S&P 500 batte il suo record di febbraio verso l'alto

  •   Le 21/08/2020 à 14h41
  •   HARMANT Adeline

Il mercato finanziario statunitense è salito durante la sessione di martedì con un record a fine giornata di 3.389,78 punti. Ma questa incredibile ripresa è dovuta più alla speculazione che alla ripresa dell'economia statunitense, ancora in difficoltà a causa della pandemia di Covid-19.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
S&P 500 batte il suo record di febbraio verso l'alto
Immagine: krispdk - Flickr

Un rimbalzo molto rapido per Wall Street :

E' soprattutto la velocità con cui il mercato azionario americano ha ripreso a rimbalzare che è interessante in questo caso. In soli 6 mesi, l'indice S&P500 è riuscito a tornare al suo livello storico del 19 febbraio. Va ricordato che la crisi del coronavirus aveva fatto perdere il 34% a questo indice, con un minimo di 2.237 punti a marzo. Questo è riuscito a recuperare il 52% il 18 agosto.

Meglio ancora! La performance registrata da questo indice per il secondo trimestre non è altro che la migliore performance registrata dal 1998.

 

I mercati europei non seguono la tendenza:

La situazione in Europa è meno positiva per i mercati azionari, dove solo il DAX 30 riesce quasi a recuperare i livelli di febbraio, pur avendo raggiunto i 13.000 punti. Gli altri indici, tra cui il CAC 40, il FTSE e l'FTSE MIB, sono ancora in calo del 15-17% nel corso dell'anno con un esaurimento dello slancio di recupero a fine aprile.

L'indice spagnolo Ibex 35 arriva alla fine della classifica e rimane il 26% al di sotto del livello di inizio anno. È vicino ai 7.000 punti e quindi lontano dai 10.000 punti di febbraio.

 

Un rimbalzo americano grazie al settore tecnologico :

La differenza tra l'abilità del mercato statunitense e la debolezza del mercato europeo si spiega in gran parte con il fatto che gli Stati Uniti hanno più valori tecnologici rispetto all'Unione Europea.

In effetti, il forte rimbalzo dell'S&P500 è indubbiamente attribuibile ai giganti della tecnologia che hanno beneficiato delle misure di contenimento e di distanziamento sociale che hanno dato impulso alla trasformazione digitale. Aziende come Google, Amazon, Apple, Facebook e Microsoft sono così diventate un rifugio sicuro per gli investitori e hanno guadagnato molti punti. Oggi rappresentano quasi il 25% dell'indice americano.

Tuttavia, secondo gli analisti, questa significativa concentrazione del mercato statunitense su questi stock tecnologici rappresenta sia un vantaggio che uno svantaggio. Infatti, e secondo le varie indagini che sono state effettuate tra gli investitori, è il posizionamento più consensuale su questo mercato da diversi mesi. Ciò significa che è più probabile che il mercato si riprenda presto. Le valutazioni che sono tra 25 e 26 volte i guadagni del 2021 non lasciano alcun margine di errore. Pertanto, molti investitori stanno attualmente mettendo in discussione queste valutazioni e si chiedono se queste valutazioni, che sono attualmente al loro livello più alto degli ultimi 10 anni, potranno essere sostenute in futuro.