INTEL

Analisi della quotazione delle azioni Intel

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Le azioni della società Intel, per la precisione Intel Corporation, fanno parte degli attivi del settore delle nuove tecnologie su cui è possibile fare trading online e si può speculare sulla loro quotazione acquistandole o scommettendo sui loro movimenti futuri. Per farlo, bisogna conoscere le principali caratteristiche di questa società statunitense che ha rivoluzionato il mondo dell’informatica e che continua a proporre su questo mercato dei prodotti innovativi. Ecco quindi alcune informazioni pratiche su questa società e delle informazioni per realizzare le analisi del suo titolo.

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Va in particolare seguita la domanda di questo settore nei paesi emergenti che può generare degli introiti supplementari per Intel che è già ben presente in questi mercati.

Analisi n. 2

Lo sviluppo di apparecchi di mobilità come i tablet è anch’esso interessante per Intel che potrebbe servirsi di questa crescita per aumentare le proprie vendite.

Analisi n. 3

Analogamente, il centro dati creato da Intel potrebbe, in caso di prospettive di crescita forte, ingenerare degli introiti supplementari a lungo termine.

Analisi n. 4

Tuttavia, la concorrenza che il gruppo deve affrontare è sempre più forte e deve essere monitorata in particolare per quanto riguarda i lettori ARM.

Analisi n. 5

La capacità del gruppo di ridurre i propri costi di produzione, in particolare delocalizzando, saranno delle buone occasioni di rilancio del fatturato.

Analisi n. 6

Infine, bisogna seguire l’evoluzione degli utili e dei margini dell’azienda nonché la sua crescita globale.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società Intel

La società Intel è stata creata negli Stati Uniti nel 1986. Ancora oggi questa azienda è conosciuta per essere il più grande produttore di microprocessori al mondo. Tuttavia questa società non si limita a produrre unicamente dei microprocessori e produce anche schede madre, circuiti integrati, processori grafici e memorie flash.

È quindi grazie alla grande crescita del settore dell’informatica che Intel è riuscita a diventare fin dal 1991 un grande nome della tecnologia.

Il volume d'affari realizzato da questa impresa raggiunge circa 35,13 miliardi di dollari per un risultato netto annuale che sfiora i 4 miliardi di dollari. L'attività della società può essere ripartita come segue:

  • La maggioranza dell'attività, con oltre il 55% del volume d'affari, riguarda ovviamente la fabbricazione di microprocessori e di apparecchiature informatiche di tutti i generi.
  • Segue la produzione di prodotti di comunicazione come i processori per telefonia o i prodotti cosiddetti di connessione che raggruppano il 42% del volume d'affari totale.
Analisi della quotazione delle azioni Intel
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

Intel è ad oggi il leader nel settore dei processori per server con una quota di mercato superiore al 95% nel 2015 ma bisogna tuttavia conoscere alcuni concorrenti per realizzare delle analisi corrette.

AMD 

è il principale concorrente di Intel nel settore dei microprocessori. I suoi processori sono d’altra parte compatibili con quelli Intel in quanto utilizzano lo stesso set di istruzioni. AMD è inoltre legata ad Intel in maniera più complessa, in particolare attraverso un accordo di licenza concesso nel 1982 per produrre alcuni processori.

Altri concorrenti

Bisogna anche notare che, sebbene ad oggi AMD sia l’unico concorrente diretto di Intel, alcune grandi società del settore dell’informatica, ed in particolare di Internet, come Google, Facebook, Amazon e Alibaba moltiplicano le iniziative per ridurre la propria dipendenza dal gigante Intel e potrebbero un giorno fargli concorrenza diretta.


Alleanze strategiche

Per quanto riguarda i partenariati della società Intel troviamo soprattutto delle aziende del settore della telefonia mobile, settore d’avvenire per eccellenza e nel quale il gruppo tende a consolidare la propria supremazia rispetto al suo concorrente AMD.

Nel 2016, infatti, Intel ha annunciato la messa in opera di diverse associazioni strategiche con dei grandi produttori di cui vi proponiamo di scoprire qui le principali aziende di questo settore specifico:

LG Elecronics

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Per capire come la società Intel possa evolvere nel tempo, ossia se abbia ancora la possibilità di crescere ulteriormente, è interessante conoscere i suoi principali punti di forza e di debolezza. Questi elementi costituiscono in qualche modo i vantaggi e gli svantaggi delle sue azioni in Borsa e permettono di capire come il gruppo possa far fronte alle minacce e cogliere le opportunità future. È quanto proponiamo di scoprire qui nel dettaglio.

Iniziamo questa analisi comparativa con una sintesi dei principali vantaggi di questo valore e quindi delle principali forze dell’impresa rispetto alla concorrenza:

  • In primo luogo, si può ovviamente parlare degli investimenti effettuati da Intel in ricerca e sviluppo. Ricordiamo infatti che il gruppo svolge delle attività nel settore tecnologico e che, per rimanere competitivo, deve quindi essere all’avanguardia dell’innovazione sviluppando nuovi prodotti e rispondendo così alle nuove esigenze del mercato.
  • Sempre in tema di punti di forza di Intel, si può anche citare il fatto che il gruppo rimane uno dei leader mondiali nel settore dei semiconduttori e dei microprocessori. La sua lunga esperienza in questi settori e il suo know-how le consentono infatti di restare un punto di riferimento in materia e di beneficiare di una forte immagine di marca presso i consumatori e i fabbricanti di computer.
  • È inoltre importante sottolineare la qualità della strategia di Intel, in particolare per quanto riguarda il proprio sviluppo a livello internazionale. Il gruppo ha infatti saputo condurre una strategia di espansione forte e precisa che gli permette di essere oggi presente su tutti i mercati e in tutto il mondo. Questa specificità gli consente di proteggersi efficacemente dai rischi di recessione economica di talune zone grazie alla diversificazione delle fonti di reddito.
  • Ancora tra i punti di forza di questo gruppo, si può naturalmente parlare anche dei legami commerciali che intrattiene con i suoi partner e con i suoi clienti. L’impresa persegue infatti una politica di fidelizzazione, incentrata al tempo stesso su un’offerta completa di prodotti e su una politica dei prezzi adeguata.
  • Infine, l’immagine di marca di Intel è un altro dei suoi principali punti di forza. Infatti, l’impresa è nota in tutto il mondo e il suo marchio è sinonimo di qualità e di affidabilità, il che le consente in particolare di far fronte alla concorrenza a basso prezzo in questo segmento.
Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Ovviamente, come si può immaginare, il gruppo Intel non ha solo punti di forza ma anche alcuni punti deboli che, sebbene meno numerosi, possono avere un peso significativo nella sua capacità di crescere e di conquistare quote di mercato. Ecco i principali:

  • In primo luogo, è ovviamente deplorevole il fatto che il gruppo Intel sia ancora presente solo nel settore dei PC. Infatti, orientandosi verso altri tipi di computer, l’impresa avrebbe molto da guadagnare. Questa specializzazione, tuttavia, è forse una scelta strategica.
  • Sempre tra i principali punti deboli che penalizzano la società Intel, si deve parlare anche della concorrenza. Quest'ultima è infatti sempre più numerosa e sempre più aggressiva in questo settore di attività e l'ingresso sul mercato di nuovi concorrenti, provenienti in particolare dai paesi emergenti, che offrono alternative a basso prezzo rappresenta una reale minaccia per i redditi e per le quote di mercato del gruppo.
  • Nel quadro dell’analisi delle debolezze di Intel, si può anche sottolineare il fatto che l'impresa non riesce a creare partnership strategiche durature e di grande rilevanza finalizzate ad acquisire una maggiore competitività, in particolare per quanto riguarda l'approvvigionamento e i fornitori nonché i clienti del settore informatico.
  • Un altro punto debole di Intel è la scarsa diversificazione delle sue attività. A differenza di alcuni dei suoi principali concorrenti, il gruppo realizza infatti poche operazioni strategiche in questa direzione, come acquisizioni o acquisizioni di quote, che gli consentirebbero di posizionarsi strategicamente su diversi segmenti.
  • Infine, l’ultima debolezza di questa impresa, o meglio del suo valore in Borsa, è il prezzo di quest’ultimo che è relativamente elevato sul mercato con una strategia di dividendo certo stabile ma poco interessante per i nuovi investitori.

Come si può constatare, gli elementi da prendere in considerazione nel quadro di questa analisi comparativa dei punti di forza e di debolezza di Intel sono numerosi. Da notare che è necessario rivedere questi elementi nel tempo, poiché i vantaggi e gli svantaggi del gruppo possono evolvere in funzione delle decisioni che saranno prese e dei cambiamenti che possono intervenire.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

Da chi è detenuto il capitale della società Intel?

Come è spesso il caso per le imprese quotate, il capitale della società Intel appartiene in parte a degli azionisti privati tra cui: The Vanguard Group 8.07%, Capital Research & Management 4.72%, SSgA Finds Management 4.41%, Capital Research & Management Co (World Investors) 3.18%, Capital Research Management Co (International Investors) 2.99%, BlackRock Fund Advisors 2.49%, Capital Research & Management Co (Global Investors) 1.98%, Putnam 1.89%, Wellington Management 1.66% e Geode Capital Management 1.51%.

Su quale mercato e quale indice principale vengono quotate le azioni Intel?

Il corso delle azioni Intel viene ovviamente quotato sul mercato del NASDAQ e, più precisamente, sul NASDAQ Global Select Market, il mercato che raggruppa le quotazioni delle società tecnologiche negli Stati Uniti nonché alcune società straniere di questo settore di attività. È anche noto che la società Intel fa parte della composizione dell’indice borsistico NASDAQ 100 che raggruppa le più grandi capitalizzazioni del settore.

Come fare per sapere se la quotazione delle azioni Intel salirà?

Alcuni dati dell’analisi fondamentale possono aiutare ad individuare in anticipo delle tendenze rialziste di questo valore: la creazione di nuove partnership, lo sviluppo di tecnologie innovative, la sottoscrizione di contratti importanti o l’acquisizione di filiali in settori di attività differenti. In parallelo va ovviamente utilizzata anche l’analisi tecnica.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com