PETROLIO

Analisi dell'evoluzione della quotazione e del prezzo del barile di petrolio

--- Pubblicità ---
76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Non a caso molti investitori sono ora e da molti anni interessati al petrolio greggio, noto anche come “oro nero”. In effetti, questa risorsa energetica è particolarmente preziosa e l’economia mondiale ne è fortemente dipendente, anche da quando si sono sviluppate nuove energie rinnovabili. Il petrolio greggio è altresì un bene di borsa che offre una volatilità molto elevata, come risulta facilmente dall’analisi storica dei suoi prezzi. Questo valore può essere negoziato online tramite contratti CFD. Sul mercato petrolifero, la quotazione del petrolio rappresenta l’evoluzione del suo prezzo ed è determinato dagli operatori di tale mercato. Questo prezzo è rappresentativo sia del valore proprio del petrolio che del suo valore speculativo in termini diversi. Attraverso questa pagina scoprirete come viene fissato il prezzo del petrolio e come cambia nel tempo in funzione dei vari fattori che possono influenzarlo.  

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

I dati di produzione in numero di barili al giorno dei paesi dell’OPEC. Una produzione troppo grande di solito porta a un ribassamento dei prezzi per barile e viceversa.

Analisi n. 2

Gli stock, compresi i titoli americani, che vengono pubblicati settimanalmente nel calendario economico. Anche gli stock di grandi dimensioni contribuiscono a far ridurre i prezzi, mentre gli stock bassi portano a un rialzo dei prezzi.

Analisi n. 3

La situazione geopolitica internazionale: i conflitti che colpiscono i paesi produttori ed esportatori di petrolio spesso influenzano l’evoluzione del prezzo di un barile.

Analisi n. 4

Infine, anche il valore del dollaro americano sul mercato dei cambi è un fattore determinante. Poiché il barile di petrolio è quotato in dollari, più debole sarà la moneta, più aumenteranno gli acquisti di petrolio da parte dei possessori di altre valute.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

Come viene fissato il prezzo di un barile di petrolio greggio?

I vari petroli che possono essere negoziati in borsa sono quotati in funzione del loro livello di qualità rispetto ai cosiddetti petroli di riferimento, che sono ovviamente il petrolio Brent del Mare del Nord e l’americano WTI o West Texas Intermediate. Infatti, oltre la metà del petrolio prodotto a livello mondiale è valutata in riferimento a questi due petroli grezzi. Per ciascun petrolio si applica un premio o uno sconto al prezzo del petrolio di riferimento, che dovrebbe riflettere la differenza di qualità tra il primo e il suo petrolio di riferimento.

Ma chi è responsabile di determinare il prezzo di un barile di petrolio? Infatti, solo poche decine di attori sono incaricati di fissare i prezzi del petrolio. Sono principalmente gruppi petroliferi e del gas, rappresentanti dei paesi petroliferi dell’OPEC, commercianti di idrocarburi europei e americani, nonché alcune banche specializzate nel commercio di petrolio greggio.

È quindi molto difficile capire come funziona il vero processo di fissazione dei prezzi del barile di petrolio, perché è complesso e dipende da numerose regole successive, che sono state imposte nel tempo da agenzie tra cui Platts e Argus Media, nota anche come Petroleum Argus. Sono queste le agenzie incaricate di stabilire la quotazione dei petroli di riferimento e di rendere questo processo il meno possibile soggetto a manipolazioni.

Come vedremo in seguito nel dettaglio, naturalmente ci sono molti fattori esterni che influenzano il prezzo del petrolio, tra cui, naturalmente, la forza dell’offerta e della domanda, ma anche altri fattori più contestuali. Tra questi elementi ritroviamo i contesti giuridici nazionali e talvolta regionali; annunci o negazioni della scoperta di nuovi giacimenti petroliferi nel mondo; rischi geostrategici, dato che il petrolio è una risorsa naturale il cui prezzo può evolvere rapidamente in funzione delle tensioni e dei conflitti internazionali; più in generale, le notizie internazionali o le decisioni politiche da parte dei paesi produttori, compresi i paesi dell’OPEC; il notevole aumento dei costi di investimento a causa dell’esaurimento delle risorse facilmente accessibili e dell’obbligo per gli operatori di investire più fondi per la ricerca, lo sviluppo e il trattamento di petroli non convenzionali, che sono spesso più sporchi e si trovano a grandi profondità, in particolare in mare. L’avvento delle forniture energetiche alternative e il mercato del carbone sono anch’essi fattori contestuali che possono influenzare questi prezzi.

 

I casi di manipolazione dei prezzi del petrolio greggio da conoscere:

In passato, anche il prezzo del greggio è stato manipolato, nonostante la diffidenza e la supervisione da parte delle agenzie incaricate di determinarne il prezzo. Negli ultimi anni sono stati resi pubblici vari casi di transazioni fraudolente o manipolazione dei prezzi e qui ci sono alcuni esempi che è necessario conoscere prima di iniziare ad analizzare questo valore.

 

Gli elementi che influenzano l’andamento dei prezzi del petrolio greggio includono:

Ora che abbiamo esaminato gli elementi contestuali e le particolarità che possono cambiare il prezzo del petrolio greggio, ti suggeriamo di andare un po’ più a fondo sugli elementi ricorrenti utilizzati dagli investitori per prevedere le future variazioni dei prezzi del petrolio greggio.

Questi fattori sono essenziali da analizzare in quanto il petrolio, come qualsiasi altra materia prima o bene finanziario, è influenzato principalmente dal fenomeno dell’offerta e della domanda e più specificamente dal rapporto tra questi due fattori.

È noto che il petrolio è una materia prima indispensabile nel mondo e viene utilizzato sia come materia prima che come carburante, per la produzione di materie plastiche, prodotti farmaceutici e molti altri prodotti. Ecco perché la domanda di petrolio rimane forte e la salute di queste industrie determinerà la maggior parte della domanda mondiale di petrolio. Infatti, se la domanda da parte di queste industrie aumenta mentre la produzione ristagna, ciò comporterà logicamente un aumento dei prezzi di questa materia prima. Naturalmente, e viceversa, quando queste industrie affrontano una fase di recessione, il loro fabbisogno di petrolio sarà ridotto e la domanda diminuirà. In questo caso, se la produzione rimane stabile o aumenta, ciò porterà, in termini logici, ad un ribasso dei prezzi del petrolio greggio al barile.

Come potrai capire, è prima di tutto analizzando la differenza tra domanda e offerta che sarai in grado di determinare come evolverà il prezzo o la quotazione del petrolio greggio.

Va inoltre notato che ora questa analisi è un po’ più complessa di prima. Alcuni anni fa, era abbastanza semplice comprendere come questi prezzi si sarebbero comportati. A quel tempo, gli Stati Uniti erano il principale consumatore di petrolio greggio. D’altra parte, l’OPEC è stato il principale fornitore del mercato in termini di produzione. Ma nel tempo e nel corso degli anni, questa situazione si è complicata ed è diventata un po’ più confusa. Una delle spiegazioni di questo fenomeno è che le tecnologie di trivellazione petrolifera sono notevolmente migliorate e hanno consentito di migliorare l’offerta. Inoltre, abbiamo visto la comparsa di soluzioni alternative a questa produzione. Infine, nuovi attori si sono insinuati nell’equazione, tra cui la Cina, che è diventata uno dei principali consumatori di petrolio nel mondo.

Di seguito, esamineremo più da vicino i fattori che modificano l’offerta o la domanda di petrolio e quindi contribuiscono all’evoluzione del prezzo e della quotazione di questa materia prima.

 

Quali sono gli elementi che influenzano l’offerta di petrolio:

Iniziamo concentrandoci sull’offerta di petrolio nel mondo. Esistono una serie di fattori che hanno un effetto diretto o indiretto sulla quantità di petrolio disponibile sul mercato, che vi proponiamo di scoprire qui in modo più dettagliato.

Innanzi tutto, è particolarmente importante seguire con attenzione le notizie dell’OPEC. Questo acronimo indica l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio. Questa organizzazione è responsabile della pubblicazione di un report che definisce il volume di produzione di ciascuno dei suoi membri. L’organizzazione è composta da 14 paesi che producono quasi il 40% del petrolio mondiale ogni anno. Pertanto, le relazioni dell’OPEC hanno un’influenza molto importante sull’offerta globale di oro nero e possono contribuire a determinarne l’offerta in modo relativamente preciso. Tra gli elementi da seguire in particolare per quanto riguarda l’OPEC, vi sono le riunioni di quelle organizzazioni ritenute più influenti. È in queste riunioni che vengono determinati e discussi i futuri livelli di produzione. Quando i vari membri di questa organizzazione dell’OPEC concorderanno sui livelli di produzione da fissare, ciò avrà un impatto diretto e significativo sul prezzo del petrolio greggio al barile. Va notato, tuttavia, che gli elementi di ordine geopolitico possono rendere più difficile il raggiungimento di questo consenso tra i membri dell’OPEC. Ciò è avvenuto in particolare nel 2014, quando i paesi dell’OPEC non sono riusciti a trovare un terreno comune sul congelamento della produzione petrolifera al fine di contrastare il rallentamento della crescita cinese e l’incremento della forza dello scisto americano. A seguito di questo evento, si è registrato un aumento dell’offerta che ha superato di gran lunga la domanda e quindi un calo dei prezzi del petrolio greggio.

Naturalmente, l’OPEC non è l’unico attore che svolge un ruolo importante nella fornitura mondiale di petrolio. In effetti, devono essere presi in considerazione anche altri paesi produttori di petrolio che non fanno parte di questa organizzazione, come la Russia, l’Arabia Saudita e gli Stati Uniti, che da molti anni sono i tre maggiori produttori di petrolio al mondo. Oggi l’Arabia Saudita ha aderito all’OPEC, ma nell’adeguamento dei prezzi del petrolio terremo conto anche del ruolo degli Stati Uniti e della Russia, la cui influenza rimane molto importante. Tuttavia, dato che attualmente non esiste una relazione unificata, resta difficile monitorare in modo affidabile i livelli di produzione di questi paesi.

Infine, nel quadro dell’analisi dell’approvvigionamento petrolifero, verranno monitorati i cosiddetti “shock di offerta”. Sappiamo che gran parte del petrolio mondiale viene prodotto in Medio Oriente. Di conseguenza, i conflitti militari e il terrorismo possono avere un forte impatto sulla produzione mondiale di petrolio. Nel corso degli anni 2000 c’è stata una perdita di crescita della produzione a causa della guerra in Iraq. Altri elementi, come le condizioni climatiche specifiche, possono anche avere un’influenza significativa sulla produzione petrolifera e quindi sull’approvvigionamento petrolifero. Questo è stato constatato di recente con l’uragano Katrina, che ha portato ad un aumento del prezzo al barile dopo aver distrutto un importante gasdotto.

 

Quali sono gli elementi che influenzano la domanda di petrolio:

Passiamo ora agli elementi che avranno un’influenza maggiore o minore sulla domanda di petrolio.

 

L’analisi tecnica per anticipare l’evoluzione dei prezzi del petrolio:

Abbiamo appena spiegato nel dettaglio i fattori che influenzano l’offerta e la domanda di petrolio e quindi l’evoluzione del prezzo di questa materia prima. Ma è anche necessario prendere in considerazione l’analisi tecnica prima di assumere una posizione su questo bene.

Per eseguire questa analisi, è sufficiente utilizzare un grafico personalizzabile, come quelli proposti dai broker online e visualizzare diversi indicatori di tendenza e volatilità. Solo quando i segnali dell’analisi tecnica e i segnali dell’analisi fondamentale saranno concordanti, le previsioni di questa evoluzione saranno più affidabili e quindi sarai in grado di ottimizzare le tue posizioni su questo valore.

Domande frequenti

Quali sono i differenti petroli di riferimento?

Tra i petroli greggi la cui quotazione viene utilizzata come referenza del mercato si trovano ovviamente il petrolio WTI, West Texas Intermediate, e il Brent del mare del Nord di cui parliamo in questo articolo. Tuttavia, ce ne sono anche altri come il Dubai Fateh, che è la referenza per il petrolio prodotto nel golfo Persico, il Bonny Light, che fa referenza per il petrolio prodotto in Nigeria, e il Western Canadian Select, che è la referenza dei petroli pesanti canadesi.

Quanti choc petroliferi hanno fatto crollare la quotazione del greggio?

Come tutti sanno, gli choc petroliferi sono degli eventi che nella maggior parte dei casi causano un crollo delle quotazioni del petrolio. Dagli anni ‘70 questo mercato ha conosciuto quattro grandi choc: fra il 1985 e il 1986, fra il 1997 e il 1998, nel 2008 per la crisi dei subprime e, infine, nel 2020 a causa della crisi del Covid-19.

Quali sono i paesi membri dell’OPEC?

L’OPEC è un raggruppamento di paesi produttori di petrolio, creato nel 1960 dall’Arabia Saudita, che influenza fortemente le quotazioni. I membri attuali dell’OPEC sono Arabia Saudita, Iran, Iraq, Kuwait e Venezuela per quanto riguarda i paesi fondatori nonché Algeria, Angola, Gabon, Libia, Nigeria, Emirati Arabi Uniti, Qatar ed Ecuador che si sono aggiunti successivamente.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.