Lufthansa: la crisi del trasporto aereo durerà probabilmente fino al 2024

  •   Le 07/08/2020 à 11h47
  •   DEHOUI Lionel

Le aziende continuano a riferire sulla loro performance nel primo semestre del 2020. Le compagnie aeree sono le più colpite dalla crisi sanitaria del coronavirus. Per rendersene conto, basta guardare i dati comunicati dai giganti di questo settore come Lufthansa. Inoltre, questa compagnia aerea afferma che non prevede che il trasporto aereo tornerà al suo livello pre-pandemico almeno fino al 2024. Ma quali sono le cifre pubblicate da Lufthansa?

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

I risultati di Lufthansa e l'orizzonte del 2024

In primo luogo, va notato che Lufthansa ha registrato la peggior perdita elettiva mai registrata nel secondo trimestre del 2020. Quest'ultimo ammonta a oltre 1,7 miliardi di euro. Questo è un dato che si spiega con il calo del 96% del totale dei passeggeri trasportati. Possiamo quindi constatare che la ragione principale di questo enorme calo resta il contenimento.

Inoltre, ci sono restrizioni di viaggio. Logicamente, il fatturato trimestrale di Lufthansa è sceso dell'80% a 1,9 miliardi di euro. Il Presidente del Consiglio di amministrazione non ha fatto mistero delle sue impressioni sul futuro dell'azienda. Infatti, Carsten Spohr ha suggerito che la sua squadra non si aspetta "che la domanda torni ai livelli pre-crisi prima del 2024".

Nota: Il Presidente del Consiglio di amministrazione ha aggiunto che sarebbe necessaria una ristrutturazione importante.

 

Prospettive della Lufthansa

Va notato che la compagnia aerea tedesca ha espresso il desiderio di restituire i 9 miliardi di euro di aiuti pubblici a cui aveva diritto. Essa desidera pertanto limitare le perdite per tutta la durata della pandemia. Il mese scorso Lufthansa ha riferito di aver ridotto del 20% le posizioni dirigenziali e di aver tagliato 1.000 posti di lavoro amministrativi. L'azienda, ben nota in Germania, prevede di tagliare 22.000 posti di lavoro a tempo pieno.

Va notato che la Lufthansa non è altro che la società madre di diversi gruppi di compagnie aeree quali: Brussels Airlines, Austrian Airlines e Swiss International Air Lines. Il colosso tedesco ha inoltre svelato l'obiettivo di aumentare il numero totale di voli a breve e medio raggio di circa il 40% nel terzo trimestre (terzo trimestre). Si prevede inoltre un aumento di quasi il 20% per i voli a lungo raggio nello stesso trimestre. Ha anche menzionato il suo Q4.

 

Previsioni di Lufthansa per il quarto trimestre e S2

Questo giovedì 6 agosto 2020 rimarrà nella memoria di coloro che sono stati al centro delle operazioni di Lufthansa. Dopo aver fatto il punto sulla sua attività nel secondo trimestre del 2020, la società ha rivolto la sua attenzione al futuro. Ha fissato degli obiettivi per il terzo trimestre. Ma ha anche fatto previsioni per gli ultimi tre mesi del 2020. Il gruppo prevede infatti un aumento del 55% dei voli a breve e medio raggio.

Per i voli a lungo raggio, prevede un aumento del 50%. Giovedì scorso Lufthansa ha dichiarato di prevedere una perdita facoltativa adeguata nella seconda metà di quest'anno. Il gruppo prevede inoltre che l'utile operativo diminuisca significativamente nel corso dell'intero esercizio. Una situazione che il gigante tedesco spiega con lo sfruttamento molto limitato di importanti consegne a lungo raggio.