Trading USD/CAD

Valutazione: 4.00 5 voti
 

Una delle coppie di valute meno conosciute dai trader Forex ma che ha tuttavia la sua importanza è l’USD/CAD ovvero la parità Dollaro statunitense/Dollaro canadese. Questo cross di valute presenta infatti dei vantaggi sia in termini di analisi tecnica e fondamentale che per via della sua progressione interessante e rapida. Scopriamo insieme le particolarità di questa coppia di valute e i suoi vantaggi nonché il miglior modo di trattarla sul mercato dei cambi.  

 

Alcune informazioni di base a proposito dell’USD/CAD

L’USD/CAD è una parità che mostra il tasso di cambio tra il Dollaro statunitense e il Dollaro canadese. Il suo corso corrisponde quindi al valore di un Dollaro statunitense in Dollari canadesi. Sul Forex e nei forum specializzati si sente parlare di questa coppia di valute sotto il nome di Loonie.

La coppia di valute Loonie è quanto meno un cross importante sul Forex visto che rappresenta circa il 5% dell’insieme delle transazioni effettuate annualmente ed è quindi la sesta coppia di valute più trattata al mondo. Inoltre, l’USD/CAD ha la particolarità di presentare un’elevata volatilità che può risultare vantaggiosa per i trader a breve o medio termine.

 

Funzionamento e storia dell’USD/CAD

L’USD/CAD viene generalmente quotato con 4 cifre decimali. Come per la maggior parte delle altre valute, la sua evoluzione al rialzo o al ribasso viene determinata soprattutto dai fenomeni di domanda e offerta. Il corso di questo attivo è quindi quello che viene comunemente chiamato un corso “floating”.

È noto che l’organismo incaricato di regolare la quotazione del biglietto verde è la Fed (Federal Reserve). Per quanto riguarda il Dollaro canadese l’organismo omologo è la BoC (Bank of Canada). Gli interventi di questi due organismi finanziari sul Forex per manipolare l’evoluzione delle quotazioni sono comunque molto rari.

In termini storici, il cross USD/CAD ha avuto un’evoluzione al ribasso fin dalla sua creazione con un minimo storico a 0,9058 e un massimo storico a 1,6188 punti.

 

Quali sono gli elementi che influenzano la quotazione dell’USD/CAD

Come per la maggioranza delle valute Forex, i corsi dei dollari statunitense e canadese sono molto influenzati dalle decisioni prese dalle rispettive banche centrali relativamente alla politica monetaria messa in opera. Di conseguenza il valore dell’USD/CAD può cambiare per via di una modifica dei tassi di interesse o di programmi di acquisto di attivi effettuati dall’una o dall’altra di queste banche. La volatilità è allora molto elevata con una reazione dei mercati chiamata “effetto annuncio”.

Sul piano economico è soprattutto bene analizzare gli elementi provenienti dagli Stati Uniti visto che i due paesi hanno delle economie molto legate tra loro e che il Canada dipende ancora fortemente dalla salute economica degli Stati Uniti. Di conseguenza, tutte le notizie che hanno un effetto sul biglietto verde avranno maggiori ripercussioni sulla parità USD/CAD che su qualunque altra coppia di valute.

Infine, uno degli elementi più importanti da prendere in considerazione nell’analisi dell’USD/CAD è senza dubbio il prezzo del petrolio. Il Canada è infatti uno dei grandi paesi produttori di petrolio e la sua economia si basa principalmente sullo sfruttamento di tale risorsa naturale. In termini storici, si osserva una correlazione nell’ordine del 70/80% tra il valore del Dollaro canadese e quello del petrolio. Quando i prezzi del barile progrediscono al rialzo anche il CAD tende ad apprezzarsi. Seguire le quotazioni del Brent è quindi assolutamente una buona scelta per prendere posizione sull’USD/CAD.

 

Analisi tecnica storica della quotazione dell’USD/CAD

Prima di cominciare a prendere posizione sulla coppia di valute USD/CAD dovete ovviamente realizzare una buona analisi tecnica di questa parità ma per farlo è essenziale sapere come si comporta questo cross di valute in funzione delle differenti configurazioni dei grafici. È per questo motivo che vi proponiamo qui un riassunto delle principali tendenze che hanno contraddistinto la sua evoluzione nel corso degli ultimi dieci anni tramite un’analisi tecnica storica completa.

La prima cosa che si nota osservando i grafici storici della quotazione dell’USD/CAD è l’interessante volatilità a medio termine di questo cross di valute. Sebbene i movimenti a breve termine restino più moderati è quindi possibile investire su questo valore con una strategia lunga.

Da luglio 2008 a febbraio 2009 questo cross ha dapprima conosciuto un’interessante tendenza rialzista che lo ha portato da 1,0235 pip a 1,2732 pip. Tuttavia, questo rialzo improvviso e molto volatile ha rapidamente lasciato il posto ad una tendenza di correzione al ribasso, meno volatile e netta nonché punteggiata da micromovimenti rialzisti che riportano il cross al livello di 0,94446 pip ad aprile 2011. Questo livello è la soglia più bassa raggiunta da questa coppia di valute nell’arco degli ultimi dieci anni.

A partire dal mese di maggio 2011, infatti, il cross USD/CAD avvia una fase rialzista lunga con una tendenza di fondo nettamente positiva che gli permette di raggiungere questa volta il suo massimo storico a quota 1,3976 pip nel gennaio 2016 nonostante qualche tentativo di correzione al ribasso solitamente dovuta a dei prelievi strategici di utili.

Tuttavia, a febbraio 2016 il mercato comincia a mostrarsi più esitante e si osserva di conseguenza una prima contrazione a 1,2553 pip ad aprile 2016 e poi una leggera ripresa verso quota 1,3652 pip ad aprile 2017.

A seguire la quotazione si è nuovamente evoluta al ribasso ed ha raggiunto dapprima il livello di 1,2482 pip ad agosto 2017 per poi risalire a 1,2896 pip a novembre dello stesso anno e infine ricadere a 1,2315 a gennaio 2018. Da allora cerca di superare la resistenza tecnica di 1,25 pip.

 

Qualche consiglio per investire online sulla quotazione dell’USD/CAD

Sapete certamente che è possibile trattare online sulla quotazione della coppia di valute USD/CAD utilizzando la piattaforma di trading di un broker ma, prima di lanciarsi, è necessario saper analizzare correttamente gli elementi che potrebbero avere un’influenza sulla quotazione stessa a più o meno lungo termine.

Per farlo è ovviamente bene seguire la situazione economica degli Stati Uniti e del Canada perché hanno un’influenza diretta su questa coppia di valute. A tal fine bisognerà prestare attenzione alle pubblicazioni e agli eventi a seguire.

Gli stock di petrolio che vengono pubblicati ogni settimana nel calendario economico del vostro broker e che, come abbiamo visto, influenzano direttamente la salute economica del Canada.

Le riunioni e gli annunci dell’OPEC, anche in questo caso nel quadro del monitoraggio del mercato del petrolio. Questi eventi influenzano sempre fortemente, infatti, la quotazione del petrolio greggio ed incidono quindi sulla salute economica canadese.

Andranno inoltre seguite da vicino anche le evoluzioni dei principali indici borsistici di questi due paesi. Per quanto riguarda il Canada è semplicissimo, visto che il paese dispone di un unico indice, l’Ivey PMI, che rende conto della salute economica del paese. L’operazione è un po’ più complicata per gli Stati Uniti perché dispongono di diversi indici borsistici ma vi consigliamo di limitarvi a seguire il Dow Jones e il NASDAQ.

Infine, bisognerà ovviamente seguire con attenzione i cambiamenti di tasso di interesse decisi dalle grandi banche centrali di questi due paesi nonché tutte le comunicazioni fatte da queste istituzioni. Ricordiamo che la statunitense Federal Reserve pubblica dei resoconti ogni sei settimane e che la Bank of Canada li pubblica ogni mese.

Attiriamo comunque la vostra attenzione sul valore da dare ad alcune di queste dichiarazioni pubbliche. In certi casi, per esempio dei cambiamenti di tasso di interesse annunciati in anticipo, le decisioni indicano dei valori minimi ed è quindi preferibile affidarsi principalmente a dati e statistiche reali. Bisogna inoltre prendere in considerazione le previsioni degli analisti, soprattutto per quanto riguarda il petrolio e i relativi stock, che spesso influenzano il mercato prima delle pubblicazioni ufficiali. Quando i dati reali vengono pubblicati bisogna valutare se questi corrispondono o meno alle attese e quindi se il mercato ne ha sopra o sottovalutato l’impatto sul mercato dei cambi.

Va da sé che questi elementi che vi permettono di realizzare una buona analisi fondamentale della quotazione dell’USD/CAD non hanno niente a che vedere con l’analisi tecnica che deve anch’essa essere utilizzata per ottenere dei segnali affidabili.

Concludiamo questo articolo ricordando che la coppia di valute USD/CAD non è considerata come una coppia di valute ad elevata volatilità. Vi consigliamo quindi di privilegiare le prese di posizione lunghe piuttosto che del trading a più breve termine che richiederebbe un effetto leva elevato di cui conoscete senz’altro i rischi. Come abbiamo visto in precedenza, le tendenze a lungo termine sono molto più interessanti.

Tuttavia, nulla vi impedisce di utilizzare anche delle strategie brevi basate sul Day Trading a copertura di posizioni lunghe, rimanendo molto attenti a tutti i micromovimenti e trattando unicamente nella direzione della tendenza.

Come investire sulla quotazione dell’USD/CAD?

Se vi interessate al mercato dei cambi in generale e alla coppia di valute USD/CAD in particolare, sappiate che potete investire sulla sua quotazione in diretta dal mercato grazie alle piattaforme di trading dei broker online.

Trattare sulla coppia USD/CAD*
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 80.6% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.