L'UE autorizza l'acquisizione di Bombardier da parte di Alstom

  •   Le 03/08/2020 à 11h52
  •   HARMANT Adeline

Durante la sessione di venerdì, abbiamo appreso che il gruppo Alstom ha ottenuto l'autorizzazione dell'UE per l'acquisizione della Bombardier Transport. Grazie a questa operazione, Alstom diventerà così il numero due al mondo nel settore ferroviario a partire dalla prima metà del 2021.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Come sarà composto il nuovo pacchetto?

La nuova entità dovrebbe quindi impiegare un totale di 76.000 dipendenti con un fatturato di 15,5 miliardi di euro e sarà quindi in grado di competere con il leader mondiale, ovvero il CRRC cinese. L'industria ferroviaria europea beneficerà quindi di questa buona notizia, come indicato dal ministro dell'Economia Bruno Lemaire, che aveva già criticato il veto della Commissione europea su questo tema.

Per rispondere alle preoccupazioni sollevate in materia di concorrenza, Alstom aveva avanzato diverse proposte, tra cui l'impegno a cedere i treni Coradia Polyvalent per il mercato francese e il suo sito di produzione a Reichshoffen. Diversi potenziali acquirenti erano interessati a questo impianto ed è Alstom che sceglierà il nuovo acquirente, che probabilmente sarà un concorrente regionale. Il Ministro delegato per l'Industria, Agnès Pannier-Runacher ha dichiarato che il governo sarà particolarmente attento a la situazione di questo sito produttivo, che deve essere venduto dalla nuova entità e per garantire l'attività e l'occupazione a lungo termine.

 

Altre cessioni sono previste da Alstom e Bombardier per evitare una posizione dominante:

Il nuovo gruppo cederà anche la piattaforma Bombardier Talent 3 che vende motori semoventi in Germania e Austria e lo stabilimento di Hennigsdorf in Germania, nonché il contributo di Bombardier Transportation a Zefiro, una piattaforma per treni ad alta velocità sviluppata in collaborazione con Hitachi.

Il gruppo francese ha annunciato a metà giugno a Bruxelles il suo piano di acquisizione del concorrente Bombardier Transport per 6 miliardi di euro. In precedenza, la minaccia della concorrenza cinese era stata avanzata per giustificare l'acquisizione di Alstom da parte di Siemens, operazione bloccata dall'UE nel 2019 per timore di una posizione eccessivamente dominante in Europa nel segnalamento ferroviario e nei treni ad alta velocità.

Nel caso dell'acquisizione di Bombardier, vi è una minore sovrapposizione, rendendo la transazione più facile da chiarire.

 

Promemoria sulle due entità :

Bombardier Transportation ha registrato un fatturato di 8,3 miliardi di dollari nel 2019 con un portafoglio ordini di oltre 35,8 miliardi di dollari. È una delle filiali di Bombardier, posseduta al 32,5% dalla Caisse de dépôt et de placement du Québec, che possiede anche il più grande impianto ferroviario francese a Crespin, nel nord del paese.

Alstom ha una serie di siti più piccoli e ha chiuso il 2019 con un fatturato di 8,2 miliardi di euro e un portafoglio ordini di 40,9 miliardi di euro. Sebbene la crisi sanitaria possa aver avuto un impatto sull'esercizio finanziario in corso, Alstom ritiene di avere un flusso di cassa sufficiente per farvi fronte.