Ultimi notizie

Bayer subisce pesanti perdite trimestrali a causa del glifosato

04/08/2020 - 14h54

Trovate informazioni sui recenti risultati trimestrali di Bayer con una perdita di quasi 9,5 miliardi di euro e le cause di queste perdite, in particolare per quanto riguarda il glifosato.

Analisi n. 1

Andrà ovviamente seguita la commercializzazione da parte del gruppo di nuovi farmaci e trattamenti promettenti o ad alto potenziale.

Analisi n. 2

Vanno studiate con attenzione le operazioni di partenariato, fusione o acquisizione messe in opera da Bayer.

Analisi n. 3

Le attività e l’avvenire del gruppo Bayer dipendono anche dalla crescita dell’industria agricola che deve quindi essere seguita con attenzione.

Analisi n. 4

Naturalmente, l'economia mondiale e, in particolare, i problemi affrontati da parte dell'industria farmaceutica sono anch’essi dei fattori che influenzano la quotazione delle azioni Bayer.

Analisi n. 5

Lo stesso vale per i controlli e le normative, in particolare per quanto riguarda i prezzi dei prodotti farmaceutici, che possono avere conseguenze negative sulla redditività del gruppo.

Analisi n. 6

Infine, bisogna tenere d'occhio sia lo sviluppo, da parte della concorrenza, di prodotti sostitutivi a basso costo che le quote di mercato dei principali concorrenti.

Analisi n. 7

In seguito all'acquisizione di Monsanto da parte di Bayer, vanno anche seguite le notizie relative all'uso del glifosato, attualmente controverso, che potrebbero avere effetti negativi sulle vendite del gruppo.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
Il settore della chimica e della farmacia è certamente uno di quelli che attualmente sono meno toccati dalla crisi. É il caso del gruppo tedesco Bayer, quotato in Borsa, le cui azioni possono essere acquistate e vendute online. Per aiutarvi ad inquadrare meglio la sua attività e a trattando i suoi titoli, ecco alcune spiegazioni e dati fondamentali che vi forniranno delle chiavi.  

 

A proposito del gruppo Bayer

Attualmente Bayer è uno dei pilastri della progettazione, della produzione e della commercializzazione di prodotti farmaceutici. La sua attività è suddivisa in vari settori tra cui principalmente i medicinali, i materiali ad alte prestazioni, i prodotti agrochimici ed altre attività meno importanti.

Il suo volume d'affari è ripartito tra Germania, Stati Uniti, Cina ed altri paesi.

 

I principali concorrenti di Bayer

Il settore farmaceutico mondiale presenta una fortissima concorrenza e,di conseguenza, Bayer deve far fronte a diverse grandi aziende che possono togliergli parti di mercato. Vi proponiamo di scoprire qui i 10 più grandi concorrenti di Bayer per aiutarvi nella vostra analisi dei prezzi delle azioni di questo gruppo.

È importante tenere d’occhio l’evoluzione di questa classifica per anticipare al meglio le possibili variazioni della quotazione delle azioni Bayer.

 

I principali partner di Bayer

Diverse alleanze strategiche e partenariati influenzano il corso delle azioni Bayer. Ecco i principali partner del gruppo:

 

Analisi della quotazione dell'azione Bayer

L'azione Bayer è quotata sul mercato tedesco della Deutsche Boerse AG ed si inserisce nel calcolo dell'indice Stoxx Europe 50.

A livello storico la quotazione dell'azione Bayer ha conosciuto forti fluttuazioni nel corso degli anni seguendo in particolare la creazione di nuovi prodotti chimici e tecnologici.

 

Dati importanti a proposito delle azioni Bayer

 

Storico economico e finanziario della società Bayer

Per essere in grado di capire cosa possa influire sul rialzo o sul ribasso della quotazione delle azioni Bayer è necessario immergersi nell’analisi economica e finanziaria della società nel corso degli ultimi anni. È quanto vi proponiamo di scoprire oggi grazie ad un riepilogo degli avvenimenti più significativi di questi ultimi decenni.

Grazie all’analisi degli avvenimenti sopracitati, sarete in grado di comprendere gli eventi economici e finanziari futuri che influiscono sulla quotazione di queste azioni.

 

I vantaggi e i punti forti delle azioni Bayer come attivi di Borsa

Per aiutarvi a prendere delle posizioni a lungo termine rialziste o ribassiste sulla quotazione delle azioni Bayer, è prima di tutto necessario conoscere bene le forze e le debolezze di questo titolo e, quindi, le forze e le debolezze di questo gruppo. Ciò vi permetterà infatti di definire le capacità di crescita dell’azienda e, di conseguenza, le capacità di crescita o di recessione del suo titolo borsistico. Cominciamo con un riassunto dei principali punti positivi del gruppo Bayer che vi presentiamo qui in dettaglio.

Per prima cosa, va ovviamente sottolineata la presenza di Bayer sul mercato internazionale, presenza che rappresenta il principale punto di forza del gruppo. Con oltre 300 aziende situate in 78 paesi, il sistema di distribuzione messo in opera da Bayer è al tempo stesso solido e integrato. Per raggiungere questo obiettivo Bayer ha potuto contare su oltre 150 anni di esperienza nei settori della salute e dell’agricoltura.

Un altro plus considerabile della società Bayer riguarda la ripartizione delle sue attività in differenti poli. Il gruppo ha infatti strutturato le proprie attività in tre grandi divisioni ovvero la divisione farmaceutica, la divisione salute del consumatore e scienza delle piante e, infine, la divisione salute animale che si occupa di prodotti e soluzioni per il trattamento degli animali domestici.

Il gruppo Bayer è anche riconosciuto per le sue capacità d’innovazione che costituiscono un vero e proprio plus in questo settore di attività in cui la concorrenza è forte. Si devono alla divisione ricerca e sviluppo della Bayer delle vere e proprie rivoluzioni nel passato come la creazione di medicinali quali Aspirina, Rennie e Poncho. Ma l’azienda continua ad innovare ancora oggi. Il gruppo spende in ricerca e sviluppo diversi miliardi di euro ogni anno, ripartiti tra Nord America, Europa, Medio Oriente e America del Sud. Nel 2016 il budget di ricerca e sviluppo ha raggiunto i 4,7 miliardi di euro e potrebbe ancora crescere in futuro. L’innovazione è infatti la principale competenza di questo gruppo che fa di tutto per rimanere all’avanguardia in ambito scientifico. Per raggiungere questi obiettivi Bayer stringe spesso con altre aziende specializzate dei partenariati e delle alleanze strategici al fine di sviluppare in comune delle nuove soluzioni innovative.

Le eccellenti performance della società Bayer sono anche dovute ad un’organizzazione del lavoro particolarmente intelligente. I circa 115.000 dipendenti di Bayer nel mondo beneficiano infatti di una formazione continua e di un ambiente di lavoro sano e ciò aumenta in maniera considerevole sia la redditività del gruppo che la sua capacità di innovare.

Infine, le performance finanziarie della Bayer sono in linea con i solidi flussi di liquidità. La salute finanziaria dell’azienda viene quindi considerata come solida e stabile. Inoltre, i dividendi versati agli azionisti sono particolarmente interessanti.

Tutto ciò porta a pensare che il titolo Bayer debba essere trattato all’acquisto ma, come vedremo a seguire, questa strategia è comunque relativamente rischiosa.

 

Gli inconvenienti e i punti deboli delle azioni Bayer come attivi di Borsa

Sebbene il gruppo Bayer presenti effettivamente molti punti a suo vantaggio che gli permettono di guadagnare la fiducia degli investitori per quanto riguarda la sua capacità di crescita, deve anche fronteggiare alcune minacce e tenere conto dei punti deboli. Ecco quindi, per completare le vostre valutazioni, le principali debolezze di questo titolo borsistico.

Per prima cosa, la società Bayer subisce una legislazione sfavorevole per quanto riguarda i brevetti, in particolare da parte dei governi dei paesi del terzo mondo che sostengono in primo luogo le aziende locali per lo sviluppo dei farmaci generici.

L’attuale ambiente regolamentario è anch’esso un freno allo sviluppo della Bayer. Infatti, la FDA ed altri organismi hanno recentemente inasprito le regole applicabili al depistaggio delle droghe e ai settori connessi per via delle numerose proteste da parte dei militanti dei diritti dell’uomo di tutto il mondo.

Recentemente, in relazione alla determinazione dei suoi prezzi, il gruppo Bayer ha inoltre subito delle allegazioni che hanno offuscato la sua immagine di marca e che potrebbero continuare a pesare sulle vendite a più o meno lungo termine.

Infine, anche se il gruppo Bayer, come la maggior parte dei suoi concorrenti, punta molto sullo sviluppo dei prodotti biotecnologici, la notevole complessità di fabbricazione di tali prodotti tende a far aumentare i rischi.

In definitiva, le pecche di questo valore sembrano avere un’importanza ed un impatto elevati quanto i suoi vantaggi ed è quindi indispensabile prenderle in considerazione al momento della presa di posizione sulla quotazione di queste azioni in Borsa.

Domande frequenti

Quali sono attualmente le principali filiali del gruppo Bayer?

Se il gruppo Bayer è riuscito a diventare uno dei protagonisti del settore della farmaceutica è senza dubbio grazie agli investimenti che ha effettuato nelle filiali sia in Germania che all’estero. Ad oggi, le differenti filiali detenute dal gruppo Bayer sono Bayer Health Care AG, che comprende anche Bayer Schering Pharma, Bayer CropScience AG, Bayer Material Science AG e Monsanto, il più recente acquisto di rilievo realizzato dall’azienda per diversificarsi.

Quando è avvenuto l’acquisto di Monsanto da parte del gruppo Bayer?

L’acquisto di Monsanto da parte di Bayer è stato uno degli eventi che hanno maggiormente segnato la storia di questa impresa. La procedura di acquisto è stata lanciata nel 2016, dopo due settimane di voci al riguardo, con un’offerta di Bayer per un importo di 62 miliardi di dollari. A settembre dello stesso anno il gruppo ha annunciato l’aumento della propria offerta a 66 miliardi di dollari e questa è stata infine accettata da Monsanto il 14 settembre quando Bayer annuncia ufficialmente l’acquisto del gruppo.

Chi sono i tre più grandi azionisti del gruppo Bayer?

Il gruppo Bayer è attualmente detenuto da diversi grandi azionisti di cui ecco i primi tre in termini di quote: BNP Paribas Asset Management che detiene il 6.65% delle quote del gruppo, Temasek Holdings Pte Ltd che detiene il 3.71% del capitale e, infine, Norges Bank Investment Management con il 3.01% delle quote.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.