Il piano di 20 banche europee per bypassare Mastercard e Visa

  •   Le 30/06/2020 à 14h06
  •   HARMANT Adeline

Circa 20 banche europee stanno lavorando ad un sistema di pagamento chiamato PEPSI for Pan European Payment System Initiative, con il supporto della BCE. Questo sistema sarà puramente europeo ed è stato presentato dal responsabile delle carte e dei pagamenti di BNP Paribas martedì scorso. Questo progetto, inoltre, riguarderebbe solo le banche della zona euro.

Inizia a fare trading su BNP Paribas
80.5% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

L'obiettivo del progetto PEPSI :

Il progetto PEPSI consiste in realtà nello sviluppo di un pagamento istantaneo in grado di gestire tutte le forme di pagamento dematerializzate tramite carta, bonifico, addebito diretto o telefono cellulare e si rivolge a più del 60% dei pagamenti in Europa. Questo progetto è stato avviato in risposta alle preoccupazioni della BCE sulla sovranità dei pagamenti ed è quindi più che altro un progetto politico.

L'obiettivo è quindi quello di contrastare la sovranità dei giganti Visa e Mastercard e delle reti cinesi Alipay, Hipay e WeChat Pay.

 

Nuovo tentativo dopo il progetto Monnet:

PEPSI è infatti il secondo progetto di questo tipo e ricorda il progetto Monnet lanciato nel 2012 che si era concluso con un fallimento dopo le incertezze sulla sua fattibilità economica e la riluttanza della Commissione Europea nei confronti dei principi della libera concorrenza. Resta da vedere se gli atteggiamenti sono cambiati da allora.

Il costo del nuovo progetto, che è stimato in pochi miliardi di euro a seconda della velocità di realizzazione, in particolare per le carte bancarie, in quanto richiederebbe la sostituzione di almeno 400 milioni di carte in Europa. Il finanziamento sarà quello delle banche, che dovranno realizzare un profitto a lungo termine.

 

Un progetto che dovrebbe essere completato entro la fine dell'anno:

Affinché il progetto PEPSI abbia successo, sarà necessario federare tutte le parti interessate su un'unica soluzione paneuropea, cosa non facile. In effetti, ogni comunità bancaria ha le proprie abitudini di pagamento e il proprio sistema e si tratta di concordare una dozzina di paesi con il proprio schema nazionale, tra cui Francia, Germania, Italia, Spagna o Paesi Bassi. Tuttavia, non si tratta né di mettere in comune tutti i punti di forza di questi diversi sistemi, né di trovare un equilibrio per evitare investimenti inutili.

È il prossimo dicembre che le banche dovranno arbitrare se portare avanti o meno questa iniziativa, già presentata ai vari governi, alla BCE e alla Commissione europea. Lo studio di fattibilità è in corso.

I membri del progetto sperano in una forte decisione di politica industriale con un mercato dei pagamenti in Europa in pieno sconvolgimento. Vogliono avere una soluzione di pagamento propria e non dipendere più dalle grandi imprese straniere per determinati tipi di pagamento come i pagamenti con carta o i pagamenti mobili. È il caso, ad esempio, dei pagamenti mobili, attualmente dominati da Apple Pay.