EUR/USD

Tendenza euro/dollaro per l’analisi tecnica e fondamentale

72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.
 
Grafico fornito da TradingView

Se si investe sul Forex e si è interessati al trading della coppia di valute EUR/USD, di certo si vuole sapere come prevedere nel modo più efficace possibile le variazioni di questo cross. Come tutti sanno, questa parità corrisponde al valore dell’euro espresso in dollari e, come si vedrà più nel dettaglio, l’analisi del cross EUR/USD deve basarsi sui fattori economici che interessano la zona euro e gli Stati Uniti e, al tempo stesso, come per tutti gli attivi particolarmente volatili, sull’analisi tecnica.  

Elementi che possono influenzare la quotazione di questo attivo:

Analisi n. 1

Investire unicamente se si ha una buona conoscenza del mercato.

Analisi n. 2

Mettere in opera una strategia di trading stabile e definita.

Analisi n. 3

Realizzare un’analisi dell’indice del dollaro, l’USDX, per conoscere la forza del dollaro statunitense.

Analisi n. 4

Per proteggere il proprio capitale, rispettare una strategia di money management rigorosa e limitare l’utilizzo di effetti leva.

Analisi n. 5

Utilizzare sistematicamente sia l’analisi tecnica che l’analisi fondamentale.

Analisi n. 6

Cercare di non lasciarsi influenzare dalle proprie emozioni.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Annuncio sponsorizzato per fare trading di CFD con Plus500

I due tipi di analisi da mettere in opera per prevedere la quotazione dell’euro/dollaro

Come rapidamente accennato nell’introduzione, per prevedere nel miglior modo possibile le variazioni future del cross euro/dollaro l’ideale è utilizzare diversi metodi distinti tra cui i principali sono l’analisi fondamentale e l’analisi tecnica.

Sebbene ci siano dei trader che si basano unicamente sull’analisi tecnica o sull’analisi fondamentale, per speculare sul‘EUR/USD l’ideale è utilizzarle entrambe per ottenere dei segnali più affidabili e concreti.

 

Come prevedere le tendenze dell’euro/dollaro con l’analisi fondamentale?

Entriamo ora un po’ più nel vivo del soggetto cominciando ad interessarci più nel dettaglio all’analisi fondamentale dell’euro/dollaro ovvero, in altre parole, ai fattori che influenzano questo tasso di cambio.

Ricordiamo che la coppia di valute EUR/USD corrisponde al rapporto tra la zona euro e gli Stati Uniti in relazione al peso delle loro rispettive valute. Di conseguenza, nel quadro dell’analisi fondamentale bisogna prestare un’attenzione particolare alle notizie economiche di queste due zone perché hanno spesso un impatto diretto e forte sul mercato dei cambi. Ecco quindi i dati da analizzare prioritariamente nel quadro dell’analisi fondamentale.

Bisogna seguire in particolare i tassi di sconto fissati dalla BCE (Banca Centrale Europea) per la zona euro e dalla FED (Federal Reserve) per gli Stati Uniti. D’altra parte, in termini più generali, le conferenze stampa di questi due istituti devono essere seguite con la massima attenzione. È necessario monitorare anche altri dati economici pubblicati regolarmente come gli occupati non agricoli, il tasso di disoccupazione, gli stipendi, il tasso di inflazione dell'indice dei prezzi al consumo, il tasso di crescita del PIL, le vendite al dettaglio, gli ordini di beni durevoli e gli ordini industriali, lo stato d’animo delle imprese e la fiducia dei consumatori.

Per non perdere nessuno di questi dati economici principali, si raccomanda di consultare regolarmente un calendario economico come quello fornito dagli intermediari finanziari e dalle piattaforme di trading.

 

Come prevedere le tendenze dell’euro/dollaro con l’analisi tecnica?

Sebbene l’analisi fondamentale dell’EUR/USD appena presentata nelle sue grandi linee permetta di individuare degli interessanti segnali di rialzo o di ribasso è comunque necessario realizzare un’analisi tecnica di questa coppia di valute. È infatti noto che la coppia di valute EUR/USD ha una volatilità molto elevata che può avere una forte influenza sulla sua quotazione.

L’analisi tecnica permette di conoscere il meglio possibile tale volatilità tramite l’utilizzo di alcuni indicatori grafici specifici come l’ATR, Avereage True Range. Tale indicatore può essere visualizzato sui grafici sotto forma di una linea colorata (di solito blu) ed indica infatti l’ampiezza media della quotazione della coppia di valute in un numero determinato di periodi dipendente dall’unità di tempo grafica scelta. In termini generali, sebbene per i trader esperti sia interessante trarre profitto da una forte volatilità, i periodi più volatili sono sconsigliati agli investitori principianti.

Ovviamente non è questo l’unico indicatore di volatilità disponibile nelle piattaforme di trading e bisogna utilizzarne anche altri tra cui i più interessanti sono i punti di supporto e di resistenza.

 Un supporto indica il probabile prosieguo di una tendenza ribassista se viene superato e una probabile inversione al rialzo se resiste mentre una resistenza indica un probabile prosieguo del rialzo se viene superata e una probabile inversione al ribasso se resiste.

 

Vantaggi e rischi dell’EUR/USD nel trading

Sebbene il cross EUR/USD faccia parte delle coppie di valute più popolari del mercato dei cambi, fare trading su di esso presenta sia dei vantaggi che dei rischi.

Tra i vantaggi di questo cross segnaliamo in particolare il fatto che è disponibile 7 giorni su 7 e 24 ore su 24. Inoltre, questa coppia di valute profitta di una grande liquidità del mercato e gli spread applicati dai broker Forex online sono relativamente bassi. Da notare anche che sono disponibili molte informazioni economiche affidabili per l’euro e per il dollaro statunitense, cosa che facilita le analisi fondamentali di questa parità e permette di realizzare delle migliori strategie.

Per quanto riguarda i rischi in cui si incorre facendo trading sull’EUR/USD, segnaliamo in particolare i rischi connessi all’utilizzo di un effetto leva, strumento che richiede una buona conoscenza dell’investimento online. Infine, è necessario padroneggiare le spese degli spread e degli swap.

Domande frequenti

Come viene determinata la quotazione dell’euro/dollaro?

La quotazione dell’euro/dollaro corrisponde al valore di un euro espresso in dollari statunitensi. La quotazione di questa coppia di valute, ovvero il suo tasso di cambio, viene determinata in gran parte dall'offerta e dalla domanda in queste due valute. Il cross EUR/USD viene quotato in continuo sul mercato dei cambi, anche detto mercato Forex. La coppia di valute euro/dollaro è molto volatile.

Dove trovare dei grafici borsistici dell’euro/dollaro?

Per realizzare una buona analisi tecnica dell’euro/dollaro bisogna ovviamente poter accedere ai migliori grafici Forex di questo valore. L’ideale è che il grafico di una coppia di valute permetta di creare una visualizzazione personalizzata con dei periodi variabili, la sovrapposizione di differenti indicatori tecnici di tendenza o di volatilità e degli avvisi. Grazie a questo tipo di grafici, disponibili in dei siti specializzati o nelle piattaforme dei broker, si possono ottenere dei segnali di trading interessanti su questa coppia di valute.

Quali sono le banche centrali che hanno un’influenza sull’euro/dollaro?

Come già indicato in questo articolo, l’analisi tecnica dell’euro/dollaro dipende in gran parte dalla politica dei tassi di sconto condotta dalle due grandi banche centrali delle rispettive zone economiche: la BCE (Banca Centrale Europea) per quanto riguarda la zona euro e la FED (Federal Reserve) per quanto riguarda gli Stati Uniti.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Plus500.com