Come evolverà la quotazione dell’oro fino al 2030?

 

Molti degli investitori che si interessano all’oro come valore di investimento si chiedono a che termine trattarlo. Infatti, sebbene questo attivo dimostri spesso di essere redditizio a lungo termine, è necessario saper prevedere correttamente le sue future tendenze di fondo e ci si può quindi chiedere quale sarà la quotazione dell’oro tra una decina d’anni, quindi nel 2030. Ecco alcuni elementi di risposta che ti aiuteranno a scegliere una strategia.  

 

Un’interessante previsione sulla quotazione dell’oro per i prossimi anni

Prima di interessarci a quella che potrebbe essere la quotazione dell’oro nel 2030, proponiamo di scoprire in un primo tempo in che modo gli analisti più stimati valutino questo valore e la sua progressione negli anni a venire.

Il gruppo bancario svizzero UBS ha recentemente diffuso un’analisi che prefigura una previsione molto positiva della quotazione dell’oro da oggi al 2023. È vero che gli ultimi mesi sono stati molto promettenti per il prezioso metallo giallo che ha guadagnato molti dollari dopo un forte calo subito nel 2018. Secondo UBS la quotazione dell’oro non dovrebbe fermarsi qui e dovrebbe ancora salire entro la fine del 2019 con una tendenza rialzista piuttosto forte e inattesa.

Tuttavia, nonostante un rialzo certamente rapido entro fine di quest’anno, gli anni successivi saranno, sempre secondo questa fonte di analisi, più moderati in termini di volatilità con dei movimenti meno sorprendenti. Si dovrebbe quindi osservare una crescita continua della quotazione di questo attivo fino al 2023 e lo stesso dovrebbe accadere per alcuni altri metalli preziosi come l’argento e il platino che, d’altra parte, sono fortemente correlati all’oro. Bisognerà comunque relativizzare le previsioni sull’argento che dipende in gran parte dalla domanda proveniente dalle applicazioni industriali e che potrebbe quindi essere fortemente influenzato dalla salute economica mondiale.

Sfortunatamente, le previsioni realizzate da UBS non si spingono oltre questo periodo e non danno quindi informazioni su quella che sarà la quotazione dell’oro nel 2030 ovvero tra poco più di 10 anni. Ciò richiederà di affidarsi alle proprie analisi.

 

Come prevedere quale sarà la quotazione dell’oro nel 2030 nel miglior modo possibile?

Anche se si ha un’idea più o meno precisa delle possibilità di evoluzione della quotazione dell’oro negli anni a venire, prevedere il proprio investimento a 10 anni si rivela un po’ più complesso ed è ovviamente attualmente troppo presto per predire con precisione quale sarà il prezzo di questo metallo prezioso nel 2030.

Per mettersi nelle migliori condizioni, sarà quindi necessario tenersi al corrente di eventuali previsioni future da parte di grandi organismi internazionali nei mesi e negli anni a venire. Si può ovviamente anche fare affidamento sulla propria capacità di analisi e imparare a prevedere personalmente le future variazioni di questo attivo. Per farlo bisogna ovviamente padroneggiare i differenti fattori ed elementi che possono avere un’influenza diretta sul prezzo di questa materia prima. L’analisi permetterà in genere di determinare delle buone tendenze a breve termine per questo valore ma anche di capire come questo attivo possa comportarsi a medio termine.

Va da sé che una buona previsione sulla quotazione dell’oro è un esercizio piuttosto difficile e che richiede una certa esperienza. Non è un caso se gli esperti in materia sono unanimemente riconosciuti dagli investitori istituzionali perché dispongono dell’esperienza e delle conoscenze necessarie a realizzare delle previsioni più o meno affidabili. È infatti noto che, per via della sua volatilità e della sua estrema sensibilità agli altri mercati, l’oro rimane uno dei valori più complessi da analizzare a medio e lungo termine. Rimane tuttavia possibile identificare, con maggior precisione e in maniera più affidabile, delle tendenze a breve termine. Quanto spiegheremo ora non consentirà quindi di determinare da oggi in che modo evolverà la quotazione dell’oro da qui al 2030 ma permetterà invece di realizzare una previsione relativamente interessante e probante su 5 anni.

Infatti, l’unico dato affidabile quando si analizzano le future tendenze della quotazione dell’oro è la produzione di questo metallo. È noto che, qualsiasi cosa accada, l’oro è un metallo raro la cui quantità disponibile aumenta molto lentamente e in maniera prevedibile. La rarità e il limite di produzione di questo prezioso metallo provocano quindi un rialzo sensibile del prezzo dell’oncia quando la domanda mondiale aumenta, il che è logico perché non è possibile aumentare la produzione dell’oro per farvi fronte.

 

Quali sono i differenti indici che permettono di analizzare la quotazione dell’oro a medio termine?

Oltre ai dati fissi e conosciuti sulle capacità di produzione dell’oro, se si desidera investire sull’oro a medio termine è ovviamente necessario analizzare altri fattori influenti. Gli esperti si basano su questi stessi indicatori per realizzare le loro previsioni e utilizzano differenti elementi considerati affidabili.

Per prima cosa, bisogna ovviamente prendere in considerazione il comportamento delle banche centrali. Le decisioni prese da queste banche hanno infatti un peso enorme nell’evoluzione della quotazione dell’oro. Questo è quindi il primo elemento di cui ci si deve servire nel quadro delle analisi fondamentali di questo valore. È noto in particolare che quando alcune banche centrali, come quelle dei paesi emergenti, aumentano la loro domanda di oro a breve termine si produce un rialzo del prezzo di questo valore. Quando un paese si sviluppa, se la sua banca centrale detiene poco oro rispetto ad altri organismi dei paesi sviluppati come le banche centrali europee e americane, il suo obiettivo in caso di crescita è di aumentare le proprie riserve per gli anni successivi.

Bisogna inoltre tener conto della politica monetaria condotta dalla Fed, Federal Reserve Board, ovvero la banca centrale degli Stati Uniti, che ha una forte influenza su questo valore. Infatti, come dimostrato dallo storico dell’oro di questi ultimi decenni, l’evoluzione dei tassi di interessi fissati da questo organismo ufficiale influenzano direttamente la quotazione del metallo prezioso. Quando la Fed decide di alzare i suoi tassi di interesse, la quotazione dell’oro subisce un calo significativo. Ma a cosa è dovuta questa relazione tra l'oro e la politica monetaria statunitense? Bisogna sapere che il corso dell’oro viene quotato in dollari statunitensi. Quando il tasso di interesse è elevato il dollaro attira gli investitori e il suo valore aumenta rendendo l’oro meno interessante perché più costoso per gli investitori che lo acquistano con altre valute.

Alcuni specialisti dell’analisi dell'oro realizzano le loro previsioni utilizzando altri tipi di attivo il cui nesso è meno evidente come le azioni di Borsa. Questo metodo non deve nulla al caso perché si osserva infatti molto spesso una correlazione negativa tra la quotazione delle materie prime come l'oro e la quotazione delle azioni di Borsa. Si constata che quando il prezzo delle azioni è in calo quello dell'oro tende a salire seguendo dei cicli che possono durare fino a 15/20 anni. Si possono trovare online delle fonti che permettono di confermare questa ipotesi con un confronto dei prezzi dell’oro con la quotazione degli indici borsistici principali come l’S&P 500 che tiene conto di 500 società quotate sul mercato borsistico statunitense e che dimostrano questa correlazione negativa. Sulla base di questi dati ci sono delle alte probabilità che la quotazione dell’oro continui a salire nei prossimi anni.

A conclusione di questo articolo, ricordiamo che è impossibile prevedere quale sarà la quotazione dell’oro tra 10 anni, ovvero nel 2030. Se si trovano dei siti che promettono delle previsioni di questo genere bisogna ovviamente diffidarne perché perfino i migliori analisti sono incapaci di farlo tanto i dati da prendere in considerazione sono fluttuanti e imprevedibili. Quindi, se si intende investire sull’oro su diversi anni, bisogna tenere d’occhio le proprie posizioni e realizzare delle analisi frequenti e probanti dei differenti indici fondamentali e tecnici a disposizione per non perdere nessuna tendenza né al rialzo né al ribasso. Da non dimenticare che l’analisi tecnica di questo valore rimane una delle principali fonti di ispirazione per le prese di posizione degli investitori di tutto il mondo.

 

Valutazione: 5.00 1 voti

Come fare trading sull’oro a breve, medio e lungo termine?

Vuoi mettere in atto una strategia d’investimento flessibile ma efficace sulla quotazione dell’oro? Pensa ai CFD dei broker online che ti permettono di investire a diversi termini e offrono degli strumenti di analisi.

Inizia a fare trading sull’oro!
76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.