Aggiornamento sui risultati del mercato automobilistico nel febbraio 2020 :

Per quanto riguarda i dati pubblicati questa mattina, possiamo vedere che il gruppo Renault, in particolare con i marchi Alpine, Dacia e Lada, ha ottenuto un risultato quasi la metà della media. Le sue consegne sono diminuite del 14,3%.

Il Gruppo PSA, con i marchi Peugeot, Citroën, DS, Opel e Vauxhaull, ha registrato un calo dell'8,9%, leggermente inferiore a quello della concorrenza. Questi dati sono stati comunicati da ACEA questa mattina del 18 marzo 2020.

Per quanto riguarda le immatricolazioni di auto nuove nell'Unione Europea, la cifra è di 957.000 veicoli per il mese di febbraio. Tuttavia, i principali mercati automobilistici europei hanno registrato perdite con un calo del 10,8% per la Germania, dell'8% per l'Italia, del 6% per la Spagna e del 2,7% per la Francia.

A causa di Brexit, ACEA sta attualmente lavorando alla definizione di statistiche per l'Unione Europea al di fuori del Regno Unito e alla rielaborazione dei dati del 2019 per consentire confronti anno per anno.

Pertanto, il calo complessivo del mercato automobilistico nei primi due mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019 è del 7,4%.

 

Le cause principali di questo declino del mercato :

Tra le cause del declino del mercato automobilistico, notiamo naturalmente un calo delle immatricolazioni con il desiderio di vendere veicoli inquinanti alla fine del 2019 prima dell'ingresso nel mercato.i massimali europei di CO2 sono in vigore e hanno comportato ulteriori vincoli per i costruttori, ma anche per evitare un aumento della tassazione delle autovetture in diversi paesi a partire dal 1° gennaio.

Tuttavia, nel suo rapporto l'ACEA segnala anche un indebolimento della situazione economica globale in vista dell'impatto delle misure di contenimento adottate in Europa negli ultimi giorni per contenere l'epidemia di coronavirus. In effetti, i mercati europei sono ormai quasi a un punto morto con la chiusura dei principali siti di produzione automobilistica e per una durata ancora sconosciuta. Si prevede quindi che nel mese di marzo si assisterà ad un calo ancora maggiore in questo settore. Va ricordato, infatti, che il mercato cinese, in circostanze identiche, in febbraio era sceso di oltre l'80%.

Dopo 6 anni consecutivi di crescita, ACEA, che sperava in un calo delle nuove registrazioni solo del 2% nel 2020, rivedrà quindi le sue previsioni.

Notiamo inoltre che Volkswagen ha mantenuto la sua leadership europea a febbraio con una quota di mercato del 25,1% nonostante un calo di attività del 5,3%, grazie in particolare al successo dei suoi nuovi modelli di SUV e della sua controllata spagnola Seat.