i livelli di supporti e resistenze

Nel quadro dell’analisi tecnica ci sono degli indicatori che bisogna sorvegliare da vicino. Tra questi indicatori i più importanti sono sicuramente i livelli di supporto e di resistenza. Ma prima bisogna coglierli, questi livelli, interpretarli e, soprattutto, saperli utilizzare nel quadro del trading e della speculazione finanziaria.  

Cominciare a trattare online
i livelli di supporti e resistenze
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 80.6% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Valutazione: 4.53 19 voti

 

Cosa sono i supporti e le resistenze?

Per capire l’interesse dei supporti e delle resistenze tecniche è bene ricordarsi costantemente che i mercati reagiscono alle azione combinate dei acquirenti e dei venditori. 

È il confronto tra gli acquisti e le vendite che permette di stabilire il livello dei prezzi ovvero il quotazione degli attivi coinvolti.

  • I supporti: un supporto è in qualche modo una soglia a partire dalla quale i movimenti rialzisti frenano il ribasso dei prezzi. Questa soglia è infatti considerata dagli acquirenti come un interessante punto di ingresso sui mercati. Indica quindi generalmente una ripresa al rialzo.
  • Le resistenze: una resistenza è in realtà l’esatto inverso di un supporto. Si tratta quindi di una soglia a partire dalla quale i movimenti al ribasso frenano il rialzo dei valori. Questa soglia è quindi considerata come un segnale di vendita interessante e comporta quindi più spesso una correzione al ribasso.

 

Come interpretare i supporti e le resistenze?

Per interpretare i fenomeni di supporto e di resistenza è meglio tracciare una linea che colleghi almeno due o tre punti che verranno chiamati “linea di supporto” o “linea di resistenza”. Ovviamente più punti sono uniti da questa linea, più quest’ultima è affidabile.

Inoltre quando una linea viene raggiunta parecchie volte, ciò indica una forte probabilità di rotture di tale linea.

Infatti una linea di supporto o di resistenza non garantisce un risultato in direzione di una correzione del quotazione. Succede infatti che la capacità degli acquirenti o dei venditori sia compromessa o che una condizione di mercato particolare spinga i valori degli attivi a “rompere” questa linea, il che provoca quindi una continuazione del rialzo o del ribasso verso una nuova soglia di supporto o di resistenza.

 

Rintracciare le zone di supporto e di resistenza

Per rintracciare le zone di supporto e di resistenza in un grafico bisogna capire che queste soglie corrispondono di solito ad un fenomeno psicologico. Sono quindi spesso dei livelli storici.

Se il valore più alto raggiunto nel quotazione delle sedute precedenti è lo stesso ed è stato raggiunto più volte, può per esempio costituire una soglia di resistenza valida.

Bisogna quindi utilizzare i volumi per determinare i migliori supporti e resistenze.

Attenzione: se i supporti e le resistenze sono dei buoni indicatori tecnici per il trading online, è bene sorvegliare anche gli altri fenomeni coinvolti, come le tendenze o gli altri elementi dell’analisi fondamentale.

 

Ecco un semplice esempio

Su un grafico a candele giapponesi sul corso di EUR/USD per periodi giornalieri, si osservano, come spiegato in precedenza, due linee orizzontali in alto e in basso nel grafico che forniscono indicazioni precise sui fenomeni di supporto e resistenza osservati.

Un supporto è osservato a 1,5360. Può essere perciò interessante piazzare per esempio un ordine di acquisto a questo livello. D’altra parte, un ordine di vendita può essere piazzato a 1,6000 poiché si tratta di una resistenza osservata.

Lo spazio compreso tra queste due linee è chiamato “tunnel” o ancora “canale di fluttuazione” ed i tassi del capitale osservato oscilleranno per la maggior parte del tempo all’interno di questo canale.  

 

Come utilizzare queste informazioni per tradare?

E’ ormai chiaro quanto sia interessante stabilire una strategia di vendita e di acquisto basandosi principalmente sull’analisi di questi due fenomeni.  Non bisogna però trascurare gli altri aspetti ed i fenomeni variabili e non cartesiani come ad esempio gli effetti psicologici.  E’ dunque sconsigliato basare tutte le strategie su queste osservazioni. I tassi possono infatti rompere sia i supporti che le resistenze.  Basta un cambiamento brutale delle anticipazioni dei principali investitori.  Si assisterà in questo caso ad un’accelerazione di tendenza. 

Logicamente, questi grandi cambiamenti sono provocati da un evento importante nell’attualità anch’esso comunque facile da prevedere in base al calendario economico o seguendo i nostri consigli esposti nella rubrica “attualità”.

Cambiamenti radicali di questo genere possono tuttavia fornire indicazioni preziose. Sono infatti spesso sinonimo di una prosecuzione al rialzo o al ribasso a seconda che sia stata infranta la resistenza o il supporto.

Ciò spiega anche come, su certi grafici, i tassi possono a volte discendere sotto il supporto  o andare sopra la resistenza.  Ciò viene denominato “rottura” della tendenza poiché si tratta propriamente di “rompere” il supporto o la resistenza.

Si nota allo stesso modo che una rottura porta quasi sistematicamente ad un nuovo supporto o ad una nuova resistenza il cui livello viene rivalutato in funzione dei nuovi elementi di mercato. A volte può verificarsi un’inversione tra il supporto e la tendenza che si scambiano i ruoli, tuttavia questo tipo di configurazione è molto raro.

Cominciare a trattare online*
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 80.6% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.