Concorrenza di Disney e Apple per Netflix

  •   Le 22/01/2020 à 13h51
  •   Adeline HARMANT

Il Gruppo Netflix sta attualmente sperimentando una crescente concorrenza, in particolare con l'avvento dei servizi Apple e Disney nel suo segmento. Stamattina il gruppo ha quindi espresso un atteggiamento prudente, che vi suggeriamo di scoprire qui in dettaglio.

Un'avvertenza chiaramente indicata da Netflix :

Il Gruppo Netflix è stato quindi cauto sulle prospettive per il 2020, dopo aver assunto solo 550.000 nuovi abbonati negli Stati Uniti e in Canada, due paesi che generano la quota maggiore del fatturato dell'azienda.

Questo dato è uno degli elementi presi in considerazione dagli investitori nel considerare questo valore, in quanto il gruppo sottolinea l'internazionalizzazione delle sue attività e gli 8,8 milioni di nuovi sottoscrittori nell'ultimo trimestre. Nel suo comunicato stampa di questa mattina, il gruppo americano ha annunciato: "Lo streaming è un fenomeno globale e stiamo lavorando duramente per consolidare i nostri precedenti progressi".

Tuttavia, va ricordato che la società si aspettava più di 600.000 abbonati negli USA e in Canada nel mese di ottobre, quando ha annunciato che sarebbe stata in grado di competere con i due colossi Apple TV+ e Disney +. Per il primo trimestre di questo nuovo anno, il Gruppo prevede di aggiungere solo 7 milioni di nuovi abbonati rispetto agli oltre 10 milioni dello scorso anno.

Il gruppo americano spiega questa previsione attraverso vari fattori, tra cui la continuazione del churn negli Stati Uniti che è leggermente superiore al previsto. Spencer Neumann, l'attuale CFO di Netflix, ha spiegato che ciò è dovuto ad una combinazione di prezzo e concorrenza, dato che che gli abbonamenti di Netflix sono più costosi di quelli dei suoi principali concorrenti in queste aree geografiche, che puntano su questa strategia per essere più competitivi e attirare più clienti.

 

Le buone argomentazioni avanzate da Netflix per contrastare questa concorrenza e rassicurare gli investitori :

Sempre nel comunicato stampa di questa mattina, il CEO del Gruppo Netflix Reed Hastings ha sottolineato che il successo di Netflix negli ultimi 20 anni è dovuto principalmente al fatto che dà piacere agli abbonati.

Netflix insiste in particolare sulla fortissima programmazione prevista per il secondo trimestre del 2020 con, in particolare, la stagione 4 della serie Casa el Papel e diversi importanti investimenti in prodotti più regionali.

Il Gruppo prevede inoltre un'internazionalizzazione della concorrenza nel prossimo anno ed è quindi cauto nell'analizzare l'impatto di tale fenomeno sulle proprie attività. Naturalmente, Netflix investe grandi somme di denaro per attirare i favori delle star del grande schermo e produrre così programmi forti. In particolare, ha indicato di essere in cima alle nomination agli Oscar quest'anno con 24 nomination contro le sole 23 della Disney e le 20 della Sony. Attendiamo quindi con impazienza i frutti di questa cerimonia.