EBAY

Analisi della quotazione delle azioni eBay

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Per quanto riguarda le opportunità di crescita, eBay potrebbe in particolare profittare del numero crescente di clienti di telefonia mobile nel mondo grazie alla sua applicazione mobile e al suo sistema di pagamento che si adatta perfettamente a questi supporti moderni che sono gli Smartphone.

Analisi n. 2

Sempre per quanto riguarda le opportunità, eBay sta per diventare un commerciante al dettaglio. Grazie alla sua gigantesca base di clienti dispone ovviamente di tutti i vantaggi necessari per avere successo in questo settore e superare di gran lunga gli altri venditori al dettaglio specializzati.

Analisi n. 3

eBay punta inoltre su una strategia di acquisto a medio e lungo termine di varie aziende per proporre un’offerta di servizi sempre più larga. Le operazioni di questo tipo e le creazioni di joint-venture sono quindi degli eventi da seguire da vicino.

Analisi n. 4

Infine, eBay cerca anche di posizionarsi sui mercati emergenti sviluppando il proprio commercio online in paesi promettenti come l’India nonché in più paesi europei.

Analisi n. 5

Per quanto riguarda le minacce, visto che l’azienda è un obiettivo privilegiato degli hacker, andrà ovviamente seguita con attenzione la sicurezza online delle informazioni personali dei clienti del gruppo, tra cui i dati bancari che sono particolarmente sensibili.

Analisi n. 6

Il gruppo eBay dovrà anche fronteggiare una concorrenza sempre più forte. Tra l’altro, la concorrenza del gigante Amazon resta molto aggressiva e da qualche anno questo avversario prende sempre più quote di mercato.

Analisi n. 7

Infine, i tassi di cambio e le loro variazioni sono un ulteriore freno importante alla crescita di eBay perché il gruppo realizza una gran parte delle operazioni all’estero. Per questo motivo gli utili che arrivano negli USA vengono convertiti in dollari e ciò può provocare delle perdite

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società eBay

La società eBay è uno dei grandi nomi dell’economia statunitense ed è stata lanciata nel 1995 da Pierre Omidyar. Di base si tratta di un sito di vendita all’asta che è oggi leader del mercato con quasi 300 milioni di utenti nel mondo.

Il business model di questa impresa si fonda sul prelievo di una commissione su ogni transazione realizzata online in contropartita della visibilità fornita dal sito e degli strumenti messi a disposizione dei venditori che lo utilizzano, come i mezzi di pagamento securizzati.

eBay Inc. è approdata nel mercato italiano sei anni dopo, nel 2001, occupando nel web lo spazio rilevato dal sito iBazar.

A differenza dei classici siti di e-commerce, a contraddistinguere l’attività della società eBay è la disponibilità di prodotti a prezzo fisso o variabile.

Al principio di vendita dell’asta online, in cui gli acquirenti fanno una proposta di prezzo per aggiudicarsi il prodotto, si sono presto aggiunte diverse modalità di acquisto come la possibilità di acquisto diretto o di preliminare contatto con il venditore.

Tutte le transazioni sono veicolate dall’iscrizione obbligatoria e gratuita al sito web eBay. La registrazione al sito permette all’utente di essere sia venditore che acquirente.

Per essere qualificato come venditore è sufficiente inserire un codice di verifica che la stessa società eBay invia presso l’abitazione o l’esercizio commerciale dell’utente, oppure attraverso la verifica dei codici di un sistema di pagamento accreditato (carta di credito o carta prepagata).

A carico del venditore sono le commissioni per l’inserimento dell’annuncio che quelle relative al prezzo finale del prodotto venduto.

Analisi della quotazione delle azioni eBay
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

Uno degli elementi importanti per analizzare efficacemente la quotazione delle azioni eBay è una buona conoscenza del suo ambiente concorrenziale. È infatti indispensabile conoscere bene i principali concorrenti di questa società prima di iniziare a studiarne le variazioni.

Amazon 

Amazon, impresa statunitense specializzata nel commercio elettronico che fa parte dei giganti del web, è senza dubbio il principale concorrente diretto di eBay. Un tempo specializzata nella vendita di libri online, la società si è diversificata nel tempo ed è oggi uno dei marketplace più popolari e più redditizi al mondo. L’azienda è stata creata nel 1994 ed è quotata sul NASDAQ dal 1997. Attualmente, Amazon impiega oltre un milione di dipendenti in tutto il mondo ed è presente in moltissimi paesi.

Rakuten Inc

Anche questa società giapponese è uno dei concorrenti diretti di eBay. È specializzata in servizi e vendita di prodotti online sin dalla creazione della sua piattaforma Rakuten Shopping Mall nel 1997. Si tratta del più importante sito di commercio elettronico in Giappone e negli ultimi anni la società si sta sviluppando fortemente a livello internazionale. In particolare, il gruppo ha acquisito Viber nel 2014 e continua a diversificare le proprie attività online.

Alibaba Group 

Naturalmente, il gigante cinese Alibaba, che sta assumendo un’importanza sempre maggiore sul mercato, è un altro concorrente che deve essere monitorato prima di fare trading sulle azioni eBay. Questa società quotata in Borsa realizza i suoi profitti principalmente attraverso gli introiti realizzati su Internet con un mercato pubblico destinato a facilitare gli scambi tra imprese nonché tramite delle piattaforme di pagamento e di vendita al dettaglio, un motore di ricerca per il magazzinaggio e dei servizi di cloud computing. Alibaba ha degli introiti ancora più grandi di Amazon.

Google 

Infine, è anche indispensabile considerare il gruppo Google come un concorrente pericoloso per eBay. Questa impresa statunitense specializzata in servizi tecnologici creata nel 1998 ha in effetti notevolmente diversificato le proprie attività. Approfittando della notorietà indiscussa del suo motore di ricerca, Google ha lanciato "Google shopping", che elenca le offerte di prodotti online e che fa indirettamente concorrenza al sito eBay. Va inoltre ricordato che Google è una controllata del gruppo Alphabet dal 2015.


Alleanze strategiche

Nel corso del tempo eBay ha saputo intessere delle relazioni strategiche con delle grandi aziende nel mondo. Vi proponiamo di scoprire qui i principali partner di questo gruppo.

General Motors

Nel 2009 eBay ha anche siglato un accordo di partenariato con il gruppo General Motors per promuovere la vendita di automobili nuove sulla sua piattaforma online.

Dailymotion

Ancora prima, nel 2007, il gruppo ha stretto un partenariato con Dailymotion per la diffusione di video per promuovere i prodotti dei venditori della piattaforma.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Una strategia all’acquisto sulla quotazione delle azioni eBay deve assolutamente essere basata sulla convinzione che la società disponga delle forze necessarie per sviluppare le proprie attività negli anni a venire. Per averne la convinzione è quindi indispensabile conoscere i punti di forza della società eBay ma anche le sue debolezze. Questa analisi è indispensabile se avete in programma una strategia a lungo termine su questo titolo. Cominciamo quindi con lo studiare insieme i principali atout di questo gruppo.

Ricordiamo prima di tutto che il gruppo eBay svolge le proprie attività sul web e che rappresenta a questo titolo uno dei più grandi marchi online al mondo. La concorrenza è sviluppata ma sono rari gli attori della vendita online capaci di competere con questo gigante.

La scarsa concorrenza diretta è dovuta al business model di eBay. Infatti, questa azienda è stata una delle prime a mettere in opera un sistema online di vendita e di acquisto di prodotti che permette a dei venditori privati o professionali di commercializzare i propri prodotti online con un sistema di pagamento integrato e sicuro.

Il gruppo eBay punto molto inoltre sull’economia di scala e si assume quindi pochi rischi con degli investimenti minori utilizzando la forza di vendita e i prodotti dei suoi venditori per generare il proprio volume d’affari. Non deve quindi preoccuparsi della gestione delle scorte, delle spedizioni o della catena di produzione. La gestione delle sue attività è quindi molto più semplice di quella di una classica società di vendita online.

Le funzionalità e gli strumenti presenti nella piattaforma di vendita online di eBay sono anche un innegabile vantaggio per il gruppo. Gli utenti apprezzano soprattutto i sistemi di pagamento online che sono molto affidabili e accettano differenti modi di pagamento e di prelievo securizzati. Le funzioni di localizzazione e il fatto che i venditori e gli acquirenti della piattaforma siano situati in tutto il mondo sono ulteriori vantaggi innegabili.

Infine, grazie ai suoi molti anni di esperienza nel commercio online, la società eBay ha saputo costruirsi un’immagine di marca forte e rassicurante presso il grande pubblico e ciò gli permette di conquistare sempre più consumatori.

Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Il gruppo eBay dispone, come abbiamo appena visto in dettaglio, di diverse grandi forze che dovrebbero permettergli di sviluppare la crescita e la redditività negli anni a venire. Tuttavia, è necessario prendersi il tempo di riflettere prima di una qualsiasi decisione relativamente al rialzo di questo titolo perché il gruppo eBay ha anche delle debolezze. Questi punti deboli, anche se meno numerosi dei sopracitati punti di forza, pesano comunque relativamente forte nella bilancia e devono quindi essere conosciuti da tutti i trader. Ecco quindi le principali debolezze di questa azienda.

Per prima cosa, sebbene il gruppo eBay funzioni fin dal principio sul modello di una strategia di scala, col passare del tempo i suoi costi sono sempre più elevati. Ciò è dovuto al fatto che il gruppo deve far fronte ad una concorrenza sempre più aggressiva e deve quindi dimostrarsi ancora più ingegnoso per proporre dei servizi sempre più innovativi e allettanti per i clienti potenziali.

D’altra parte, la maggior parte degli investitori in Borsa che si interessano a queste azioni rimpiangono l’assenza totale di una strategia di crescita da parte della società eBay. Infatti, la direzione del gruppo comunica solo raramente circa gli elementi messi in opera per sviluppare le proprie attività e vengono rese pubbliche poche cifre relative agli obiettivi.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

Su quali mercati mondiali è presente il gruppo eBay?

Attualmente il principale mercato in cui eBay è presente è quello statunitense. Tuttavia, il gruppo è ben radicato anche in altri paesi, con la Germania al secondo posto. eBay dispone di siti locali in diversi paesi tra cui Argentina, Australia, Austria, Belgio, Canada, Cina, Corea, Spagna, Francia, Hong Kong, India, Irlanda, Italia, Malesia, Messico, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Filippine, Polonia, Regno Unito, Singapore, Svezia, Svizzera, Taiwan e Turchia.

Chi sono i principali azionisti di eBay?

I principali azionisti di eBay sono attualmente The Vanguard Group con il 7,02%, Pierre Omidyar con il 4,96%, SSgA Funds Management con il 4,42%, BlackRock Fund Advisors con il 4,39%, Wellington Management con il 2,67%, Magellan Asset Management con il 2,58%, Independent Franchise Partners con il 2,37%, Invesco Advisers con il 2,03%, Nordea Investment Management con l’1,95% e Lazard Asset Management con l’1,95%.

Dove seguire le notizie sul gruppo eBay?

Se si desidera tenersi al corrente di tutte le notizie economiche e finanziarie e di tutti gli eventi importanti riguardanti il gruppo eBay, è possibile farlo consultando il sito web della società nella sezione riservata agli investitori o un sito specializzato in Borsa.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com