Saint-Gobain conclude con successo l'operazione vendendo le sue azioni di Sika

  •   Le 29/05/2020 à 14h24
  •   DEHOUI Lionel

Sika è un'azienda svizzera specializzata nella produzione di materiali da costruzione. È rappresentata in 94 paesi in tutto il mondo con oltre 170 sedi di produzione e vendita. Si tratta quindi di un'impresa colossale. Il francese Saint-Gobain ha visto una grande opportunità di fare affari acquistando azioni di questo colosso svizzero. Non meno di 933 milioni di euro sono stati pagati dal francese per l'acquisizione del 10,75% delle azioni di Sika in base ad un accordo di due anni fa. Tuttavia, c'è stato un fallimento strategico nella fusione con la società svizzera. Saint-Gobain ha finalmente ceduto le sue sudatissime azioni. Tuttavia, la transazione è molto vantaggiosa. Dal punto di vista finanziario, lo specialista francese nella produzione, trasformazione e distribuzione di materiali avrà fatto una buona mossa finanziaria.  

Inizia a fare trading su Saint-Gobain
80.5% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Saint-Gobain conclude con successo l'operazione vendendo le sue azioni di Sika
Immagine: Bretwa

Saint-Gobain fa un buon affare

L'operazione effettuata da Saint-Gobain è avvenuta in un momento propizio. La scadenza del blocco della sua partecipazione è avvenuta quando il prezzo delle azioni del produttore svizzero è tornato ai livelli precedenti la crisi. Il CEO francese se ne compiace: "Nous ha concluso la vendita per 2,56 miliardi di franchi, ovvero circa 2,41 miliardi di euro". Saint-Gobain sta finalizzando la vendita di circa 15,2 milioni di azioni Sika detenute dalla controllata Schenker-Winkler Holding. Acquisisce così il 2,5% dopo questa vendita. Queste azioni rappresentano la totalità della sua partecipazione del 10,75 % in Sika da lui detenuta.

Questa operazione di successo è stata effettuata tramite collocamento privato. E questo, con investitori istituzionali qualificati attraverso la costruzione accelerata di un portafoglio ordini. Questa operazione avrà permesso a Saint-Gobain di rafforzare il proprio bilancio e di generare una plusvalenza lorda di 1,54 miliardi di euro dal maggio 2018.

 

Dichiarazioni del CEO di Saint-Gobain

L'amministratore delegato del gruppo di materiali da costruzione Saint-Gobain, Pierre-André de Chalendar afferma che: "Le plusvalenze derivanti da questa cessione rafforzeranno il bilancio di Saint-Gobain, la flessibilità finanziaria e la posizione di liquidità in un contesto che rimane incerto".

L'operazione è stata davvero un grande successo per Saint-Gobain. Di conseguenza, Oddo BHF, il gruppo finanziario franco-tedesco, riafferma il suo consiglio di "aka" su Saint-Gobain con un obiettivo di prezzo aumentato da 27 a 30 euro. Ha anche reagito descrivendo l'operazione come "la grana attesa dal mercato".

 

La fine di un'incredibile avventura e il premio vinto.

È la fine di un'avventura che ha quasi permesso a Saint-Gobain di prendere le redini della Sika. Questa esperienza è stata sorprendente e fruttuosa per il produttore francese. Certo, questo è il punto finale dell'impegno tra questi due giganti. Ma la storia ricorderà anche l'uscita dalla grande porta del gruppo francese di una folle avventura.

In effetti, questo impegno biennale, appena scaduto, era previsto dall'accordo concluso nel 2018. Era anche previsto di offrire le azioni alla stessa Sika in via prioritaria. Ma quest'ultimo ha rifiutato l'offerta. Alla fine, Saint-Gobain ne è uscita bene, almeno finanziariamente, grazie a questo guadagno, che ammonta ancora a 1,54 miliardi di euro.