La strategia dell’Hedging

La strategia dell’Hedging è particolarmente apprezzata ed utilizzata dai trader più esperti del mercato. Si applica principalmente al mercato del Forex ma può essere impiegata anche per altri tipi di attivo. Per consentire anche a voi di approfittare di questa strategia di investimento popolare ed aiutarvi in tal modo a prendere delle posizioni valide coprendo i rischi, vi proponiamo di saperne di più al riguardo.  

--- Pubblicità ---
Inizia a fare trading adesso
Il 75% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
La strategia dell’Hedging

La strategia dell’Hedging in breve

Una strategia di Hedging, come indicato dal suo nome inglese, è in realtà una strategia di copertura. Consiste quindi nel coprire una posizione aperta con un’altra posizione opposta. A tal fine, le due posizioni in questione devono ovviamente essere dello stesso importo.

Grazie alla strategia dell’Hedging è possibile ridurre i rischi e, quindi, ottimizzare il money management preservando il capitale. L’Hedging viene utilizzato con due obiettivi principali: la protezione del capitale e il guadagno sui movimenti correttivi.

 

La strategia dell’Hedging per proteggere il proprio capitale

Utilizzando la strategia dell’Hedging, ovvero aprendo due posizioni opposte dello stesso importo su un attivo dato, si riduce il rischio. Infatti, in questo caso la direzione che prenderà la tendenza e la volatilità osservata hanno poca importanza perché la bilancia resterà stabile qualunque cosa accada.

Ci si potrebbe quindi chiedere quale sia l’interesse reale dell’Hedging in questo caso specifico. Questa strategia verrà utilizzata di preferenza quando si desidera proteggere i guadagni già realizzati su una posizione e si hanno dei dubbi sull’evoluzione a breve termine della quotazione dell’attivo.

Basta allora attendere l’inizio di una tendenza affidabile per rivendere la posizione diventata obsoleta e conservare aperta quella che evolve nella giusta direzione.

 

La strategia dell’Hedging per profittare dei movimenti correttivi

I movimenti di correzione sono relativamente frequenti nel quadro dell’investimento borsistico online. È quindi interessante sfruttarli utilizzando una strategia che unisca posizioni lunghe e corte come l’Hedging.

In questo scenario, basta prendere una posizione lunga su un attivo ed effettuare un ordine di posizione inversa sulla quotazione per la quale si prevede una possibile correzione tecnica e, quindi, inferiore al proprio obiettivo a lungo termine. In questo modo, se il corso dell’attivo che si sta seguendo si inverte in una tendenza correttiva prima del raggiungimento dell’obiettivo, si possono incassare dei profitti sulla posizione corta mantenendo al tempo stesso quella lunga.

Questo metodo è particolarmente interessante ma richiede di saper individuare con precisione, grazie a punti pivot, supporti e resistenze, i livelli che potrebbero comportare un’inversione di tendenza.

 

La strategia dell’Hedging su posizioni lunghe o corte

Se si utilizza la strategia dell’Hedging per trattare in Borsa tramite i CFD o dei contratti di tipo “future”, lo si farà in tutti i casi con l’obiettivo di proteggere le proprie posizioni con due prese di posizione opposte ma è anche necessario interessarsi qui all’obiettivo di investimento per il quale si è optato al momento della presa di posizione iniziale. A seconda dei casi, si utilizzerà una strategia di “Short Hedging”, se si tratta di una corta, o di “Long Hedging”, se si tratta di una lunga.

Lo Short Hedging verrà utilizzato da investitori che abbiano delle posizioni attive da vendere sul mercato. In questo caso, la nuova posizione presa all’acquisto servirà a mantenere la propria presenza sul mercato in caso di continuazione del movimento intascando al tempo stesso gli utili generati dalla posizione corta precedente.

Il Long Hedging da parte sua verrà utilizzato dagli investitori che non si sono ancora posizionati sul mercato e che desiderano prendere una posizione a lungo termine proteggendosi così in attesa del momento più opportuno per prendere posizione a lungo termine sia all’acquisto che alla vendita.

 

Riepilogo dei vari vantaggi della strategia di Hedging

Per permettervi di decidere se mettere in opera o meno una strategia di Hedging sulle vostre future prese di posizione, ecco un riassunto completo dei suoi vari vantaggi:

  • Per prima cosa, si può certamente sottolineare il fatto che l’Hedging permette di ridurre notevolmente la propria esposizione al mercato finanziario.
  • Questa strategia offre inoltre la possibilità di prendere delle posizioni che non ci si sarebbe potuti permettere con una strategia di speculazione classica.
  • Il fatto che l’inizio di una nuova tendenza si metta in opera prima ancora che i primi segnali di conferma siano visibili nei grafici è un argomento a favore dell’utilizzo di una strategia di Hedging.
  • Per gli investitori agli inizi la strategia di Hedging rimane una delle più semplici perché permette di gestire le proprie posizioni più serenamente e senza correre troppi rischi. Questa strategia è d’altra parte adatta anche ai trader più soggetti a stress ed eviterà le prese di decisione affrettate e senza fondamento.
  • Infine, ultimo vantaggio della strategia di Hedging è il fatto che può essere praticata sulla maggior parte delle piattaforme di trading dei broker riconosciuti del mercato.

 

Svantaggi della strategia di Hedging

Adesso che conoscete i principali vantaggi della strategia di Hedging passiamo ai suoi svantaggi e ai difetti principali di cui ecco la lista dettagliata.

  • Il primo inconveniente di questo tipo di strategia riguarda il fatto che sebbene la maggior parte dei broker la permettano, altri la proibiscono. Dovete quindi fare attenzione a scegliere un broker che l’autorizzi.
  • Sebbene la strategia di Hedging sia relativamente sicura e presenti pochi rischi può comunque farvi perdere del denaro, soprattutto a causa delle spese di transazione o degli spread generati che possono essere a volte superiori ai guadagni.
  • Infine, ultimo svantaggio di rilievo per quanto riguarda la strategia di Hedging è il fatto che i guadagni generati quando il mercato evolve nella direzione della vostra posizione principale saranno ovviamente meno elevati, cosa che può frenare alcuni investitori alla ricerca di profitti rapidi.

In termini generali, e in considerazione dei differenti vantaggi e svantaggi della strategia di Hedging, si può concludere dicendo che non è ovviamente una strategia miracolosa che vi garantisce di guadagnare del denaro con il trading online ma rimane comunque una garanzia di limitazione delle vostre perdite potenziali in caso di fluttuazione negativa della quotazione dell’attivo soggiacente su cui avete effettuato i vostri investimenti. Conviene quindi valutare la necessità o meno di utilizzare questa strategia in funzione del rischio stimato sulla vostra posizione lunga nonché di scegliere di utilizzare una strategia di Hedging parziale o completa a seconda dei casi. Infine, da notare ancora una volta che la scelta di mettere in opera questa strategia dipenderà in gran parte dalla vostra avversione al rischio. Sta a voi quindi prendere questa decisione a seconda dei vostri obiettivi.

--- Pubblicità ---
Inizia a fare trading adesso

eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia investimenti azionari e cripto-asset, sia il trading di attività sotto forma di CFD.

Si prega di notare che i CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di rapida perdita di fondi a causa del loro effetto leva. Il 75% dei conti dei trader al dettaglio perde fondi quando scambiano CFD con questo fornitore. Dovresti chiederti se capisci come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio significativo di perdere i tuoi soldi.

Il contenuto in questione è fornito solo a scopo informativo e non deve essere considerato come consulenza in materia di investimenti. I risultati passati non sono garanzia di risultati futuri. La storia commerciale ha meno di 5 anni e potrebbe non essere sufficiente a servire da base per una decisione di investimento.

I criptoattivi sono strumenti volatili che possono fluttuare notevolmente in un periodo di tempo molto breve e non sono quindi adatti a tutti gli investitori. Al di fuori dei CFD, la negoziazione criptata non è regolamentata da alcun quadro normativo comunitario e non è pertanto soggetta a vigilanza.