Le principali azioni svizzere

La Borsa svizzera interessa molti investitori, perché molti dei valori quotati su di essa godono di una forte popolarità. Per chi desideri realizzare degli investimenti sulle azioni di questo mercato, proponiamo ora di scoprire le principali azioni svizzere disponibili sui mercati europei per l’acquisto o per il trading. In questa pagina forniamo inoltre alcune indicazioni su come effettuare le analisi di questi valori.

Il 72% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500
Le principali azioni svizzere

Analisi della quotazione delle azioni Roche
Analisi della quotazione delle azioni UBS
Analisi della quotazione delle azioni Novartis
Analisi della quotazione delle azioni Crédit Suisse
Analisi della quotazione delle azioni BB Biotech
Analisi della quotazione delle azioni ABB
Analisi della quotazione delle azioni Swiss Re
Analisi della quotazione delle azioni Richemont
Analisi della quotazione delle azioni Nestle
Analisi della quotazione delle azioni Geberit
Analisi della quotazione delle azioni Swiss Life
Analisi della quotazione delle azioni Alcon
Analisi della quotazione delle azioni Lonza
Analisi della quotazione delle azioni Givaudan

Su quali azioni svizzere è possibile fare trading in Europa?

Come investitori europei, ci si può chiedere se sia possibile acquistare delle azioni svizzere o fare trading online su di esse. La risposta a questa domanda è ovviamente positiva ma bisogna comunque precisare che i titoli disponibili nei paesi europei non sono necessariamente tutti i titoli di questa Borsa, il SIX Swiss Exchange ovvero la Borsa di Zurigo.

Infatti, la grande maggioranza dei titoli su cui è possibile fare trading sono le principali azioni svizzere, vale a dire i titoli delle imprese che entrano nella composizione dell’indice borsistico svizzero di riferimento SMI. Le società che compongono tale indice vengono selezionate in funzione della loro capitalizzazione borsistica totale nonché in funzione del loro fatturato, calcolato ogni anno in settembre. Quando viene calcolato l’SMI, vengono prese in considerazione le più grandi società dell’indice SPI, che raggruppa le società quotate svizzere, e le società le cui azioni sono quotate sul SIX.

Si noti infine che il valore di questo indice azionario corrisponde alla divisione della capitalizzazione di Borsa di ciascuna delle sue componenti per un insieme di divisori arbitrari.

 

Quali sono le azioni svizzere dell’indice SMI?

Come abbiamo appena visto, sono soprattutto le azioni svizzere che fanno parte dell’indice SMI quelle su cui è possibile fare trading o che si possono acquistare per aggiungerle al proprio portafoglio azionario. Questo indice riunisce infatti le 20 imprese più importanti del paese.

Tra queste 20 imprese, le più importanti nonché quelle più note a livello mondiale sono:

  • Nestlé nel settore agroalimentare
  • Novartis nel settore della farmacologia
  • Roche nel settore della farmacologia
  • UBS nel settore dei prodotti e servizi finanziari e bancari
  • Zurigo Assicurazioni nel settore delle assicurazioni

Vi sono poi altre imprese, tra cui:

  • ABB nel settore industriale
  • Richemont nel settore dei prodotti di lusso
  • Lonza nel settore chimico
  • Givaudan nel settore chimico
  • Alcon nel settore della farmacologia
  • Swiss Re nel settore assicurativo
  • Crédit Suisse nel settore bancario
  • Lafarge Holcim nel settore industriale
  • Geberit nel settore industriale
  • SGS nel settore industriale
  • Swisscom nel settore delle telecomunicazioni
  • Swiss Life Holding nel settore assicurativo
  • Swatch Group nel settore dell’orologeria
  • Adecco nel settore del lavoro temporaneo

Come si può constatare, l’indice svizzero SMI è costituito per il 37,52 % da imprese del settore sanitario, per il 24,03 % del settore dei beni di consumo, per il 21,62 % della finanza, per il 13,63 % dell’industria, per l’1,84 % delle materie prime e per l’1,35 % delle telecomunicazioni. Questa è la classificazione fatta a gennaio 2021 e non bisogna dimenticare che, così come la composizione stessa dell’indice SMI, può mutare nel tempo.

 

Come analizzare le principali azioni svizzere?

L’analisi delle azioni svizzere non è differente da quella fatta per le altre azioni in Borsa. È quindi necessario effettuare diversi tipi di analisi per stabilire se delle azioni hanno delle probabilità di salire o scendere: l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale.

L’analisi tecnica consiste nell’individuare dei movimenti specifici della quotazione al fine di determinare una tendenza che sta accelerando o che si sta invertendo e nel valutare la volatilità e quindi il rischio di un valore di Borsa. Questa analisi è oggi facilitata dai grafici azionari che i broker mettono a disposizione degli investitori, grafici che, oltre ad essere personalizzabili, permettono una visualizzazione dei principali indicatori tecnici in diretta.

L’altra analisi è quella fondamentale che consiste nello studio dei fattori esterni che possono influenzare i valori svizzeri e la loro quotazione di Borsa. Può trattarsi delle decisioni della Banca nazionale svizzera, di eventi di rilievo che interessano un’impresa o un settore di attività, della pubblicazione dei risultati finanziari, di operazioni di partnership, cessione o fusione-acquisizione, dell’ingresso di nuovi concorrenti sul mercato o ancora delle variazioni del corso del franco svizzero sul mercato dei cambi.

In ogni caso, è indispensabile non accontentarsi di un’unica analisi prima di fare trading sulla quotazione delle azioni svizzere. È infatti disponendo di più fonti di segnali che si hanno maggiori probabilità di prevedere l’evoluzione di un titolo in Borsa.