gli specialisti di questo mercato prevedono infatti che questa crescita continui nei mesi e negli anni a venire e Sony è particolarmente ben piazzata per trarre profitto da tale incremento di esigenze e di domanda. Essendo una delle più grandi aziende al mondo nel settore dell’elettronica per la grande distribuzione, Sony potrebbe infatti proporre ancora più prodotti rispondenti alle esigenze del mercato e generare quindi dei grossi profitti. Il gruppo dispone tra l’altro di una capacità di produzione e di innovazione sufficienti a rispondere efficacemente all’aumento della domanda. Da notare poi che il gruppo ha recentemente rivisto interamente la propria organizzazione ed ha assunto, soprattutto nel settore digitale, dei collaboratori di grande esperienza, soprattutto nel settore informatico, che possono ottimizzare il potenziale globale dell’azienda e le previsioni di crescita.

Infine, l’ultimo vantaggio del gruppo Sony è la sua grande capacità nel posizionarsi sui mercati emergenti. L’impresa è infatti ben insediata in Cina e in India, per quanto riguarda il mercato asiatico, nonché in Brasile e in Russia, gli altri due mercati attualmente in piena espansione. L’insieme di queste regioni rappresenta ben il 40% della popolazione mondiale ovvero un’interessantissima base di clienti acquisiti e potenziali. In India Sony riscuote già un grande successo grazie a degli investimenti effettuati nel settore del cinema e della musica. Ad oggi, l’obiettivo del gruppo è di duplicare i propri introiti provenienti dai mercati emergenti.

Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Ovviamente, qualunque buon trader non si contenterà di prendere in considerazione unicamente i vantaggi dell’impresa Sony ma si interesserà anche ai suoi difetti. Se si ripercuotono sugli utili e sulla crescita di Sony, alcuni elementi negativi possono infatti comportare un calo della quotazione delle azioni. Ecco le principali debolezze di questo gruppo al momento attuale.

Prima di tutto, gli investitori in Borsa si mostrano delusi dai recenti risultati dell’azienda i cui introiti tendono a calare da ormai diversi anni. Ciò riguarda più in particolare alcune divisioni specifiche del gruppo come i settori dell’elettronica, dei giochi, delle immagini e dei servizi finanziari. L’attuale crisi tocca principalmente i mercati di Stati Uniti e Giappone con un fatturano in netto calo. Le strategie all’acquisto su questo titolo tendono quindi a ridursi per timore che la situazione perduri.

Altro punto negativo per questa impresa che si proietta a livello internazionale è la mancanza di prossimità tra le unità di produzione e le zone di commercializzazione. Infatti, oltre il 60% della produzione annuale viene ancora realizzata in Giappone e deve poi essere esportata verso altri paesi. Ciò pone ovviamente un problema per quanto riguarda i costi di trasporto che riducono i margini e non permettono di ridurre i prezzi di vendita in un settore in cui la concorrenza è molto forte.

Ciò ci porta all’ultimo difetto dell’azienda che riguarda per l’appunto la fortissima concorrenza di questo settore di attività. Il settore dell’elettronica vive infatti un forte sviluppo da alcuni anni e attira sempre più le grandi aziende. Di conseguenza, Sony deve mostrarsi sempre più competitiva e innovativa per fronteggiare le offerte dei concorrenti e conservare il suo posizionamento.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

In quale settore di attività opera Sony?

In termini generali, il gruppo Sony è specializzato nel settore delle tecnologie ma, nel dettaglio, sviluppa, produce e commercializza dei prodotti in diversi segmenti che è bene conoscere. Sony è presente nei settori dell’informatica, dell’elettronica, dell’audiovisivo, della telefonia, in particolare quella mobile, dei videogiochi e della musica.

Dove e come vengono quotate le azioni Sony?

Fin dall’ingresso in Borsa della società, le azioni del gruppo Sony vengono quotate in Giappone alla Borsa di Tokyo. La quotazione avviene in tempo reale durante gli orari di apertura di questo mercato. Va anche notato che la società Sony fa parte della composizione dell’indice borsistico di riferimento Nikkei 225, il principale indice borsistico giapponese, e fa quindi parte delle 225 più grandi imprese del paese.

Il gruppo Sony svolge delle attività di lobbying?

Sì, il gruppo Sony svolge delle attività di lobbying presso le istituzioni dell’Unione Europea dove viene rappresentato da un’agenzia specializzata iscritta dal 2008 al regime dei rappresentanti di interesse presso la Commissione Europea. Gli onorari versati da Sony a questa agenzia nel quadro di tale attività variano da 50.000 a 100.000 euro annui.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com