Sodexo all'inizio di questa settimana

Infatti, la modifica del CAC 40 dovrà avvenire a partire dal 22 giugno 2020. Per il momento, il gruppo Sodexo ha fatto un netto calo lunedì alla Borsa di Parigi e rappresenta la lanterna del CAC 40. Il titolo ha fatto un enorme calo questo lunedì mattina con un calo di oltre il 5%. D'altra parte, i vari analisti di Goldman Sachs hanno rivisto al ribasso le loro raccomandazioni sul titolo.

Lo cambiano da "Neutro" a "Vendere". L'ufficio analisi non ha mancato di dare alcune indicazioni pur essendo prudente quando si tratta di Sodexo. Gli analisti di Goldman Sachs hanno fatto una stima di consenso per i prossimi due anni. Gli analisti ritengono che, a parte la continua incertezza, le attuali misure di allontanamento saranno una grande sfida per Sodexo.

Nota: oltre alle attuali regole di distanziamento sociale, l'industria della ristorazione si troverà ad affrontare anche una sfida significativa a causa dei cambiamenti nei consumi secondo l'analista di Goldman Sachs. Goldman Sachs prevede anche che i prossimi due anni saranno sotto pressione in assenza di un vaccino per combattere il nuovo covid-19. È questo virus che è riuscito a paralizzare l'economia globale causando una pandemia in tutto il mondo.

 

Le preoccupazioni del consiglio di amministrazione sulle azioni

L'ufficio dell'analista ha inoltre indicato di essere molto preoccupato per l'enorme calo dei volumi di affari. Oltre a ciò, Goldman Sachs esprime anche preoccupazione per il rischio in diminuzione di aumenti che minacciano la sicurezza alimentare. Nel 2022E, l'intero settore della ristorazione è ora in attività, ma con un rendimento del free cash flow leggermente superiore. È dell'8% ed è il doppio del free cash flow degli ultimi cinque anni.

Negli ultimi cinque anni, infatti, il free cash flow è stato di circa il 4%. Questo fa dire agli specialisti di "analisi di mercato" che l'8% è eccessivo. Per quanto riguarda le azioni, va notato che il declassamento della raccomandazione del Sodexo da parte dell'ufficio di presidenza ha avuto un peso notevole. Il gruppo Foodservices ha ottenuto un calo di circa il 5%. Al suo crollo ha fatto seguito il settore del lusso.

 

Alcuni valori del lunedì

LVMH è scesa del 2,03% a EUR 371,45 e Kering dell'1,41% a EUR 480, 50. D'altra parte, il settore IT è in forma migliore, con Atos che ha ottenuto il più forte incremento nel CAC 40. La crescita è stata del 4,37% a 72,56 euro, in netto anticipo rispetto a Safran, che è avanzata del 2,29% a 91,90 euro. Saint-Gobain è appena dietro a quest'ultima con un guadagno del 2,07% a 30,53 euro.