Ryanair: licenziamento di 3.000 persone in prospettiva

  •   Le 05/05/2020 à 14h45
  •   DEHOUI Lionel

In questo periodo di grave crisi sanitaria, le aziende stanno adottando misure decisive per evitare il fallimento. In Francia, il lavoro a orario ridotto è emerso come misura di salvataggio per salvare alcune aziende. Tuttavia, altri gruppi altamente riconosciuti sia a livello europeo che internazionale stanno adottando altre misure al loro interno. Infatti, molte aziende hanno deciso di ridurre la loro forza lavoro per far fronte alla crisi sanitaria causata dalla Covid-19. Alcuni analisti ritengono necessaria questa misura, mentre altri sono ben lungi dal condividere questa opinione. Ma la questione non è lì per il gruppo Ryanair, anche se ci è voluto del tempo per analizzare la situazione. In effetti, Ryanair ha reso pubblica l'intenzione di licenziare più di 3.000 dipendenti del suo team. La ragione principale evocata dal gruppo rimane la pandemia di Covid-19.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

La natura dei licenziamenti e dei tagli agli stipendi

È ormai chiaro che il gruppo di compagnie aeree irlandesi licenzierà gran parte del suo team. Tutte le menti si interrogano giustamente sui posti di lavoro che ne risentiranno. Il gruppo Ryanair ha sollevato immediatamente il velo. Ha detto che i piloti e l'equipaggio di cabina saranno i più colpiti. Allo stesso tempo, il gruppo Ryanair ha dichiarato che avrebbe attuato un'altra importante misura.

Ancora una volta, il gruppo non ha esitato ad adottare le misure ritenute necessarie. Ha annunciato che avrebbe utilizzato il congedo non retribuito per poter resistere a questa crisi sanitaria causata dalla Covid-19. Si può quindi vedere fino a che punto le attività del gruppo sono state paralizzate dal virus che imperversa dal dicembre scorso. Inoltre, Ryanair prevede di ridurre gli stipendi del 20%.

 

Obiettivo di riduzione

È quasi impossibile far fronte economicamente alla devastazione del coronavirus. Quando passa attraverso un paese, il turismo e le imprese di viaggio sono le prime ad essere colpite. Perché i viaggi internazionali vengono cancellati spontaneamente. A questo proposito, il gruppo Ryanair prevede di utilizzare meno dell'1% del suo programma di viaggio regolare totale. Questa previsione riguarda i mesi di maggio e giugno 2020.

Nelle sue previsioni, Ryanair non si è fermata qui. Ha fornito una stima della sua attività dal primo trimestre alla fine di giugno 2020. Pubblica che raggiungerà i 150.000 passeggeri. Tuttavia, aveva fissato un obiettivo di 42,4 milioni di passeggeri. Chiaramente, gli effetti di Covid-19 sono notevoli sul funzionamento del gruppo. E' chiaro che alla fine del primo trimestre subirà perdite significative.

 

Riduzione dei salari e perdite

Le misure adottate dal gruppo sono molteplici e dovrebbero aiutarlo a raggiungere i suoi obiettivi riadattati alla situazione di crisi. Ryanair ha dichiarato di avere a disposizione più di 4 miliardi di euro in contanti all'inizio di questa situazione di crisi. All'inizio di questo mese, si stima una perdita netta significativa di oltre 100 milioni di euro. Una perdita che prevede di subire nel corso del primo trimestre nel suo complesso.

Inoltre, l'azienda ha ridotto lo stipendio del suo amministratore delegato Michael O'Leary. Al suo stipendio di aprile è stata applicata una riduzione del 50%. Quello di maggio subirà la stessa sorte. Tuttavia, l'amministratore delegato ha accettato di prolungare la riduzione del suo stipendio al 50% del resto del 2020 fino al 2021.