Wall street in calo nonostante le banche, Tesla cade

  •   Le 23/12/2020 à 09h05
  •   DEHOUI Lionel

A pochi giorni dalla festa di Natale, i mercati non sembrano accogliere l'evento. In effetti, la Borsa di New York è rimasta in rosso lunedì, in preda al panico per la comparsa di un altro nuovo Coronavirus. Un nuovo ceppo del virus si sta diffondendo nel Regno Unito e gli investitori non hanno mancato di mostrare la loro preoccupazione.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Wall street in calo nonostante le banche, Tesla cade

Tutti gli indici sono quasi al ribasso

Tra i cali di Wall Street, l'S&P 500 ha aperto la strada con un calo dell'1,68% a 3.647 punti. Segue il Nasdaq Composite che è sceso dell'1,66% a 12.544 punti. Il titolo è composto principalmente da titoli tecnologici e biotecnologici. Da parte sua, il Dow Jones ha perso l'1% a 29.880 punti.

Il Regno Unito è caduto preda di una nuova variante di Covid-19. Incontrollabile, questo ceppo sarebbe il 70% più contagioso di "l' originale". In risposta a questa nuova minaccia, la maggior parte dei paesi europei sono stati costretti a chiudere i loro confini con la Gran Bretagna. Mentre le imprese e le famiglie britanniche soffrivano già di Brexit, questa situazione aggrava ulteriormente le loro difficoltà.

A tal fine, il VIX, che rappresenta l'indice che mostra la volatilità del CBOE (comunemente noto come indice di paura), è salito dal 29% a 27,6 punti. Tra le altre cose, questa è la prova che gli investitori sono molto preoccupati per la situazione.

 

USA: e il piano di rilancio?

La preoccupazione per l'Inghilterra ha reso meno chiara l'evoluzione dell'accordo congressuale. In programma per lunedì 21 dicembre, le votazioni sul pacchetto di stimolo economico statunitense sono quasi passate inosservate. Dopo la votazione sull'accordo da 900 miliardi di dollari, il testo sarà presentato a Donald Trump per la promulgazione.

Come già detto, in attesa del 25 dicembre, lunedì il rosso era ovunque. Così, un barile di greggio ha perso circa il 4% sul Nymex a 47,3 dollari e un'oncia d'oro è scesa dello 0,2% a 1,882 dollari. Per quanto riguarda il Bitcoin, è sceso del 4,5% a 22.594 dollari, mentre l'indice del dollaro è salito dello 0,5%.

Inoltre, lunedì non c'era nessun indicatore climatico aziendale. Inoltre, è prevista una nuova stima del PIL del terzo trimestre.

 

Valori da seguire

La buona notizia del 21 dicembre arriva dal settore bancario. Mentre JP Morgan è cresciuto del 3%, Goldman Sachs è cresciuto del 6%. Bank of America è cresciuta dell'1,5%. Morgan Stanley è aumentato del 3,4%. Queste performance sono state potenziate dalle notizie della Federal Reserve, che hanno spinto i titoli bancari.

La Fed ha infatti consentito alle banche di riprendere i riacquisti di azioni e il pagamento di dividendi limitati, a determinate condizioni. Inoltre, le azioni Tesla hanno perso il 5% lunedì, il primo giorno dell'indice S&P 500.

Tuttavia, questo calo non rappresenta molto, dato che il titolo ha guadagnato quasi il "730 %" dall'inizio dell'anno.