Le compagnie aeree e Amazon

Va notato che, al loro livello, le principali compagnie aeree degli Stati Uniti sono alla ricerca di un piano di salvataggio da parte del governo americano. Sperano in aiuti per 50 miliardi di dollari. Da parte sua, il governo degli Stati Uniti annuncia misure fiscali urgenti per far fronte al forte calo della domanda nel settore. Questa caduta è strettamente legata alla crisi economica e sanitaria globale (Covid-19).

Da parte sua, il gruppo AMAZON annuncia inoltre l'assunzione di 100.000 dipendenti per gestire i propri magazzini e soddisfare le consegne nelle terre degli Stati Uniti. Questa dichiarazione di lunedì intende anticipare l'aumento degli ordini online. In effetti, molti consumatori hanno utilizzato lo strumento "internet" fin dall'inizio di Covid-19. Oggi tutti la chiamano pandemia.

 

Walmart e Apple

Il Gruppo Oppenheimer ha annunciato di aver sollevato la sua raccomandazione alla "super-formance" da "performance online". Ha sottolineato che il suo titolo super-formante stava plasmando l'intero mercato finanziario durante questo periodo di recessione negli Stati Uniti. Ha dichiarato che il gruppo noto per la sua grande distribuzione era meglio attrezzato di altri nel suo stesso campo. Stando così le cose, sarà in grado di affrontare meglio l'atteggiamento dei consumatori in questo periodo di crisi.

Non sorprende che il Gruppo Walmart sia riuscito a guadagnare il 3,1% nelle prime contrattazioni prima del mercato azionario. Dal lato del gruppo americano Apple, Jefferies ha rivisto il suo obiettivo di prezzo in calo di 50 dollari non appena è stato superato il bar di 320 dollari. Anche la guida agli utili del gruppo per l'esercizio in corso è stata rivista al ribasso, anche se il gruppo ha ribadito la raccomandazione di acquisto.

 

L'energia di Chesapeake scende, ma Regeneron Pharma sale

Il valore che ha stupito oggi il mercato finanziario statunitense rimane la perdita del 10% prima della quotazione in borsa registrata dal Gruppo Chesapeake Energy. Di conseguenza, ci sono notizie che il gruppo sta valutando una ristrutturazione in un contesto di crollo dei prezzi del petrolio greggio. Ma Regeneron Pharma è stata in grado di togliere più del 13% dal mercato azionario a seguito della sua dichiarazione che gli anticorpi sarebbero stati disponibili per porre fine a Covid-19.