Sanofi ottiene un exploit con i risultati positivi della sua molecola Duxipent®

  •   Le 26/05/2020 à 11h34
  •   DEHOUI Lionel

Sanofi è leader mondiale nel campo della sanità. Questa grande società transnazionale francese è attiva nel settore farmaceutico e dei vaccini. Con il suo fatturato, è al terzo posto nel mondo. Si tratta quindi di un'azienda rinomata con una reputazione e una grande esperienza al suo attivo. Nel corso della sua attività, Sanofi ha lavorato per diversi mesi ad un nuovo trattamento chiamato Duxipent. Questo dovrebbe aiutare a curare le malattie negli adolescenti. In questo contesto e in collaborazione con Regeneron, (una società statunitense di biotecnologie), Sanofi annuncia risultati positivi per la parte A dello studio di fase III di valutazione del Dupixent (dupilumab).

Inizia a fare trading su Sanofi
80.5% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Sanofi ottiene un exploit con i risultati positivi della sua molecola Duxipent®
Immagine: Lionel Allorge

Perché il trattamento Duxipent è oggetto di ricerche?

Qualsiasi trattamento viene sviluppato con l'obiettivo di curare una o più malattie. Ciò contribuisce all'evoluzione della medicina e quindi al miglioramento della condizione di vita umana. In questo caso, l'obiettivo è quello di trattare alcuni disturbi come l'esofagite, l'asma e alcuni problemi della pelle negli adolescenti.

L'esofagite eosinofila è semplicemente una malattia infiammatoria cronica dell'esofago. Causa disturbi della deglutizione. È una malattia che distrugge molte vite. Il gruppo farmaceutico francese e il suo partner americano gli stanno quindi dedicando diversi programmi di sviluppo.

 

Dupixent: risultati positivi

Dupixent (dupilumab) è coinvolto nel trattamento dell'esofagite eosinofila negli adolescenti. Questi pazienti hanno 12 anni e più di 12 anni. Duxipent incontra così i due endpoint co-principali. I due gruppi sanitari, Sanofi e Regeneron, affermano che la molecola ha portato a significativi miglioramenti clinici e anatomici.

Infatti, hanno osservato un miglioramento della disfagia con una riduzione del 69% dei sintomi sotto Dupixent. Con il placebo, questo tasso era del 32%. In un comunicato stampa, Sanofi ha dichiarato che: "La prova ha incontrato i suoi due endpoint primari compositi, così come tutti i suoi endpoint secondari. Dupixent è il primo e unico farmaco biologico ad aver mostrato risultati positivi clinicamente significativi in uno studio di Fase III condotto su questa popolazione di pazienti".

 

Il risultato

Il raggiungimento dei due principali criteri di valutazione per la Parte A della Fase III è un grande successo. Questo non è ovvio in questo delicato settore.

È chiaramente un grande passo da compiere che fa ben sperare per una continuazione definitiva. In effetti, entrambi i partner non esitano a mettere in evidenza il risultato che pone l'asticella abbastanza alta per la ricerca futura.

In effetti, Duxiplent è attualmente il primo farmaco che ha dato buoni risultati. Si tratta quindi di una vittoria senza precedenti. È ovviamente qualcosa di cui essere orgogliosi. È il risultato di uno sforzo a lungo termine. Va inoltre aggiunto che la parte B della sperimentazione è in corso. Valuterà un dosaggio aggiuntivo di trattamento Dupixent. Questa è una precisione che il gruppo farmaceutico ha portato ieri.