Una tecnologia innovativa

Martedì scorso le due aziende hanno annunciato di aver sfruttato congiuntamente la loro esperienza e competenza per garantire lo sviluppo del dispositivo. Si tratta di uno strumento che utilizza nuovi algoritmi di intelligenzaartificiale, con l'obiettivo di fornire risultati migliori rispetto agli strumenti solitamente utilizzati.

Secondo entrambi i gruppi, Solar Mapper migliora la qualità dei dati delle immagini satellitari e fornisce lemigliori previsioni possibili.

Inoltre, il dispositivo migliora la copertura geografica globale della tecnologia di mappatura solare, migliorando al contempo la rilevanza della tecnologia da installare.

 

La missione di Solar Mapper

Secondo Marie-Noëlle Séméria, direttore tecnico di Total, Solar Mapper consentirà a Total di installare più rapidamente i pannelli solari sui tetti degli edifici. L'obiettivo è quello di rendere l'energia solare più accessibile e conveniente per i nostri clienti. Aggiunge inoltre che, combinando l'esperienza di Total nell'energia solare con le capacità di Google Cloud nell'intelligenza artificiale e nei database, i due gruppi sono stati in grado di sviluppare congiuntamente un'offerta innovativa e attraente in soli 6 mesi.

Attualmente, Solar Mapper fornisce già circa il 90% della copertura geografica in Francia.

 

L'implementazione di tecnologie simili da parte dei due gruppi

Total sta attualmente valutando lo sviluppo di una tecnologia simile al Solar Mapper. Ciò fornirà una valutazione del potenziale solare, soprattutto negli edifici e nelle strutture industriali e commerciali.

Inoltre, al momento non sono state fornite ulteriori informazioni sul progetto. Inoltre, Google Cloud non ha ancora proceduto ad aggiungere il proprio annuncio al mix. Di conseguenza, nessuno sa ancora quale sia il legame tra Solar Mapper e il progetto Sunroof di Google.

Il progetto Sunroof è infatti uno strumento che utilizza le immagini di Google Earth per analizzare la forma dei tetti e le condizioni climatiche locali. Questo, al fine di creare una valutazione personalizzata del potenziale solare delle abitazioni.

 

Per saperne di più sul progetto Sunroof

Sunroof è stato lanciato nel 2015 come progetto Google al 20%. Inizialmente era limitata alla San Francisco Bay Area di Fresno (California centrale) e alla zona di Boston, per poi espandersi in tutti gli Stati Uniti.

Nel corso del 2017, Google ha avviato una partnership con il servizio pubblico tedesco E.ON nell'ambito del progetto. L'obiettivo di questa partnership è quello di fornire alla popolazione tedesca una valutazione del potenziale solare sul tetto.

Tuttavia, Sunroof è un progetto di Google al 20%. Non è mai stata una priorità per il gigante digitale. Questo è il motivo della partnership con E.ON, che è l'unico modo per estenderla all'estero.