Pfizer e BioNTech testano un vaccino per i ragazzi di 12-15 anni

  •   Le 04/05/2021 à 08h39
  •   HARMANT Adeline

I più giovani saranno in grado di trarre profitto anche dal vaccino con RNA Messenger di Pfizer e BioNTech. Sembra così visto che i due laboratori hanno appena annunciato venerdì 30 aprile di aver depositato una domanda di autorizzazione per il loro vaccino anti-covido per i giovani di 12-15 anni. Questa domanda aprirà la strada a una nuova approvazione da parte dell'Unione Europea in giugno.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500

Uno studio conclusivo per questo gruppo di età:

È naturalmente sulla base di un primo studio che ha dimostrato il 100% di efficacia per questa fascia di età che Pfizer e BioMérieux hanno deciso di lanciare un nuovo studio su questo prodotto.È naturalmente sulla base di un primo studio che ha mostrato un'efficacia fino al 100% per questo gruppo di età che Pfizer e i laboratori BioNTech hanno chiesto un'estensione dell'autorizzazione precedentemente ottenuta fino ad ora per le persone di più di 16 anni come specificato nel comunicato stampa. Ricordiamo però che questo processo richiederà tra le quattro e le sei settimane prima di essere completato.

Ricordate anche che questa domanda non è la prima, dato che una domanda simile è stata presentata dalle due società negli Stati Uniti all'inizio di aprile. L'autorizzazione è stata concessa dalla FDA o Food and Drug Administration che è l'autorità americana degli alimenti e dei farmaci.

Le domande si basano sui dati ottenuti da uno studio di fase 3 che è stato pubblicato alla fine di marzo. I dati hanno mostrato un'efficacia del 100% nel prevenire la malattia grave in questo nuovo gruppo di età. I dati hanno anche mostrato che il vaccino è stato generalmente ben tollerato. Gli effetti collaterali sono stati generalmente coerenti con quelli osservati nelle persone tra i 16 e i 25 anni.

 

Un primo vaccino per i bambini:

Attualmente, nessun vaccino è sul mercato per i bambini, che sono meno esposti alle forme gravi della malattia e per i quali la vaccinazione non è ancora considerata una priorità. Ma i bambini rappresentano ancora una parte significativa della popolazione e devono quindi essere immunizzati se si vuole arginare la trasmissione, secondo gli esperti.

Giovedì scorso, il ministro della salute tedesco ha detto che la vaccinazione è possibile per i 12-15 anni al più tardi entro le vacanze estive. Per quanto riguarda i bambini dai 5 ai 12 anni, il direttore di BioNTech continua a contare sui risultati dello studio clinico di luglio e si considera sulla buona strada per un'autorizzazione già nel settembre 2021.

Va anche notato che sono in corso diverse altre sperimentazioni di vaccini per bambini e che i due laboratori stanno anche richiedendo questa autorizzazione per i 12-15 anni ad altre autorità di regolamentazione nel mondo.

L'immunità di gregge sembra possibile in Europa a luglio e al più tardi ad agosto se il vaccino si dimostra efficace anche contro la variante indiana.