Valute: il debito USA solleva domande, il dollaro scende leggermente

  •   Le 11/05/2020 à 10h52
  •   DEHOUI Lionel

Dal lunedì al venerdì, le borse europee e quelle asiatiche via Wall Street hanno visto diversi sviluppi. A volte si parla di un calo in un indice o in un altro. I risultati delle singole aziende sono in parte responsabili di queste variazioni. Ma non possono essere i soli responsabili dei valori registrati, poiché i loro risultati dipendono dallo stato economico dei paesi in cui si trovano. Non dobbiamo però dimenticare l'atmosfera che regna attualmente in quasi tutti i paesi del mondo. La crisi sanitaria del coronavirus sta facendo crollare le più grandi economie del mondo come gli Stati Uniti, la Cina o la Francia. Ad esempio, il dollaro è leggermente diminuito questo fine settimana e il debito americano solleva interrogativi.

Trattate sulla Borsa di New York!
80.5% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Valute: il debito USA solleva domande, il dollaro scende leggermente

Tassi di cambio

Questo venerdì, il più importante da ricordare sulle variazioni delle varie valute è sul lato della valuta americana: il dollaro. Quest'ultimo ha subito un leggero indebolimento dell'interscambio commerciale nei confronti dell'Euro. Contro la sterlina inglese, l'indebolimento del dollaro è più marcato questo venerdì. La sterlina inglese ha infatti guadagnato più dello 0,55% a 1,2425 contro il dollaro. Guadagna un +0,4% di scambi commerciali rispetto all'Euro.

Anche se la sterlina britannica mostra il suo valore come la valuta più forte, il dollaro continua a tenere bene. Non dovremmo perdere di vista i dati sulla disoccupazione pubblicati questo venerdì. Valori non favorevoli ai vari mercati economici americani. Inoltre, le ultime stime fornite dalla FED/Atlanta devono essere pesate nella bilancia. Quest'ultimo prevede un PIL statunitense che lascia un -17,6% a -36,9% per il secondo trimestre.

Informazioni: Nel secondo trimestre, il calo del -25% è stato giudicato grave. Tuttavia, la FED di Atlanta prevede cifre più vicine alla depressione. Così, specifica che questi saranno lontani dal gioco di Wall Street per un potenziale shock recessivo.

 

Il dollaro americano e il dollaro canadese

Sembrava che fosse tutto finito per il dollaro americano. Ma è necessario informarsi sul suo valore rispetto ad altre importanti valute come lo Yen. A questo livello, va notato che il biglietto verde ha registrato un guadagno (da +0,3% a 106,6) rispetto allo Yen. Parlando dello Yen (la valuta giapponese), si noti che i consumi delle famiglie in Giappone sono diminuiti del -6% nel mese di aprile.

Anche il dollaro canadese sta attirando l'attenzione con il suo valore questo fine settimana. Tra le valute, il dollaro canadese ha così recuperato di circa +0,4% a 1,3920. Va ricordato che il 18 e 19 marzo la famosa "loonie" ha raggiunto il minimo di 1,466 prima del dollaro. Si noti che in Canada il tasso di disoccupazione è del 13%, al di sotto del tasso di disoccupazione statunitense in aprile.

 

La grande domanda

La più importante delle prossime settimane è ben nota agli analisti. Si parlerà di tenere d'occhio gli annunci della Fed sull'introduzione di tassi negativi. Tokyo ha dovuto ricorrere al -0,1% per prendere in prestito denaro e monetizzare il suo debito al 100%. La Svizzera ha pagato -0,75% per prendere in prestito denaro e pagare il suo debito.

La grande domanda è se i creditori accetteranno di sponsorizzare gli Stati Uniti. Tuttavia, l'indebitamento statunitense potrebbe aumentare tra il +30% e il +40% per l'anno in corso.