Nestlé vende Herta ad una società spagnola

  •   Le 20/12/2019 à 10h28
  •   Adeline HARMANT

Questa mattina e in un comunicato stampa ufficiale, il Gruppo Nestlé ha annunciato la vendita della sua società Herta ad un gruppo spagnolo. Vi suggeriamo di cercare di capire questa transazione di vendita con alcune informazioni aggiuntive su questa importante notizia se siete interessati al valore di questo titolo.

Inizia a fare trading su Nestle
76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

La società spagnola ha scelto di rilevare Herta :

Abbiamo quindi appreso questa mattina che il Gruppo Nestlé ha deciso di vendere il 60% della sua divisione salumi a un'azienda familiare spagnola, Casa Tarradellas. Tale cessione fa parte della creazione di una joint venture nella quale il Gruppo deterrà solo il 40%. In totale, questa operazione aumenterà il valore della controllata Herta di quasi 690 milioni di euro.

Giovedì sera, il gruppo svizzero ha annunciato la decisione di trasferire il controllo di Herta alla società spagnola. Va ricordato che Casa Tarradellas è attualmente ben posizionata nel segmento delle pizze, panini, salsicce e paté e pertanto otterrà il 60% delle quote della joint venture, lasciando solo il 40% a Nestlé. Questa società spagnola ha recentemente annunciato un fatturato di 936 milioni di euro per l'esercizio 2018.

Questa transazione riguarda in realtà solo la divisione salumi di Herta, che è posizionata in 6 paesi europei, e l'attività di pasticceria, presente in Francia e in Belgio. Naturalmente, sarà necessario attendere la consultazione dei momenti rappresentativi del personale prima di confermare questa operazione. Queste attività cedute da Nestlé hanno generato un fatturato di circa 667 milioni di euro nel 2018, come riportato nel comunicato stampa di questa mattina. Tuttavia, dovremo attendere la prima metà del 2020 per portare a termine questa operazione.

In questo comunicato stampa, Nestlé afferma: "La joint venture si baserà sulla forte presenza e sulla posizione di leader del marchio in diversi paesi europei. Beneficerà dei punti di forza e della competenza di entrambe le parti".

 

L'offerta di Bigard è stata finalmente rifiutata da Nestlé:

Un'altra informazione interessante relativa a questa cessione è che la nuova joint venture avrà sede in Spagna e che le operazioni continueranno ad essere gestite dalle entità già esistenti di Herta in Francia, Germania, Belgio e Regno Unito.

Ma sappiamo anche che, da oltre dieci mesi, Nestlé ha annunciato l'intenzione di vendere questa filiale per riorientare il proprio portafoglio di marchi verso prodotti più in linea con le esigenze dei consumatori di oggi, come i prodotti biologici e naturali, e che sono state fatte altre offerte.

È stato il caso della società francese Bigard, che aveva fatto un'offerta che alla fine è stata respinta perché ritenuta troppo bassa in termini di prezzo.

Infine, va osservato che la controllata Herta gestisce due stabilimenti francesi, uno a Saint-Pol-sur-Ternoise nel Pas de Calais con 1 200 dipendenti e un altro a Illkirch-Graffenstaden nel Basso Reno con 400 dipendenti. Questo gruppo produce la maggior parte dei salumi venduti in Francia.