Analisi n. 1

Innanzitutto, si sa che BlackBerry riceve spesso proposte di acquisto o di finanziamento da parte di grandi imprese. Va da sé che questo tipo di evento e le risposte che gli vengono date incideranno direttamente sulla quotazione di queste azioni.

Analisi n. 2

Il modo in cui il gruppo BlackBerry potrebbe utilizzare la sua grandissima base di clienti per proporre nuovi prodotti è anch’esso un elemento importante da prendere in considerazione se volete investire su queste azioni.

Analisi n. 3

Andranno poi seguiti l’attivazione sui futuri apparecchi della casa di funzionalità molto comuni negli apparecchi concorrenti a marchio Apple o Samsung e i partenariati stretti con rivenditori e fornitori finalizzati a generare ulteriori profitti.

Analisi n. 4

Per riuscire a fare concorrenza ai giganti del settore, BlackBerry deve inoltre puntare sullo sviluppo di Smartphone più facili da utilizzare e più ergonomici.

Analisi n. 5

Infine, tutti gli investimenti e le operazioni di acquisto o di fusione messi in opera da BlackBerry, nonché gli investimenti in ricerca e sviluppo, sono segnali di future innovazioni di cui dovete tener conto.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

A proposito del gruppo BlackBerry

Il gruppo BlackBerry Ltd sviluppa soluzioni hardware e software per la comunicazione mobile. Fornisce delle piattaforme che gestiscono reti wireless rispondenti a varie norme attraverso lo sviluppo di hardware e software.

Le soluzioni della società permettono l'accesso all'informazione con vari servizi tra cui e-mail, voce, messaggeria istantanea, servizi di messaggi brevi, Internet, applicazioni Intranet e navigazione.

La sua tecnologia permette anche agli sviluppatori terzi ed ai fabbricanti di migliorare i propri prodotti e servizi grazie a dei kit di sviluppo di software, alla connettività dati wireless ed altri programmi di sostegno a terzi.

 

Storia del gruppo Blackberry

Il gruppo BlackBerry ha origini canadesi ed è stato fondato nel 1984 da Mike Lazaridis con la denominazione Research In Motion (RIM). Al suo esordio nel mercato della telefonia, è stato il primo operatore a sviluppare dati in wireless nell’America del Nord, creando un proprio network per lo scambio dei dati nella telefonia mobile.

Nel 1999 ha conquistato il titolo di prodotto aziendale dell’anno con il BlackBerry 850 pager, dispositivo mobile in grado di ricevere le mail attraverso il Microsoft Exchange Server.

Nel 2008, come risposta all’avanzata del colosso americano Apple, BlackBerry ha prodotto il primo telefono touch screen. Nonostante la forte aggressione del mercato da parte di Steve Jobs, BlackBerry ha comunque mantenuto le proprie quote di mercato, soprattutto nel settore business, grazie anche ad una rete commerciale ben strutturata e diffusa. Con l’arrivo nel mercato di Google e, quindi, di Android, la lotta si è fatta più dura e le quote di mercato sono state quasi interamente ripartite tra i due colossi mentre BlackBerry non è riuscito a mantenere una competitività sufficiente.

La voracità con cui Apple ha conquistato il mercato non ha consentito a BlackBerry di stare al passo con lo sviluppo tecnologico. Nel 2011 la crisi dell’azienda si è ripercossa sulle risorse umane e 2.000 dipendenti sono stati licenziati. Nel 2012 il fatturato ha segnato, per la prima volta nella storia del gruppo, un conto in rosso.

Le perdite di fatturato sono continuate nel 2014 e nel 2015, nonostante i cambi al vertice e le ristrutturazioni aziendali e il gruppo canadese non è riuscito a risalire la china del mercato.

 

Analisi del corso delle azioni BlackBerry

Il corso delle azioni BlackBerry è attualmente quotato sul NYSE ed integra il calcolo dell'indice borsistico Nasdaq.

I grafici borsistici storici mostrano dal 2013 una stabilità marcata da micromovimenti.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.