Indici statunitensi

Questo mercoledì, stava ancora suonando alle 13:45 GMT quando il Dow Jones, che è il principale indice statunitense, è salito dell'1,73% a 24.518,96 punti. Analogamente, l'indice rappresentativo delle 500 maggiori società quotate a Wall Street, la Standard & Poors (S&P 500) ha guadagnato da 1,94 a 2.918,92 punti. Inoltre, il Nasdaq, con la sua forte colorazione tecnologica, è salito significativamente a 8.805,78 punti, con un aumento del 2,30%. Va ricordato che questi indici erano sfavorevoli il giorno prima.

Nota: In effetti, il giorno prima (martedì), la Borsa di New York si è conclusa con valori negativi anche se la sessione non è stata uniforme. Quest'ultimo ha visto una serie di risultati contrastanti da parte di diverse aziende. Il Dow Jones è sceso dello 0,13% martedì, mentre l'indice Nasdaq ha perso l'1,40%.

 

La dichiarazione di Gilead Sciences e i suoi effetti

Si noti che Gilead Sciences è in crescita del 3,11%. Ma secondo lui, lo studio condotto su un trial del suo farmaco antivirale Covid-19 sta portando a dati positivi. Il lavoro è condotto dall'Istituto Nazionale delle Allergie e delle Malattie Infettive. Il gruppo biotecnologico ricorda comunque che la sua molecola redesivir non aveva ricevuto l'approvazione né l'aggregazione di alcuna struttura statale al mondo.

Non aveva garantito la sicurezza e l'efficacia nella lavorazione di Covid-19. Tuttavia, gli annunci sono già una buona notizia secondo Patrick O'Hare di Briefing. In effetti, egli afferma che i risultati sono motivi reali per sperare nell'avvento di un trattamento contro il virus nel prossimo futuro. Parla sulla base dei pazienti guariti entro 10 giorni dai primi segni. Anche il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti si è pronunciato sulla situazione.

Informazioni: Secondo il dipartimento, i possibili progressi medici sono riusciti a coprire il calo del PIL degli Stati Uniti. Il PIL statunitense è infatti sceso del 4,8% nel primo trimestre rispetto al livello del 2019 nel primo trimestre. L'unica causa di questo declino rimane la cessazione dell'attività economica negli Stati Uniti. Questo declino arriva alla fine di un decennio di crescita nella principale potenza mondiale. Il secondo trimestre si sta delineando con perdite significative.

 

Boeing e il Tesoro degli Stati Uniti

Il Tesoro statunitense ha infatti registrato un calo delle sue stime dello 0,5938%. Martedì, il tasso a 10 anni era dello 0,6129% sul mercato obbligazionario. Queste perdite sono evidenziate dai risultati di alcune società come la Boeing.

Nel primo trimestre, il produttore di aerei Boeing ha registrato una perdita di 641 milioni di dollari. Per quanto riguarda le vendite, ha perso il 26%. Il gruppo ridurrà il personale del 10 %, ma anche la produzione di aerei a lungo raggio.