Walt Disney perde il miglior rappresentante Disney+

  •   Le 20/05/2020 à 11h11
  •   DEHOUI Lionel

Solo pochi mesi fa, Walt Disney ha lanciato la sua piattaforma di streaming Disney+ in tutto il mondo. Questa piattaforma è un buon concorrente di Netflix, Apple TV, Amazon Prime video... Infatti, il suo lancio ha preso il volo e in pochi mesi il servizio ha attirato più di 50 milioni di abbonati in tutto il mondo. Un successo totale! Il responsabile di questo servizio di streaming non era altro che il soprannome "Disney Boy", Kevin Mayer. Essendo stato con l'azienda dal 2005, il signor Mayer è stato un membro importante del team. È stato nominato Presidente della divisione Direct-to-Consumer & International di The Disney Company nel 2018. L'uomo era stato al timone di Disney+, un servizio importante fin dal suo lancio nel novembre 2019.

Inizia a fare trading su Walt Disney
80.5% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Il percorso di carriera di Kevin Mayer

Kevin Mayer ha iniziato come partner della L.E.K. Consulting negli Stati Uniti nel mondo dello spettacolo. Specializzato in intrattenimento e media, è stato responsabile della sezione internet di Clear Channel Communications, multinazionale americana attiva nel settore audiovisivo, pubblicitario e nell'organizzazione di eventi (concerti e festival). Questa esperienza è durata dal 2000 al 2002. Kevin Mayer è stato anche partner e assistente globale della "Media and Entertainment Practice" di L.E.K. Consulting tra il 2002 e il 2005.

Si è poi unito a Walt Disney nel 2005. E la storia è quello che è. Quest'uomo ha dato il meglio di sé svolgendo brillantemente il suo compito. A febbraio, è stato addirittura visto come il successore di fatto di Bob Iger, CEO dell'azienda centenaria. Eppure è stato un altro, Bob Chapek, a prendere le redini. Era stato nominato dal consiglio di amministrazione per salire al trono al posto di Mayer.

 

L'infradito di Kevin Mayer

Kevin Mayer sperava certamente di gestire la Disney come la speculazione aveva previsto. Aveva buone possibilità di ricoprire questa posizione e di assumersi le sue responsabilità, dato che si era già dimostrato brillantemente. Tuttavia, è stato deciso diversamente. E' stato un duro colpo per quell'uomo. Non ha esitato ad andare altrove.

 

La battuta d'arresto

Il 58enne si è rivolto ad altri orizzonti ancora nell'intrattenimento accettando la sontuosa offerta dei promotori dell'applicazione video Tik Tok.

Kevin Mayer ha dichiarato sul New York Times: "Sono stato felice alla Disney, ma la portata dell'opportunità che mi è stata data era così grande che era impossibile rifiutarla. Questo dice tutto!

 

La situazione della Disney

In questo momento, la Disney è nel suo momento peggiore in questi tempi difficili. La crisi sanitaria non ha mancato di mettere in ginocchio anche lui. La reclusione in tutto il mondo l'aveva costretta a chiudere i battenti. Anche l'annuncio delle dimissioni di Bob Iger aveva fatto precipitare le loro finanze in rosso. Infatti, sui mercati, la notizia era come una bomba.

A seguito di questo annuncio, le azioni Disney hanno perso l'1,6% nel trading elettronico dopo la chiusura del mercato azionario. Questa nuova partenza di una delle figure emblematiche del gruppo non aiuta quindi. La Disney sta già subendo una battuta d'arresto senza precedenti nella sua storia. La notizia della partenza del "Disney Boy", rivelata da alcuni media americani il 18 maggio 2020, non avrà certo un buon effetto.

 

La nuova era: Tik Tok

Kevin Mayer è ora il CEO di questa nuova applicazione video, che è entrata recentemente in voga. È la moda del momento. Tutti si stanno dando da fare, dalla persona media alla star globale. Con oltre 2 miliardi di download alla fine di aprile, Tik Tok è adottato da tutti. Video umoristici, coreografie, performance vocali..., tutto passa per il più grande piacere dei suoi creatori.

Popolare tra i più giovani, Tik Tok è un social network facile da installare. Tutto ciò che serve è un account su Facebook, Instagram, Twitter o un account e-mail per poter utilizzare Tik Tok. Il principio è abbastanza semplice: pubblicare brevi video. Questa applicazione proviene dalla Cina, dove si chiama Douyin. È stato lanciato dal gigante ByteDance.

Kevin Mayer diventa quindi a capo di una delle aziende in più rapida crescita degli ultimi anni. Sta a lui scrivere ancora una volta una bella pagina della sua storia e di quella della sua nuova squadra.