AMAZON

Analisi della quotazione delle azioni Amazon

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Sempre più trader e investitori privati si interessano ai titoli delle grandi società americane tra le quali quelle quotate al Nasdaq sono di gran lunga le più apprezzate. È il caso delle azioni della società Amazon che presentano delle fluttuazioni annuali molto ampie e permettono quindi diverse strategie a lungo termine.

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

In primo luogo, bisogna tenere d'occhio le statistiche degli acquisti online e la crescita della domanda in questo segmento.

Analisi n. 2

Allo stesso modo, è importante interessarsi al mercato della pubblicità online, la cui crescita ha anche un impatto sulle attività di Amazon.

Analisi n. 3

La domanda di libri e di tablet elettroniche può anche avere una certa influenza sulla quotazione di queste azioni.

Analisi n. 4

Un altro elemento che è importante prendere in considerazione è la riscossione delle imposte sui prodotti venduti attraverso i siti web e i siti di Amazon.

Analisi n. 5

La concorrenza in questo settore merita anch’essa degli studi approfonditi e bisogna tener conto dei concorrenti molto forti nel segmento degli e-reader.

Analisi n. 6

Infine, in considerazione della dimensione fortemente internazionale delle attività di Amazon, è bene seguire con attenzione le fluttuazioni del mercato dei cambi che possono avere un effetto sulla sua redditività.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società Amazon

La società Amazon è conosciuta da tutti grazie alla sua forte presenza su Internet nel mondo intero. La sua attività principale è la vendita online di libri ma nel quotazione degli anni ha saputo diversificarsi e oggi vende ogni tipo di prodotto culturale come CD, DVD, fotocamere, giochi video, piccoli elettrodomestici ed offre anche musica in download a pagamento.

La maggior parte del suo volume d'affari è realizzato negli Stati Uniti ma Amazon ha saputo conquistare il mondo e la sua attività è molto sviluppata anche in Europa. Ad oggi questa società è uno dei leader mondiali della distribuzione online di prodotti di massa.

È nel 1995 che la società Amazon è stata introdotta in Borsa ed integrata nel calcolo del NASDAQ.

 

Analisi della quotazione delle azioni Amazon
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

Vi proponiamo ora di scoprire alcuni dei principali concorrenti attuali del gruppo Amazon nei suoi diversi settori di attività con una rapida presentazione di queste aziende.

Alibaba

Prima di tutto, Alibaba Group, che è una società cinese quotata in borsa, è anche specializzata in attività online con, tra gli altri, un mercato pubblico per facilitare gli scambi tra aziende, piattaforme di pagamento e di vendita al dettaglio, un motore di ricerca per lo shopping e servizi di cloud computing. Le sue entrate sono superiori a quelle di Amazon.

eBay

eBay è un altro mercato americano specializzato nel commercio online ed è diventato un riferimento globale in questo campo. Attualmente ha più di 185 milioni di utenti attivi in tutto il mondo. eBay ha attualmente più di 13.000 dipendenti.

Walmart

Quest'altra impresa transnazionale americana è specializzata nella grande distribuzione e con il tempo è diventata anche il primo gruppo mondiale di questo settore prima di Carrefour. Il gruppo ha 3.500 negozi e detiene quasi il 20% della quota di mercato.

Carrefour

Un altro gruppo specializzato nella grande distribuzione che può prendere quote di mercato da Amazon è il gruppo francese Carrefour, che è stato il pioniere del concetto di ipermercato dal 1963. Dopo la fusione con Promodès nel 1999, è diventato il leader europeo della grande distribuzione e il terzo attore mondiale in questo settore nel 2013.  L'azienda opera in Europa, Sud America e Asia, nonché in altre importanti aree del mondo sotto forma di partnership locali. Gestisce anche supermercati, minimarket e self-service all'ingrosso.

Netflix

Infine, e nel settore dei contenuti online, Amazon si scontra ovviamente con il gigante Netflix, che è una multinazionale americana fondata nel 1997 nel settore delle industrie creative e specializzata nella distribuzione ed esibizione di opere cinematografiche e televisive attraverso una piattaforma dedicata. Il suo quartier generale si trova in California, a Los Gatos. Bisogna ricordare che all'inizio, Netflix era un'azienda specializzata nello sfruttamento commerciale di un servizio online per il noleggio e l'acquisto di DVD consegnati a domicilio, per poi passare allo streaming video con un abbonamento a pagamento.


Alleanze strategiche

Ford

Amazon non smette di sviluppare nuovi partenariati con imprese di settori talora sorprendenti. Per esempio ha firmato un accordo con il costruttore di automobili Ford per la creazione di un dispositivo che permetta di controllare la propria auto a distanza.

Samsung

Amazon ha creato anche dei partenariati con Samsung, nel 2014, nell’ambito della diffusione di contenuti online tramite i televisori 4K.

Nintendo

Infine Nintendo ha annunciato nel 2015 l’inizio di un partenariato con il gruppo Amazon, come del resto la società spagnola Dia che ha firmato un accordo simile nel 2016, per la vendita dei loro prodotti online.

Volkswagen

sempre nel 2019, Amazon Group ha anche firmato una partnership su larga scala con Volskswagen Group per lo sviluppo di una piattaforma globale chiamata Volskswagen Automotive Cloud.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Per conoscere un’impresa e le sue capacità di crescita futura, occorre in particolare conoscere i suoi punti di forza e di debolezza, che rappresentano in qualche modo i vantaggi e gli svantaggi del suo titolo in Borsa. Proponiamo quindi di conoscere un po' più in dettaglio i principali punti di forza e di debolezza del gruppo Amazon.

Per quanto riguarda i punti di forza e quindi gli elementi che possono aiutare Amazon a crescere, vanno in in particolare presi in considerazione i seguenti elementi:

  • In primo luogo, il gruppo Amazon gode di una notevole esperienza rispetto ai suoi concorrenti. È noto che questo gruppo statunitense è stato un pioniere sul mercato e gode quindi di un vantaggio in termini di valore del suo marchio.
  • Tra i vantaggi di cui dispone Amazon figurano anche i servizi integrati come il monitoraggio online dei biglietti, i trasferimenti di denaro online e altri servizi innovativi che fanno di Amazon un gruppo che dispone di grandi vantaggi. Ricordiamo infatti che l’impresa realizza ogni anno importanti investimenti in ricerca e sviluppo per massimizzare la fidelizzazione dei suoi clienti e attirarne di nuovi.
  • Sempre tra le forze di questo gruppo, si può anche parlare dell'importanza della sua base di clienti, che peraltro non cessa di crescere di anno in anno. I clienti del gruppo sono sempre più numerosi, in particolare grazie alla forte presenza di Amazon a livello internazionale. Si noti che il gruppo attua regolarmente delle operazioni volte a rafforzare ulteriormente la sua presenza in tutto il mondo.
  • Un ulteriore punto di forza del gruppo Amazon è ovviamente la sua forza lavoro. Amazon è infatti uno dei più grandi datori di lavoro al mondo e conta attualmente oltre 500.000 dipendenti distribuiti nei suoi diversi siti ubicati in una ventina di paesi.
  • Continuiamo la panoramica dei vantaggi di Amazon, sottolineando la forza della sua immagine di marca che il gruppo mantiene con grande impegno attraverso le sue attività di marketing che rappresentano una parte considerevole del suo bilancio annuale. Ad oggi il marchio Amazon è infatti diventato imprescindibile ed è visibile ovunque, attraverso la pubblicità online, la pubblicità stampata, la pubblicità in televisione o tramite altri mezzi che ne aumentano la notorietà in tutto il mondo contribuendo ad attirare nuovi clienti.
  • Si può anche citare il fatto che Amazon si distingue come leader in alcuni segmenti specifici della vendita al dettaglio e, per esempio, il gruppo è attualmente uno dei maggiori venditori mondiali nel settore della tecnologia.
  • Un altro punto di forza di questa impresa statunitense è la sua offerta di contenuti online. Amazon è infatti ad oggi uno dei principali operatori del settore e negli ultimi anni questa attività ha registrato una forte crescita. In particolare, si possono citare musica, film e intrattenimento come serie o spettacoli offerti da Amazon prime, una piattaforma concorrente di Netflix o Disney +.
  • Nel quadro della pandemia di Covid-19 che ha colpito il mondo nel 2020, si è inoltre constatato che Amazon è stata una delle imprese a beneficiarne. I fornitori di contenuti online e le piattaforme di vendita a distanza hanno infatti beneficiato in misura considerevole dei successivi lockdown.
  • Infine, occorre anche tener conto del fatto che Amazon continua a diversificare le proprie attività. In particolare, il gruppo si è recentemente posizionato nel settore delle soluzioni di hosting cloud, il che ha notevolmente aumentato i suoi introiti oltre a contribuire alla sua immagine di marca.
Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Come abbiamo appena visto, i vantaggi di cui dispone il gruppo Amazon sono numerosi e di certo hanno permesso al gruppo di diventare il gigante che è oggi. Tuttavia, il gruppo ha ovviamente anche alcune debolezze che illustriamo ora più in dettaglio.

  • In primo luogo, bisogna ovviamente tenere conto del fatto che il gruppo Amazon non è l’unico ad operare in questo settore di attività. In effetti, la concorrenza di questo settore di attività è particolarmente intensa e molte imprese, tenuto conto del successo di Amazon, si sono diversificate in questo settore. Le quote di mercato del gruppo sono pertanto costantemente minacciate dall’ingresso di nuovi operatori o dalle attività di altri giganti del commercio elettronico.
  • Sebbene le azioni di marketing del gruppo Amazon aiutino l’azienda a mantenere una buona immagine di marca e a rimanere visibile in tutto il mondo, i budget e gli investimenti in pubblicità o in sconti ai clienti sono molto elevati. Ciò rappresenta quindi una debolezza per l’impresa, poiché questi investimenti pesano sulla sua redditività a più o meno lungo termine.
  • Nonostante i diversi sforzi compiuti per recuperare il proprio prestigio attraverso comunicazioni positive, il gruppo Amazon continua a subire gli effetti delle accuse di cui è stato oggetto alcuni anni fa in merito alle condizioni di lavoro dei suoi dipendenti o ai loro stipendi.
  • Infine, per quanto riguarda la concorrenza del gruppo, si può anche citare la concorrenza locale per segmento, che pesa molto sulle attività dell’impresa. Il gruppo Amazon ha infatti preso posizione su numerosi settori di attività verticali, come il commercio elettronico, i video, la musica, il cloud e il fire stick, e si trova ora ad affrontare la concorrenza di diversi operatori in ciascuno di questi segmenti.

Nell’analizzare la quotazione delle azioni Amazon, occorre ovviamente aver cura di tenere sempre conto di questi elementi. Infatti, i punti di forza e di debolezza influenzeranno il modo in cui il gruppo potrà comportarsi di fronte alle sfide e alle minacce dei prossimi anni. I punti di forza e di debolezza qui illustrati possono ovviamente evolvere nel tempo.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

A quanto ammonta la capitalizzazione borsistica di Amazon?

Le azioni Amazon hanno raggiunto dei picchi in Borsa dopo la pubblicazione dei conti dell’esercizio 2019. Il 30/01/2020 il titolo è salito di oltre il 12% in una sola seduta. La capitalizzazione di questa “Blue Chip” del NASDAQ ha superato la barriera mitica dei 1.000 miliardi di dollari. Amazon è ormai molto prossima a Apple, Microsoft e Alphabet che sono le sole ad avere una valorizzazione superiore a quella del gigante dell’e-commerce.

Quali sono gli elementi che possono far crollare le azioni Amazon?

L’evoluzione della quotazione di Borsa di Amazon è diventata in questi ultimi mesi una “succes story”. In 10 anni il titolo ha progredito del 2.160%!!! Nel solo mese di gennaio 2020 ha avuto una performance di +18%. Amazon è ormai solidamente installata in una posizione da leader mondiale e il marchio sembra aver schiacciato la concorrenza. Tuttavia, non bisogna dimenticare che il pericolo è sempre dietro l’angolo. Amazon sviluppa le sue attività nei 5 continenti e il suo volume d’affari viene generato in diverse valute ed è in permanenza molto esposto ad una svalutazione improvvisa di una moneta sul mercato dei cambi. La sua posizione di leader lo obbliga ormai ad innovare per trovare nuovi spazi di crescita. Peggio ancora, poiché il grosso delle sue attività è legato al commercio mondiale ed al consumo delle famiglie, Amazon potrebbe essere colpito in pieno da una recessione economica. Tutti questi sono degli elementi che potrebbero far cadere la quotazione delle azioni Amazon.

Bisogna analizzare le azioni Amazon in euro?

Le azioni Amazon fanno parte dei valori che si distinguono per una grande volatilità in Borsa. Anche se la quotazione di questo attivo evolve al rialzo da 10 anni, non smette comunque di oscillare da un punto basso ad uno alto. Il titolo è quotato sul NASDAQ in dollari USA. Se si vogliono acquistare azioni Amazon, bisogna ovviamente prendere in considerazione il costo della conversione EUR/USD sia all’acquisto che alla vendita. Tuttavia, piuttosto che focalizzarsi sull’evoluzione delle valute e sul controvalore in euro delle azioni Amazon, è preferibile analizzare le opportunità per acquistare queste azioni quando si trovano in un punto basso con l’obiettivo di un plusvalore a breve termine.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com