Vivendi: Bill Ackerman compra il 10% di Universal Music Group

  •   Le 22/06/2021 à 13h02
  •   DEHOUI Lionel

Questa domenica 20 giugno, la società guidata dal finanziere americano Bill Ackman ha firmato un accordo con Vivendi. Quest'ultimo vuole vendergli il 10% del capitale di UMG. Vivendi ha detto in un comunicato che l'acquisizione è stata annunciata all'inizio di giugno. Esso "dovrebbe essere completato nelle prossime settimane, al più tardi il 15 settembre".

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

La prova del fascino globale di UMG

A luglio, Pershing Square Tottine Holdings (PSTH) di Spac ha raccolto 4 miliardi di dollari nella sua offerta pubblica iniziale. Questo progetto è di proprietà di Bill Ackman, che ha deciso di includere UMG. Per Vivendi, l'affare rimarrà soggetto al "non esercizio dei diritti di ritrattazione da parte degli azionisti PSTH e alle procedure di regolamentazione degli Stati Uniti".

Nell'annunciare i negoziati, Vivendi ha detto che Pershing Plaza Fund e i suoi affiliati avevano espresso interesse ad ottenere un'ulteriore esposizione a UMG sul mercato. Vogliono comprare azioni del gruppo francese o acquisire azioni dopo la distribuzione delle azioni.

Secondo Vivendi, "l'arrivo di grandi investitori americani è un'ulteriore prova del successo e dell'attrattiva globale di UMG. L'azienda vale attualmente 35 miliardi di euro. A maggio, Vivendi ha annunciato la sua intenzione di quotare UMG nei Paesi Bassi entro il 27 settembre. A tal fine, il gigante dei media prevede di assegnare il 60% del capitale di UMG agli azionisti del gruppo controllato da Vincent Bolloré.

 

UMG ha ora 4 grandi azionisti

Nel frattempo, l'intera operazione dovrà essere convalidata dagli azionisti di Vivendi all'assemblea generale annuale prevista per il 22 giugno: cioè oggi. Se completato, UMG avrà quattro grandi azionisti. Sono il gigante tecnologico cinese Tencent (che ha acquisito una quota del 20% di Vivendi), il gruppo Bolloré (18%), Pershing Square Tontine (10%) e Vivendi (10%).

L'importo che Vivendi otterrà da questa nuova operazione (circa 3,1 miliardi di euro) permetterà al gruppo di fare acquisizioni o di attuare importanti programmi di riacquisto di azioni. Inoltre, Vivendi ha chiesto ai suoi azionisti di permetterle di riacquistare il 50% delle azioni UMG.

Questa richiesta si spiega come un modo per il gruppo Bolloré di rafforzare il suo controllo su Vivendi. Il progetto ha anche attirato le critiche dei fondi d'investimento. Temono una "distribuzione sub-ottimale" delle azioni UMG e conseguenze fiscali per alcuni azionisti.

 

UMG ambita dai fondi di investimento

Lo streaming media attira sempre più utenti paganti e UMG è uno dei "giganti" del settore. Domina chiaramente il mercato globale della musica e ha un catalogo molto ampio che va dai Beatles a Rihanna e altri.

Con sede a Santa Monica, California, l'azienda ha riportato nel primo trimestre un fatturato di 1,8 miliardi di euro, in crescita del 2,2%.

Tuttavia, l'accordo firmato da Vivendi e Ackman ha attirato l'interesse di diversi hedge fund. Questo è in particolare il caso di Third Point, un hedge fund con sede a New York. Quest'ultimo è di proprietà dell'indiscusso uomo d'affari Daniel Loeb e ha mostrato interesse per la filiale francese.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com