LVMH fa la sua più grande acquisizione nella storia

  •   Le 20/12/2019 à 08h45
  •   Adeline HARMANT

Questo lunedì 25 novembre abbiamo appena appreso che il gruppo LVMH ha effettuato una delle più grandi acquisizioni della sua storia con l'acquisto di Tiffany. Vi invitiamo a scoprire di più su questa notizia e sui suoi effetti sul mercato.

Inizia a fare trading su LVMH
76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Un'acquisizione del valore di oltre 16,1 miliardi di dollari:

E' così che questa mattina il leader mondiale dei beni di lusso LVMH e la gioielliera Tiffany hanno ufficializzato il loro accordo di acquisto per oltre 16 miliardi di dollari. Si tratta quindi dell'acquisizione storicamente più importante e per questo gruppo di Bernard Arnaud.

Nel comunicato stampa pubblicato, i due gruppi hanno indicato di aver raggiunto un accordo definitivo per l'acquisizione di Tiffany da parte di LVMH ad un prezzo di 135 dollari per azione in contanti, che valuta Tiffany a quasi 16,1 miliardi di dollari. Il gigante del lusso francese ha detto a questo proposito: "La gioielliera Tiffany è un'icona dell'America che sta diventando un po' francese", "E' un marchio emblematico, molto ins conosciuto, uno dei pochi marchi globali ad avere una forte riconoscibilità storica, sia negli Stati Uniti ovviamente perché è il suo mercato più grande, ma anche in Asia".

 

Un annuncio che ci si aspettava dagli investitori:

L'annuncio fa seguito alle informazioni provenienti da fonti vicine al caso di domenica sera su un imminente accordo tra le due società, le cui trattative inizieranno a metà ottobre.

Sempre a proposito di questa notizia, Bernard Arnault ha detto oggi: "Abbiamo l'ambizione di far brillare questo marchio emblematico con tutta la cura e la determinazione che abbiamo saputo impiegare per tutte le case che si sono unite a noi nel corso della nostra storia. Tiffany è un'azienda con un patrimonio e un posizionamento unici nel mercato mondiale dell'alta gioielleria" e "ci ispira con immenso rispetto e ammirazione. Non vediamo l'ora che continui a brillare in futuro. Per il Gruppo, questa acquisizione rafforza la posizione di LVMH nel settore dell'alta gioielleria e aumenta ulteriormente la sua presenza negli Stati Uniti. L'arrivo di Tiffany, che entra a far parte delle 75 case del gruppo, darà una nuova dimensione al business degli orologi e dei gioielli".

Va ricordato che il gruppo francese aveva già offerto 120 dollari per azione per questa acquisizione il 15 ottobre, poi ha alzato la sua offerta a 130 dollari la settimana scorsa e infine a 135 dollari per azione. Si segnala inoltre che il gruppo LVMH aveva accumulato più di 46,8 miliardi di Euro di vendite nel 2018, un record con un utile netto totale di Euro 6,4 miliardi con un margine operativo del 21,4%. Tiffany, dal canto suo, ha realizzato un fatturato di 4,4 miliardi di dollari lo scorso anno con un incremento di circa il 6,5%.