Velis Electro: l'aereo elettrico che conquista il cielo europeo

  •   Le 22/06/2021 à 13h09
  •   DEHOUI Lionel

Il nuovo aereo chiamato Velis Electro è leggero e facile da gestire. Si tratta di un aereo elettrico a due posti che potrebbe presto iniziare a comparire nei cieli europei. Questo aereo è un'innovazione che sta emergendo in un momento in cui il mondo dell'aviazione sta subendo una grande trasformazione. Il settore aeronautico è in una fase di mutazione, cercando soluzioni per ridurre il suo impatto sull'ambiente.

L'unico aereo elettrico certificato dall'EASA

Il biposto è stato costruito dalla slovena Pipistrel ed è l'unico aereo elettrico ad essere stato certificato dall'Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA), nel giugno 2020. Sulla pista dell'Aero Club di Brest, questo aereo monomotore pesa solo 428 kg (comprese le batterie) e può decollare senza riscaldare il motore.

Sulla pista, solo le sue tre pale dell'elica sbattono come un grande ventilatore. Non appena si trova a quasi 300 metri dal suolo e a una velocità di 170 km/h, il rumore delle sue pale si fonde con il flusso d'aria sopra la carlinga. Il pilota di Finistair Damien Nicolle ha detto che la discrezione dell'aereo elettrico era molto impressionante e piacevole.

Ne ha comprato uno da Pipistrel e lo ha incollato alla società bretone Green Aerolease, in collaborazione con l'Aéroclub de Brest. Nei prossimi tre anni, la società specializzata nel noleggio di aerei leggeri dovrebbe fornire 200 aerei in Europa.

 

Una soluzione per ridurre l'impronta di carbonio del settore dell'aviazione

L'esercito danese ha già noleggiato due degli aerei, al fine di completare i suoi sforzi per ridurre le emissioni di carbonio. Charles Cabillic, fondatore di Green Aerolease, ha detto a una conferenza stampa che la decarbonizzazione nel settore dell'aviazione è in corso, almeno nell'aviazione leggera.

Ha aggiunto che l'industria dell'aviazione ha ancora molta strada da fare per ridurre il suo impatto sull'ambiente. In questa logica, deve ridurre le sue emissioni di anidride carbonica che contribuiscono al riscaldamento globale.

Inoltre, la propulsione elettrica è attualmente limitata ai piccoli aerei, in particolare i futuri taxi volanti nei cieli sopra le aree urbane. Per quanto riguarda gli aerei di linea, il peso della batteria necessaria per immagazzinare energia non permette ancora di includerli nella gara.

 

Una soluzione ancora inadatta agli aerei di linea

Anche supponendo che possano immagazzinare cinque volte più energia per chilogrammo di oggi, l'elettrificazione degli aerei di linea non è ancora possibile. In linea di principio, 170 tonnellate di batterie sono ancora necessarie per far volare un A320 da Parigi a Tolosa, che è più del doppio del suo peso al decollo.

Per i piccoli aerei, la propulsione elettrica ibrida è un'area di sviluppo. In certe fasi del volo, come il decollo, i motori elettrici forniscono energia supplementare ai motori a combustione e le batterie si ricaricano durante il volo.

Inoltre, il concorrente VoltAéro ha lanciato un aereo dimostrativo ibrido elettrico capace di trasportare fino a 10 persone. È un aereo che può volare per due ore e mezza. L'aereo è stato presentato a Brest da Jean Botti, il CEO della società con sede vicino a Royan. Spera che il suo aereo sia certificato entro la fine del 2022.