CARREFOUR

Analisi della quotazione delle azioni Carrefour

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Le vendite, e quindi i risultati, del gruppo Carrefour sono strettamente legate al potere d’acquisto in Europa. È quindi prudente tener conto delle cifre della crescita e di altri fattori europei come eventuali rischi geopolitici o i cambiamenti nelle regole di apertura dei negozi che sono altrettanti fattori suscettibili di pesare sulla quotazione di questo attivo.

Analisi n. 2

Ovviamente bisognerà sorvegliare anche il posizionamento del gruppo di fronte alla concorrenza nei principali paesi in cui esercita le sue attività. Bisognerà anche tenere d’occhio l’evoluzione delle quote di mercato di Carrefour in Francia, in Brasile e in Spagna perché sono i tre paesi dove il gruppo realizza oltre il 90% del suo risultato operazionale. Il mercato spagnolo è sicuramente quello che mostrerà maggiori cambiamenti a questo livello dopo l’acquisto nel 2016 da parte di Carrefour di oltre 36 ipermercati situati in 27 città diverse che portano le sue quote di mercato in questo paese ad oltre il 9%.

Analisi n. 3

La strategia messa in opera da Carrefour per quanto riguarda il mercato cinese va anch’essa seguita da vicino. Il marchio ha infatti cambiato strategia ricentrandosi sull’alimentare e sui prodotti freschi. 

Analisi n. 4

Sarà bene mantenere un sguardo attento alla messa in opera e al mantenimento della strategia multicanale del gruppo e sulla sua capacità di svilupparsi in particolare nel settore del drive e dell’e-commerce che sono le due sfide principale per l’impresa.

Analisi n. 5

Ovviamente bisognerà tenere conto dell’influenza dei risultati dell’impresa Carrefour ma soprattutto del raggiungimento degli obiettivi fissati dalla direzione, in particolare per quanto riguarda l’aumento del flusso di cassa e le spese in conto capitale. L’indebitamento dovrà anch’esso essere ricalibrato e stabilizzato a medio termine.

Analisi n. 6

Infine le future introduzioni in Borsa di qualche filiale del gruppo come l’agenzia immobiliare Carmila in Francia e la filiale brasiliana di Carrefour sono ovviamente suscettibili di influenzare in maniera importante la quotazione di queste azioni.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società Carrefour

Il gruppo Carrefour, che si è fuso con il gruppo francese Promodés benché si fosse già rapidamente esteso a livello europeo, è oggi il leader della grande distribuzione in Europa ed è andato anche ben oltre posizionandosi ad oggi al secondo posto mondiale di questo mercato molto appetibile, subito dopo il gigante americano Wall-Mart.

È stato questo gruppo a lanciare i primi ipermercati nel 1963 ma possiede anche un gran numero di strutture commerciali più piccole come i supermercati e i minimarket.

Generalmente il gruppo Carrefour è noto per i marchi che portano il suo nome ma conta al suo attivo anche altri marchi conosciuti.

La società Carrefour fa parte dell’indice borsistico nazionale francese CAC 40.

Analisi della quotazione delle azioni Carrefour
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

Il gruppo Carrefour è attualmente uno dei più importanti gruppi europei del settore della grande distribuzione e, non essendo l’unico a battersi per le quote di questo mercato, deve far fronte ad alcuni importanti concorrenti, di cui i principali sono:

Tesco

Il gruppo Tesco è un gruppo di grande distribuzione britannico presente anche nell'Europa orientale, in Irlanda e in Asia. Si tratta di uno dei gruppi più importanti di questo settore nel Regno Unito, con oltre 3.780 negozi. Naturalmente, il gruppo svolge anche molte attività a livello internazionale.

Casino Group

Il gruppo Casino, noto anche come Casino Guchard-Perrachon, è un concorrente francese di Carrefour ed è anch’esso specializzato nella grande distribuzione. È stato creato nel 1898 ed è un attore storico della grande distribuzione in questo paese. Casino si è anche sviluppato a livello internazionale, acquisendo, tra l'altro, nel 1999, GPA e Grupo Exito, delle grandi imprese di questo settore in Colombia e in Brasile.

Metro AG

Quest'altro gruppo, questa volta tedesco, è specializzato nella distribuzione. Detiene varie società di vendita all'ingrosso o cash & carry per professionisti ed è presente in molti paesi con i marchi metro Cash & Carry e Makro.

ALDI Group

Questo gruppo tedesco è una catena di supermercati hard discount che in passato aveva sede in Germania. Si tratta inoltre di un’impresa familiare che esiste dal 1913 e che è stata creata in un quartiere popolare di Essen. Da semplice negozio si è poi sviluppato dopo la Seconda guerra mondiale fino a diventare il gruppo internazionale che è oggi.

Edeka Gruppe

Ancora un'impresa tedesca in diretta concorrenza con Carrefour. Il gruppo è una società di grande distribuzione che esiste da molti anni e che oggi è tra le più importanti di questo settore. Edeka Gruppe è alla testa di una rete di 12.000 punti vendita.

Delhaize

Infine, occorre anche tener conto della concorrenza del gruppo Delhaize, un gruppo belga specializzato nella grande distribuzione che opera in 11 paesi. La maggior parte della sua attività riguarda la gestione di supermercati in America del Nord, Europa e Sud-Est asiatico. Questo gruppo viene quotato sull’Euronext Belgium e fa parte dell’indice azionario belga BEL20.s


Alleanze strategiche

Il gruppo Carrefour è anche partner di alcuni eventi sportivi come il Tour de France, di cui è uno degli sponsor ufficiali, ma ha saputo associarsi con alcune grandi imprese per dei progetti comuni che è importante conoscere per completare correttamente le proprie analisi di questo titolo borsistico.

Engie

È questo per esempio il caso di un partenariato con Engie attivato nel 2015 che ha per obiettivo di mettere in servizio i primi camion non inquinanti al bio-metano.

Dia

Carrefour si è separata dai suoi negozi Dia nel mondo nel 2011 ma ha poi acquisito i negozi di questo gruppo in Francia nel 2015. Si può quindi dire che queste due società sono ancora partner, almeno per quanto riguarda il mercato francese.

Mastercard

Infine Carrefour è partner di MasterCard per uno dei suoi servizi di finanziamento

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Volete investire sulle azioni Carrefour con una strategia a lungo termine e desiderate informarvi sulle possibilità di rialzo di questo titolo negli anni a venire? In questo caso, è interessante conoscere subito i vari vantaggi di questo valore di Borsa ed è per questo che vi proponiamo oggi un riassunto dei punti forti dell’impresa Carrefour nel dettaglio a seguire.

Per prima cosa è importante ricordare che il posizionamento in Europa e nel mondo del gruppo Carrefour è uno dei punti positivi. Infatti il gruppo Carrefour è ad oggi il leader della distribuzione alimentare in area europea e si classifica come secondo su scala internazionale per questo settore di attività.

La suddivisione delle attività del gruppo Carrefour nel mondo è un altro punto rassicurante. Infatti anche se il gruppo realizza a tutt’oggi la maggior parte delle sue vendite in Francia, il 47%, è comunque molto presente in altri paesi europei come il Belgio, la Spagna e l’Italia dovere realizza oltre il 26% delle sue vendite. Seguono altri paesi di altre regioni del mondo, in particolare l’America Latina, con il mercato brasiliano che produce il 19% delle vendite dell’impresa, e l’Asia, con i mercati cinese e di Taiwan.

Il gruppo Carrefour è riuscito a mettere in opera da diversi anni una strategia di prezzi bassi tutto l’anno ed ha tenuto anche a procedere al rinnovo di oltre il 70% dei suoi ipermercati francesi nel giro di pochi anni. In Brasile il 24% degli ipermercati di questa insegna sono stati rinnovati.

Per quanto riguarda il solo mercato francese che genera la maggior parte delle vendite di Carrefour, il gruppo ha guadagnato anche nuove quote di mercato, in particolare sotto il marchio Cora che detiene attualmente oltre il 28% di queste quote, davanti al gruppo Leclerc che ne detiene soltanto il 21%. Parallelamente la produttività dell’impresa ha mostrato un rialzo costante in questi ultimi anni, segno che il gruppo è in buona salute economica.

Gli investitori sono anche rassicurati dalla maniera di agire della direzione del gruppo Carrefour che ha recentemente messo in opera una strategia su tre grandi assi principali ovvero una decentralizzazione maggiore che permette maggior libertà e potere ai direttori di negozio, una ridefinizione delle attività di investimento su delle zone più mirate e su meno paesi nonché una valorizzazione più forte dell’immobiliare, in particolare grazie alla partecipazione del 48% che il gruppo detiene nella filiale Carmila.

Infine, dopo l’acquisto del sito di vendite online Rue du Commerce, il gruppo Carrefour è riuscito a farsi un posto nel settore dell’e-commerce diversificando così le sue attività di vendita.

Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Per prima cosa è bene sottolineare che le azioni Carrefour sono molto esposte alle incertezze di alcuni altri mercati tra cui quello delle valute, con una sensibilità significativa all’evoluzione dei tassi di cambio dell’euro con il real brasiliano e lo yuan cinese. Il recente calo dei prezzi del petrolio greggio è un ulteriore freno alla loro crescita.

Sul mercato francese, e sebbene Carrefour sia riuscito recentemente a riguadagnare alcune quote di mercato, il gruppo soffre ancora di alcune lacune. La maggior parte delle sue vendite viene realizzata nella regione di Parigi, dando atto di uno sviluppo in provincia troppo debole. Del resto il gruppo è in ritardo rispetto alla concorrenza per quanto riguarda i servizi di drive, ovvero il ritiro in negozio di un ordine passato online. In questo settore molto specifico Carrefour detiene attualmente soltanto il 7% delle quote di mercato mentre il suo concorrente Leclerc ne detiene il 46%.

Per quanto riguarda il resto del mondo Carrefour ha mostrato un netto calo di volume d’affari nel mercato cinese, fenomeno che si spiega in particolare con le differenti ristrutturazioni dell’insegna in questo paese ma anche con l’arrivo di un concorrente molto pericoloso, Alibaba, che è attualmente il leader dell’e-commerce cinese. A causa di questi due fattori, il posizionamento del gruppo in Asia è rimesso in questione.

Si può anche notare, infine, che alcuni investitori trovano le azioni Carrefour ancora troppo care all’acquisto mentre altri valori di concorrenti statunitensi o britannici propongono dei prezzi più vantaggiosi e strategicamente attraenti.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

Quali sono stati il massimo e il minimo storici recenti delle azioni Carrefour?

Se ci si interessa all’analisi tecnica della quotazione delle azioni Carrefour, una delle analisi indispensabili per comprendere il comportamento del titolo e mettere in opera delle strategie di trading efficaci su di esso, è utile conoscere i loro principali livelli alti e bassi. Relativamente al corso di queste azioni da inizio 2020, si rileva che la quotazione più alta ha raggiunto i 16,89€ mentre la quotazione più bassa è stata di 12,32€.

Quali sono il mercato e la piazza di quotazione delle azioni Carrefour?

Le azioni del gruppo francese Carrefour vengono ovviamente quotate in Francia sul mercato Euronext Paris. Per la precisione, la loro quotazione viene effettuata sul compartimento A di questo mercato ovvero il compartimento che riunisce le più grandi imprese del paese. D’altra parte, per via della sua elevata capitalizzazione borsistica, Carrefour fa anche parte dell’indice borsistico nazionale di riferimento CAC 40.

Cosa può portare al crollo della quotazione delle azioni Carrefour?

È assolutamente possibile che si verifichi un crollo delle azioni Carrefour nei mesi o negli anni a venire. Per prevedere una tale perdita di punti, bisogna seguire con attenzione tutte le principali notizie su questo valore e, in particolare, i risultati finanziari del gruppo, i suoi piani strategici e le notizie sui concorrenti. È inoltre necessario seguire con attenzione i grafici borsistici di questo titolo.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com