ROCHE

Analisi della quotazione delle azioni Roche

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

L’evoluzione della piattaforma online sviluppata da Roche che dovrebbe permettergli di conquistare nuovi clienti nel corso dei prossimi anni nonché dovrebbe anche aiutare Roche a conoscere meglio le esigenze dei suoi clienti.

Analisi n. 2

Il fatto che il mercato sia in pieno sviluppo dovrebbe inoltre permettere a Roche di migliorare la propria competitività rispetto alla concorrenza attraverso una diluizione del vantaggio concorrenziale.

Analisi n. 3

La ripresa della crescita economica e l’aumento del potere d’acquisto dopo un lungo periodo di crisi sono anch’esse delle buone notizie per Roche che dovrebbe così continuare ad aumentare le vendite.

Analisi n. 4

Il recente calo del prezzo dei carburanti consente all’azienda di ridurre i costi di trasporto con conseguenti ripercussioni sui prezzi di vendita dei suoi prodotti. L’azienda può così essere più competitiva.

Analisi n. 5

Anche le recenti riforme delle politiche fiscali possono avere delle ripercussioni sul business model di Roche offrendogli l’opportunità di aumentare i propri utili in qualità di attore consolidato.

Analisi n. 6

Prima di tutto, il mercato statunitense tende all’isolazionismo provocando  già delle perdite per Roche e potrebbe spingere altri paesi ad imitarlo con ovviamente delle conseguenze negative sulle vendite internazionali del gruppo.

Analisi n. 7

Il gruppo Roche deve anche essere in grado di innovare ulteriormente perché la maggior parte dei prodotti che sviluppa sono in realtà delle risposte alle innovazioni dei concorrenti. La sua offerta di nuovi prodotti manca quindi di regolarità il che provoca dei cali di vendite in certi periodi.

Analisi n. 8

L’eventualità che il prezzo di alcune materie prime conosca una forte crescita potrebbe avere delle ripercussioni sulla redditività del gruppo Roche. La crescita degli stipendi negli Stati Uniti e in Cina mette una pressione ulteriore.

Analisi n. 9

Per via della sua attività internazionale, la redditività del gruppo dipende inoltre dal tasso di cambio di alcune valute molto volatili in funzione del clima geopolitico instabile. Analogamente, in certi paesi le leggi sulla responsabilità differiscono dalla politica di Roche mettendo un freno supplementare ed aumentando, a volte in maniera rilevante, le difficoltà di adattamento del gruppo in questi mercati.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Presentazione della società Roche

Il gruppo Roche Holding è attualmente uno dei leader mondiali del settore farmaceutico. La sua attività si può suddividere in vari settori il principale dei quali è costituito dai prodotti farmaceutici e dalle attrezzature diagnostiche.

Sebbene il gruppo Roche sia svizzero, solo una piccola percentuale del suo volume d’affari viene prodotta in questo paese. La sua attività si estende principalmente negli Stati Uniti, in Europa, in Asia e in Giappone.

Analisi della quotazione delle azioni Roche
Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

Concorrenza

Passiamo ora a presentare i principali avversari del gruppo Roche nel suo settore di attività. Roche non è ovviamente l’unico importante gruppo farmaceutico e deve far fronte ai concorrenti che seguono:

Pfizer

Il gruppo statunitense Pfizer è il leader di questo settore di attività ed è presente in oltre 150 paesi. Impiega attualmente oltre 81.800 persone in tutto il mondo ed è noto in particolare per le sue numerose operazioni di fusione con altre imprese concorrenti come Warner-Lambert, Pharmacua e Wyeth.

Novartis

Un altro concorrente importante di Roche è il gruppo svizzero Novartis, nato dalla fusione tra Ciba-Geigy e Sandoz. Propone prodotti farmaceutici per il trattamento di malattie cardiovascolari, respiratorie e dermatologiche, affezioni gastrointestinali, tumori, disfunzioni del sistema nervoso centrale e disturbi ormonali nonché farmaci generici, prodotti per la cura degli occhi e altro ancora.

Sanofi

Naturalmente, anche il gruppo transnazionale francese Sanofi è un serio concorrente di Roche. Le sue attività riguardano in particolare la farmaceutica e i vaccini. Nel settore sanitario, il gruppo Sanofi si colloca al terzo posto a livello mondiale in termini di fatturato ma all’undicesimo in termini di capitalizzazione di Borsa. La grande maggioranza del fatturato del gruppo è realizzata al di fuori dell'Europa (72,6% del fatturato totale) e la società occupa oltre 100.000 dipendenti ripartiti in un centinaio di paesi. Sul piano borsistico, Sanofi è attualmente la terza capitalizzazione della Borsa di Parigi ed è in parte detenuta dal gruppo L’Oréal che ne controlla il 9,48% del capitale.

Merck

Bisogna anche tener conto della concorrenza da parte del gruppo tedesco Merck, che ha sede a Darmstadt, in Assia, e le cui origini risalgono al 1668. Il gruppo è specializzato nei settori della farmaceutica e della chimica. La società Merck ha fatto il suo ingresso nel mercato azionario negli anni ’90 e la maggior parte delle sue azioni appartiene ancora alla famiglia tedesca Merck.

GSK

Tra i principali concorrenti del gruppo Roche vi è naturalmente anche la multinazionale britannica GlaxoSmithKline, che è uno dei leader mondiali dell’industria farmaceutica. Il gruppo è nato dalla fusione tra la Glaxo Wellcome e la SmithKline Beecham avvenuta nel 2000.

Bayer

Infine, è necessario seguire con attenzione anche il gruppo Bayer AG, una società tedesca specializzata nel settore farmaceutico e agrochimico creata nel 1863 a Barmen. Il gruppo Bayer è specializzato nello sviluppo di medicinali, di prodotti sanitari da banco e di prodotti fitosanitari destinati al settore agricolo. L’azienda è inoltre nota per essere stata la prima impresa al mondo ad aver sintetizzato l’aspirina nel 1897.


Alleanze strategiche

Il gruppo Roche crea costantemente partenariati ed alleanze strategici nell’ambito della ricerca, della produzione e della distribuzione per consolidare le proprie forze commerciali.

Bayer

Per esempio Roche si è alleata a Bayer alla fine degli anni ’90 creando una joint-venture negli Stati Uniti che mirava a produrre e commercializzare un analgesico ed altri medicinali da banco.

Unicancer

Nel 2008 Roche si è alleata a UNICANCER per la raccolta di dati sulle metastasi del cancro al seno.

Areva

Nel 2012 il gruppo Areva si è associato a Roche per costruire un laboratorio in comune situato in Francia. Il progetto si è concretizzato nel 2013.

Sentara Consolidated Laboratories of Norfolk

Nel 2017 Roche ha creato anche un partenariato con un laboratorio statunitense, Sentara Consolidated Laboratories of Norfolk, che è divenuto un attore della rete Molecular Center of Excellence (MCOE) creata da Roche.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500
Gli elementi a favore di un rialzo della quotazione delle azioni

Il gruppo Roche ha molti atout che dovrebbero permettergli di sviluppare le proprie attività in un futuro prossimo quindi, se desiderate mettere in opera una strategia di trading all’acquisto su queste azioni, è necessario conoscere tali vantaggi per assicurarsi che il titolo abbia delle forti probabilità di evolvere al rialzo. Ecco quindi i principali punti di forza di questa azienda.

Prima di tutto, l’automatizzazione delle attività messa in opera dal gruppo Roche ha apportato un miglioramento nella qualità dei prodotti ed ha permesso al gruppo di svilupparsi maggiormente o, al contrario, di ridurre le proprie attività in funzione delle esigenze del mercato.

Il gruppo Roche ha inoltre dimostrato di essere in grado di adattarsi ai nuovi mercati grazie alla sua perizia che gli permette di penetrare più facilmente e di impiantarvisi stabilmente. Grazie a questa espansione esterna Roche è così riuscita a generare ulteriori introiti nonché à proteggersi contro i rischi ciclici del mercato su cui principalmente opera.

Il gruppo Roche è anche riconosciuto per essere un fornitore affidabile disponendo lui stesso di una solida base di fornitori di materie prime. In tal modo può far fronte al collo di bottiglia della catena di approvvigionamento e onorare gli ordini.

Roche può anche contare su una rete di distribuzione solida ed affidabile che ha saputo costruire nel corso del tempo e che gli permette di raggiungere una gran parte del mercato mondiale.

Il gruppo dispone inoltre di mano d’opera altamente qualificata che viene rafforzata costantemente tramite dei validi programmi di formazione e apprendimento. Il gruppo Roche investe infatti molto nella formazione e nell’aumento di competenze dei suoi dipendenti ottenendo così una massa salariale maggiormente motivata.

Tra i punti forti del gruppo si può anche citare il particolarmente elevato livello di soddisfazione della clientela di Roche. Grazie al suo dipartimento dedicato alla gestione delle relazioni con la clientela, infatti, Roche è riuscita a raggiungere un livello di soddisfazione della clientela molto elevato nonché ad attrarre nuovi clienti.

Segnaliamo come atout anche i rendimenti delle spese in capitale del gruppo. Roche riesce infatti a condurre a buon fine numerosi progetti con dei ritorni su investimento rapidi e elevati.

Infine, l’ultimo vantaggio del gruppo riguarda ovviamente la sua capacità di innovazione con un’esperienza di successo nello sviluppo ricorrente di nuovi prodotti.

Gli argomenti a favore di un ribasso della quotazione delle azioni

Prendendo in considerazione i vari elementi sopracitati si può pensare che le attività del gruppo Roche nonché le sue azioni in Borsa abbiano delle ottime probabilità di evolvere al rialzo. Tuttavia, prima di prendere posizione su questa tendenza, dovete anche conoscere gli eventuali difetti di queste azioni e quindi i punti deboli dell’azienda che vi proponiamo di scoprire qui più in dettaglio.

Per prima cosa, si sa che il gruppo Roche incontra delle difficoltà nell’integrare alcune aziende che hanno una differente cultura del lavoro. A causa di tali differenze il gruppo non riesce a operare una reale fusione con certe piccole aziende.

Per quanto riguarda il mercato del lavoro, si sa che Roche spende molto nella formazione dei suoi dipendenti. Tali spese possono tuttavia essere un freno per i suoi utili in un periodo incentrato sul calo dei costi di produzione per l’insieme dell’industria farmaceutica soprattutto rispetto alla concorrenza che sembra ridurre tali costi.

Si sa anche che sia il tasso di redditività che il contributo netto del gruppo Roche sono al di sotto della media di questo settore di attività.

Ci si può inoltre rammaricare della mancanza di varietà nella gamma di prodotti proposti dall’azienda. Tale scelta ristretta può infatti permettere ad alcuni dei suoi principali concorrenti di sottrargli delle quote di mercato. Allo stesso modo, Roche non si mostra all’altezza quando si tratta di prevedere l’aumento della domanda di alcuni prodotti e si ritrova a volte con degli stock eccessivi o insufficienti.

Ricordiamo inoltre che, sebbene il gruppo Roche sia attualmente uno dei leader del settore farmaceutico, per quanto riguarda le attività accessorie la loro riuscita rimane limitata. La società ha infatti qualche difficoltà a svilupparsi in altri segmenti di prodotti.

Infine, ricordiamo che Roche subisce una concorrenza molto forte da parte delle aziende dello stesso settore il che comporta una pressione supplementare sui suoi risultati.

Le informazioni fornite in questa pagina sono solo indicative e non devono essere utilizzate senza effettuare un’analisi fondamentale più completa di questo titolo, tenendo conto, in particolare, dei dati esterni, delle pubblicazioni future e di qualsiasi notizia di natura fondamentale che potrebbe far evolvere questi punti di forza e di debolezza o renderli più o meno gravosi. Tali informazioni non costituiscono in alcun modo raccomandazioni per la realizzazione di transazioni.

Domande frequenti

Quali sono le filiali del gruppo Roche?

Il gruppo Roche svolge le proprie attività tramite differenti filiali, specializzate per tipo di produzione o per area geografica, che sono il frutto di una strategia di espansione internazionale messa in opera dal gruppo molti anni fa. Tra le filiali di Roche vanno segnalate in particolare Genentech, Ventana Medical Systems, Roche Regno Unito, Roche Israele, Roche Stati Uniti e Roche.

Quali sono gli ultimi dati da conoscere sulle azioni Roche?

L’analisi dei dati finanziari e borsistici delle azioni Roche è ovviamente indispensabile se si desidera mettere in opera una buona strategia su questo valore. Per quanto riguarda le ultime pubblicazioni ufficiali del gruppo, a fine 2019 si rileva una capitalizzazione borsistica totale di 252.909 milioni di CHF. Il fatturato realizzato nell’esercizio 2018 è stato di 58.846 milioni di CHF con un utile netto di 10.500 milioni di CHF.

Roche fa parte delle più grandi industrie farmaceutiche del mondo?

Sì, ad oggi il gruppo Roche si posiziona tra le più grandi industrie farmaceutiche del mondo. Per la precisione, in termini di fatturato questa società svizzera si posiziona come numero tre di questo settore di attività subito dietro ai gruppi Pfizer e Novartis e davanti a Merck e Sanofi. Questa classifica può ovviamente evolvere in funzione dei cambiamenti nella ripartizione delle quote di mercato.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com