Safran in difficoltà sul mercato azionario, ritiro sotto i 75E

  •   Le 25/05/2020 à 11h25
  •   DEHOUI Lionel

Safran è un partner strategico di Airbus. Il gruppo industriale francese è un produttore di attrezzature ad alta tecnologia nei settori dell'aeronautica, della sicurezza e della difesa. È elencato nel CAC 40 dal 2011. Ma oggi, l'impatto della crisi sanitaria dovuta a COVID-19 soffia caldo e freddo in tutte le cifre. Safran non è stata risparmiata dalle battute d'arresto causate dalla situazione attuale. Inoltre, essendo uno dei settori più devastati dalla pandemia, il gigante francese dovrà trovare rapidamente soluzioni per mitigare i danni causati. Con lo stato dell'economia mondiale, non tutti i fondi sono in buone condizioni. Safran sta subendo una battuta d'arresto, che non è l'ultima delle battute d'arresto sul mercato azionario. Ha tutto l'interesse a vedere la situazione migliorare il più rapidamente possibile.

Inizia a fare trading su Safran!
80.5% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Il ritiro, l'elemento da padroneggiare per avere successo sul mercato azionario

Il pull back è un fenomeno che permette di posizionarsi al momento migliore sul mercato azionario. È necessario rispettare vari passaggi per poterne trarre vantaggio. Il primo passo è quello di analizzare la tendenza globale. In secondo luogo, sarà necessario individuare il livello chiave che fungerà da supporto. E in terzo luogo, è la forte indicazione data dal livello chiave precedentemente individuato. Questo è il pull back, un fenomeno che mette alla prova la rottura che darà forza al trend.

Questa è una delle cose chiave da padroneggiare per avere successo sul mercato azionario. L'azione Safran ha subito un ritiro al di sotto di 75E e si sta avvicinando al minimo di 73E il 14 maggio. E in caso di ritiro, la quota potrebbe tornare al sostegno del 63E il 4 aprile. Non è di buon auspicio per il gruppo, che deve quindi rimettersi in carreggiata.

 

L'impatto della crisi sanitaria nelle cifre

Con la crisi sanitaria dovuta al coronavirus, il settore aeronautico è uno dei più colpiti. Con tutti i velivoli a terra, con la produzione ferma, tutto ciò che riguarda il settore ne risente. Le cifre non sono buone e gli impatti non sono ancora finiti. Dovranno essere prese le giuste decisioni per anticipare le pesanti ripercussioni di questa enorme crisi che il mondo sta attraversando.

Rolls Royce, uno dei principali concorrenti di Safran nel settore aeronautico, ha dovuto effettuare massicci licenziamenti per far fronte alle conseguenze della crisi attuale. Infatti, ha licenziato non meno di 8.000 dipendenti per ridurre i costi. Questo la dice lunga sulle enormi difficoltà che dovranno essere affrontate, anche a lungo termine. Le aziende del settore aerospaziale faranno fatica a riprendere il controllo e a migliorare le loro finanze.

Il deconfinamento che sta lentamente iniziando in tutto il mondo dà speranza. L'economia si sta timidamente riprendendo e i valori non sono ancora al meglio. In effetti, molti subiranno gli effetti della crisi attuale per molto tempo a venire. Il danno è stato enorme. Nel settore dell'aviazione, le restrizioni di viaggio e la paura di volare continueranno ad avere un effetto. Le cose non miglioreranno così rapidamente.