Il petrolio greggio diminuisce dopo la decisione dell'Arabia Saudita

  •   Le 08/09/2020 à 10h29
  •   HARMANT Adeline

Durante questa prima sessione della settimana, il prezzo del greggio ha visto un ulteriore calo, dovuto principalmente agli effetti ancora presenti della crisi Covid-19, ma anche a seguito di una decisione dell'Arabia Saudita sui prezzi. Vi proponiamo di saperne un po' di più su questa notizia in questo articolo.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Il petrolio greggio diminuisce dopo la decisione dell'Arabia Saudita
Immagine: anax44 - Flickr

Il petrolio apre la settimana in basso:

Dobbiamo aspettarci che il prezzo del barile di WTI scenda sotto i 39 dollari? Ciò è ancora oggi totalmente concepibile alla luce dell'attuale contesto di mercato. Va ricordato, infatti, che la Cina sta attualmente rallentando gli acquisti di oro nero, che il traffico aereo mostra solo una ripresa estremamente debole e che gli automobilisti americani consumano meno dalla fine delle vacanze. Dal canto suo, tuttavia, la produzione continua ad aumentare di giorno in giorno nonostante la mancanza di una ripresa economica globale.

Così, durante la sessione di lunedì, i prezzi dell'Oro Nero sono scesi ai minimi di un mese per il Brent e di due mesi per il WTI, a causa delle continue preoccupazioni della domanda e del calo dei prezzi del petrolio saudita.

Questa mattina, un barile di North Sea Brent per la consegna di novembre è sceso a 42,08 dollari sul mercato di Londra, in calo dell'1,36% rispetto alla chiusura di venerdì. Per quanto riguarda il barile di WTI, è costato 39,17 dollari, con un calo dell'1,51%. Subito dopo l'apertura della sessione in Asia, il Brent è sceso a 41,51 dollari e il WTI a 38,55 dollari, i livelli più bassi da giugno e luglio.

L'annuncio dell'Arabia Saudita del maggior calo dei prezzi in 5 mesi per la sua produzione in Asia è avvenuto in un momento di crescente preoccupazione per la ripresa della domanda.

 

Anche il traffico aereo sta precipitando il settore:

Va detto che il calo del traffico automobilistico alla fine delle vacanze, in particolare negli Stati Uniti, non è l'unica ragione di queste preoccupazioni degli investitori. In effetti, anche il traffico aereo è ben lungi dall'essere tornato a livelli normali e la domanda di carburante per aerei è ai minimi storici. Gli sforzi dell'OPEC non sono riusciti ad arginare questa perdita di interesse dei trader per l'oro nero.