Renault annuncia pesanti perdite e propone due nuovi direttori

  •   Le 19/02/2021 à 09h52
  •   HARMANT Adeline

La mattina di venerdì 19 febbraio 2021, il gruppo Renault ha rilasciato due importanti comunicati stampa. Il primo naturalmente riguarda i suoi risultati per l'anno 2020 che, non sorprende, mostrano perdite significative. Il secondo riguarda due nuovi direttori proposti a capo del gruppo. Ripercorriamo questi due eventi e i loro dettagli.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500

Perdite nette significative per Renault nel 2020:

Prima di tutto, guardiamo i risultati per l'anno 2020 che la casa automobilistica francese ha pubblicato questa mattina presto. Il bilancio del gruppo mostra una perdita netta di 8,05 miliardi di euro per l'anno scorso, mentre nel 2019 ha realizzato un utile di 19 milioni di euro. Il margine operativo, da parte sua, si trova a -0,8% del fatturato nel 2020 ed era +4,8% l'anno precedente.

Più in dettaglio, il fatturato del gruppo è sceso bruscamente con una perdita del 21,7% rispetto all'anno scorso, o del 18,2% a tassi di cambio comparabili. Questo rappresenta un fatturato di 43,5 miliardi di euro con volumi di vendita in calo del 21,3% a 2,95 milioni di veicoli per l'anno.

A seguito di questi risultati, certamente anticipati ma comunque particolarmente negativi, il Consiglio di Amministrazione del Gruppo intende proporre, all'Assemblea Generale del 23 aprile, di non pagare alcun dividendo per l'esercizio 2020.

Il gruppo Renault ha anche comunicato i suoi obiettivi per il 2023, che rimangono invariati rispetto al piano Renaulution, che chiede in particolare un margine operativo di gruppo superiore al 3% entro il 2023.

 

Il gruppo Renault propone due nuovi direttori:

L'altra notizia pubblicata questa mattina direttamente dopo la pubblicazione di questi risultati riguarda l'annuncio che il suo Consiglio di Amministrazione ha deciso, su raccomandazione del Comitato per la Governance e la Remunerazione, di fare un'ulteriore proposta all'Assemblea Generale annuale prevista per il 23 aprile. Si tratta di proporre la nomina di Bernard Delpit e Fréderic Mazzella come nuovi amministratori indipendenti.

Per quanto riguarda questi due candidati, sappiamo che Bernard Delpit è attualmente il vice amministratore delegato e direttore finanziario del gruppo Safran. Infine, per quanto riguarda Fréderic Mazzela, è attualmente il presidente fondatore di Blablacar ma anche il co-presidente imprenditoriale di France Digital, che non è altro che la più grande associazione di start-up in Europa.

D'altra parte, va anche notato che Patrick Thomas ha anche annunciato questa mattina la sua decisione di mettere il suo mandato a disposizione del consiglio in previsione dell'assemblea generale del 2021.

Un'ultima informazione dovrà essere votata in questa riunione. In effetti, il Consiglio del Gruppo intende anche proporre Noël Desgrippes come candidato alla carica di consigliere in rappresentanza degli azionisti dipendenti. Questa assemblea generale dovrà quindi essere seguita da vicino.