L'obiettivo di questa operazione per NVidia :

È nell'ambito dell'implementazione della sua strategia in AI, un mercato a cui sta già puntando con i suoi chip grafici adattati ai tipi di calcoli richiesti per la formazione dei modelli o per l'inferenza che NVidia sta implementando questa operazione. Le GPU sono in effetti più adatte a questo compito rispetto alle CPU e sono state quindi adottate rapidamente, il che ha aperto molti mercati, compresi i data center con finanze in crescita.

Grazie a questa acquisizione, NVidia diventa così leader mondiale nel mercato delle GPU, ma anche leader nella progettazione di chip mobili. I design ARM sono infatti utilizzati in tutti i processori presenti sul mercato e sono presenti anche in smartphone, tablet, oggetti collegati e apparecchiature specializzate a bassa potenza così come nei data center. In realtà, Apple sta pianificando di utilizzarli come sostituto dei suoi processi Intel.

Il CEO di NVidia ha commentato: "L'intelligenza artificiale è la forza tecnologica più potente della nostra era e ha lanciato una nuova ondata di informatica. Negli anni a venire, migliaia di miliardi di computer che utilizzano l'IA creeranno una nuova Internet delle Cose che sarà migliaia di volte più grande dell'attuale Internet delle Cose. Questa acquisizione creerà un'azienda favolosamente ben posizionata per l'era dell'IA".

 

I piani futuri del nuovo gruppo:

Va inoltre ricordato che ARM è una società britannica e che Softbank si è impegnata, al momento dell'acquisizione, a mantenere la sua posizione nel Regno Unito. NVidia ha così ribadito questa promessa, spiegando che la sede centrale dell'azienda rimarrà a Cambridge e che sarà ampliata con l'obiettivo di creare un centro di ricerca sull'intelligenza artificiale di livello mondiale. Il gruppo costruirà anche un supercomputer all'avanguardia utilizzando le sue GPU e le CPU ARM per portare scienziati e ingegneri, oltre a un acceleratore di avvio.

NVidia ha anche promesso di mantenere il modello di licenza aperto e la neutralità di ARM. Questa condizione è quindi essenziale per garantire l'autorizzazione di questa acquisizione. Naturalmente, questa acquisizione non segna la fine del marchio ARM e NVidia chiarisce che anche i clienti ARM beneficeranno di alcune innovazioni.