Fare trading sulle azioni Kering

 

I nostri consigli per fare trading sulle azioni Kering

Fare trading sulle azioni Kering
  • Per prima cosa, si sa che la strategia del gruppo Kering per il proprio sviluppo futuro si basa essenzialmente su delle acquisizioni strategiche. È quindi della massima importanza seguire con attenzione gli annunci di questo tipo che potrebbero permettere a Kering di conquistare molte quote di mercato e, quindi, far salire la quotazione del suo titolo.
  • Il posizionamento del gruppo nei mercati emergenti è un’ulteriore grande sfida il cui successo avrà delle innegabili conseguenze sia sui risultati del gruppo Kering che sull’evoluzione delle sue azioni in Borsa.
  • Il gruppo Kering deve ovviamente anche far fronte ad alcune minacce che potrebbero nuocere al suo sviluppo e alla sua crescita. È in particolare il caso dei sempre più frequenti problemi di contraffazione dei suoi prodotti con delle imitazioni che invadono il mercato. Tali prodotti contraffatti potrebbero avere un’influenza fortemente negativa sull’immagine di marca del gruppo.
  • Infine, bisogna anche tener conto dell’aumento dei costi di produzione e in particolare del costo della mano d’opera che, a lungo termine, potrebbe obbligare Kering ad aumentare i propri prezzi in un mercato sempre meno incline a spendere per il lusso. La situazione finanziaria del gruppo è quindi minacciata.
Servizio di CFD - 76.4% perdono denaro

Avete intenzione di investire online sulle azioni Kering e siete alla ricerca di consigli pertinenti e di un aiuto per mettere in opera una strategia di investimento valida? In questo caso, prendetevi il tempo di scoprire attraverso questa scheda completa alcune informazioni importanti a proposito di questo titolo come i dati di quotazione, l’analisi tecnica storica, le attività della società, i suoi concorrenti e alleati nonché i vantaggi e svantaggi di questo valore. Potrete poi realizzare le vostre proprie analisi a partire dagli elementi che vi avremo fornito e che vi serviranno da base per prevedere le future tendenze. Potrete così prendere delle posizioni strategiche intelligenti ed avere maggiori probabilità di successo grazie a dei dati pertinenti e ad una buona conoscenza del gruppo e del suo ambiente economico attuale e passato.  

 

Le azioni Kering in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: 48.150,31 milioni di euro
  • Numero di titoli: 129.279.322
  • Piazza di quotazione: Euronext Paris
  • Mercato: Compartimento A
  • Indice: CAC 40
  • Settore di attività: Distribuzione

 

L’attività della società Kering

Il gruppo francese Kering è attualmente uno dei grandi nomi del settore dell’ideazione, produzione e vendita di prodotti di lusso e articoli sportivi e le sue attività possono essere suddivise in tre grandi categorie in funzione della quota di volume d’affari che generano.

I prodotti di lusso rappresentano il 68,4% del volume d’affari totale della società Kering con in particolare gli articoli di pelletteria, il prêt-à-porter, gli orologi, le scarpe, i gioielli, gli occhiali, i profumi e la cosmesi. Questi prodotti vengono commercializzati sotto differenti marchi quali Gucci, Bottega Veneta, Yves-Saint-Laurent, Alexander McQueen, Balenciaga, Brioni, Christopher Kane, McQ, Stella McCartney, Tomas Maier, Boucheron, Dodo, Girard-Perregaux, JeanRichard, Pomellato, Qeelin e Ulysse Nardin. Il gruppo Kering possiede attualmente 1.305 negozi in tutto il mondo la maggior parte dei quali si trova in Europa occidentale, in particolare, in Francia. I negozi in Europa sono infatti 248, quelli in Nord America 213 e gli altri 506 sono distribuiti nel resto del mondo.

Il settore degli articoli sportivi genera da parte sua il 31,4% del volume d’affari globale della società Kering e comprende principalmente calzature, capi d’abbigliamento, e accessori sportivi che vengono commercializzati sotto i marchi Puma, Volcom e Electric.

Le attività accessorie, infine, generano lo 0,2% del volume d’affari.

In termini geografici, il gruppo Kering realizza il 37,9% del suo fatturato in Europa, Medio Oriente e Africa, il 9,9% in Giappone, il 25,9% in Asia Pacifica, il 22,1% in Nord America e il 4,2% in Sud America.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Kering

Se siete interessati al settore del lusso e volete investire sulla quotazione delle azioni Kering, di certo sapete già che si tratta di un settore di attività molto chiuso in cui ci sono pochi concorrenti. Tuttavia, sebbene il gruppo Kering goda di una forte presenza nel mondo e faccia parte dei grandi nomi del lusso su scala internazionale, non bisogna per questo credere che sia il solo ad ambire a queste quote di mercato.

Ad oggi, il gruppo Kering deve fronteggiare tre grandi concorrenti principali:

  • Il gruppo Hermès, una società francese specializzata in ideazione, produzione e commercializzazione di prodotti di lusso quali pelletteria, prêt-à-porter, profumi, orologi, prodotti dell’arte della tavola e dell’arte del vivere.
  • Il gruppo LVMH, anch’esso un famoso marchio francese, che è il leader mondiale del lusso e che opera in vari settori di attività quali vini e liquori di fascia alta, moda, media e distribuzione.
  • Richemont, che è il terzo più grande gruppo mondiale dell’industria del lusso dopo LVMH e Kering.

Per realizzare un’analisi completa e pertinente delle azioni Kering dovete ovviamente realizzare un’analisi fondamentale che tenga conto della concorrenza del suo settore di attività. Infatti, l’evoluzione delle quote di mercato di ognuna di queste aziende così come gli eventi importanti che le riguardano, come le operazioni di acquisto o di cessione e tutte le notizie relative a questi gruppi, avranno un’innegabile influenza sulla quotazione in Borsa di Kering. Troverete l’insieme di queste informazioni nel flusso di notizie finanziarie del vostro broker nonché nei siti delle imprese stesse.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo Kering

Il gruppo Kering non è ovviamente arrivato sul podio delle più grandi imprese del lusso senza una strategia che facesse in particolare ricorso ad associazioni con altre imprese di settori similari o complementari. Vi proponiamo ora di scoprire quali sono state le più recenti alleanze strette da questo gruppo e quali partenariati hanno maggiormente influenzato la quotazione delle sue azioni di Borsa.

Nel 2012, per esempio, il gruppo Kering ha creato una joint-venture con Yoox con la finalità di lanciare 6 marchi online. Grazie al prestigio dei marchi di Kering, Yoox ha potuto lanciare e poi mantenere la propria attività di commercio online aumentando la propria notorietà mentre Kering ha profittato di una buona vetrina online che gli ha permesso di incrementare le proprie vendite.

Kering aveva in precedenza siglato un partenariato con la società Vogue Italia che è stato rinnovato nel 2016. L’alleanza concerne il programma Empower Talents che ha l’obiettivo di offrire degli stage presso il gruppo Kering e i suoi differenti marchi nel settore del lusso.

Infine, nel 2017, la filiale Kering Eyewear di Kering si è associata al marchio Cartier, di proprietà del suo concorrente Richemont, nel quadro di un partenariato strategico teso a sviluppare, produrre e commercializzare occhiali sotto il marchio Cartier. Questa collezione di occhiali si aggiunge così alle altre commercializzate dal gruppo, la maggior parte delle quali sono di marchi che già appartenevano a Kering.

Va da sé che dovete tenere d’occhio con attenzione le future alleanze che il gruppo Kering potrebbe stringere per via del loro effetto quasi immediato sulla quotazione delle sue azioni. Per farlo, dovete seguire le differenti comunicazioni del gruppo.

 

Analisi della quotazione delle azioni Kering

Per aiutarvi ad interpretare al meglio possibile i grafici borsistici delle azioni Kering che troverete nelle piattaforme di trading di CFD online e a dedurne i futuri movimenti di questo titolo, dovete ovviamente capire in che modo il titolo si comporti di fronte alle differenti configurazioni tecniche. A tal fine, vi proponiamo ora di passare in rassegna le grandi tendenze che hanno segnato queste azioni nel corso degli ultimi dieci anni.

Un primo sguardo ai grafici borsistici storici delle azioni Kering conferma il fatto che il titolo gode di una tendenza di fondo rialzista lunga che gli ha permesso di passare dal livello di 85€ nel 2008 ad oltre 400€ nel 2018, il che corrisponde ad un grosso aumento di valore. Questo rialzo non si è tuttavia verificato tutto in una volta e la tendenza di fondo è punteggiata da svariati movimenti rialzisti e ribassisti a medio e lungo termine.

Il periodo comincia con un leggero calo di quotazione fra marzo e dicembre 2008 con il corso che passa da un prezzo di 92,86€ ad appena 40€. L’inizio del 2009 segna però l’inizio di una tendenza rialzista lunga e molto stabile nonostante la sua mancanza di volatilità. Questo rialzo porta il titolo a rompere la resistenza dei 100€ ad aprile 2010 e il rialzo continua fino a raggiungere un primo massimo a quota 129,80€ a marzo 2012, quando si assiste ad una provvisoria inversione ribassista che dura fino a luglio 2012 e riporta il titolo a livello dei 111€.

Da inizio autunno 2012 il titolo Kering avvia un nuovo rialzo interessante fino al livello dei 178€ a marzo 2013 e poi dei 183,10€ ad agosto dello stesso anno. Come in precedenza, avvicinandosi alla resistenza forte dei 200€ la tendenza si inverte e il titolo crolla a quota 137,35€ a marzo 2014, certamente a causa del prelievo degli utili. Ma molto rapidamente il rialzo riprende nettamente e permette al titolo di raggiungere il livello dei 193,30€ a marzo 2015.

Sfortunatamente, si tratta di un movimento di breve durata e si assiste allora ad un nuovo ribasso della quotazione di queste azioni con un ritorno a livello dei 142€ a giugno 2016. L’estate 2016 è poi il punto di partenza di una nuova tendenza al rialzo più forte e volatile delle precedenti e che si nota a colpo d’occhio nei grafici borsistici. Questo rialzo ha permesso al titolo di superare successivamente diverse resistenze tecniche forti con da principio quella dei 200€, rotta ad ottobre 2016, e poi quella dei 300€, superata a giugno 2017. Infine, le azioni Kering riescono a rompere anche la soglia dei 400€ tra ottobre 2017 e gennaio 2018.

Tuttavia, questa resistenza sembra più difficile da rompere delle precedenti e per il momento niente indica che questa tendenza rialzista forte avrà luogo. Bisognerà aspettare alcuni mesi per sapere in che direzione evolverà la quotazione delle azioni Kering.

 

Valutazione: 4.40 5 voti

Come cominciare a fare trading sulle azioni Kering?

Per fare trading sulle azioni Kering online basta creare un conto come investitore su una buona piattaforma di un broker riconosciuto e cominciare a piazzare delle posizioni all’acquisto o alla vendita per profittare di tutte le opportunità.

Inizia a fare trading su Kering!
76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.