Le scuole e le aziende tedesche saranno chiuse a partire da mercoledì

  •   Le 15/12/2020 à 13h42
  •   DEHOUI Lionel

Questa domenica, Angela Merkel ha fatto un annuncio della massima importanza. A partire da mercoledì prossimo, la maggior parte delle aziende tedesche dovrà chiudere i battenti fino al 10 gennaio, ha annunciato.

Le scuole e le aziende tedesche saranno chiuse a partire da mercoledì

Merkel parla di un bisogno urgente di agire

Nell'ambito dell'inasprimento delle misure di risposta contro Covid-19, Berlino ha deciso di chiudere le porte delle sue attività. In questo modo sarà possibile limitare gli acquisti natalizi della popolazione. Angela Merkel ritiene che avrebbe voluto che le restrizioni non fossero state così severe. Tuttavia, recentemente c'è stato un alto livello di interazione sociale nel paese a causa dello shopping natalizio.

Domenica scorsa, infatti, il Cancelliere tedesco ha tenuto un incontro con i 16 Länder del Paese. L'obiettivo di questo incontro era quello di trovare una soluzione per contenere l'epidemia che sta ricomparendo in Germania. Alla fine dell'incontro, Angela Merkel ha detto che c'è " un'urgente necessità di agire ".

Pertanto, secondo i termini dell'accordo tra i dirigenti regionali e il governo federale, solo le aziende ritenute essenziali potranno aprire a partire dal 16 dicembre. Tra questi ci sono supermercati, banche e farmacie.

 

Un leggero contenimento non è stato sufficiente a contenere l'epidemia

Per sostenere le aziende colpite dalla crisi del coronavirus, il governo tedesco ha deciso di mobilitare circa 11 miliardi di euro al mese. Inoltre, le imprese che sono state costrette a chiudere riceveranno un indennizzo pari al 90% dei loro costi fissi, ovvero 500.000 euro al mese.

Anche le scuole rimarranno chiuse. Quindi, di fronte a questa situazione, i datori di lavoro dovranno passare al telelavoro. Inoltre, la vendita di fuochi d'artificio dovrebbe essere vietata prima del nuovo anno.

Inoltre, nelle ultime sei settimane la Germania è stata sottoposta a un leggero regime di reclusione. Durante questo periodo, ristoranti e bar sono rimasti chiusi mentre scuole e negozi hanno continuato a funzionare. Tuttavia, questa soluzione ha presto mostrato la sua inadeguatezza con l'accelerarsi della pandemia.

 

Una situazione fuori controllo

In alcuni Länder erano già state inasprite le misure restrittive per contenere la crisi. Nel corso del tempo si sono levate diverse voci che chiedevano una grande armonizzazione di queste disposizioni in tutto il Paese.

Il ministro-presidente della Baviera Markus Söder ha detto che il contenimento della luce è servito a uno scopo, ma non è stato sufficiente. Per lui, " la situazione è fuori controllo ".

Da parte sua, Angela Merkel ha detto di non sapere ancora se tutte queste misure restrittive potranno essere revocate a partire dal 10 gennaio. Per lei è ancora troppo presto per saperlo.

Inoltre, la Germania era riuscita a contenere meglio la pandemia in primavera. Questo non è stato il caso degli altri paesi europei. Tuttavia, il paese sta lottando per gestire questa seconda ondata dell'epidemia. Inoltre, il numero di casi di contaminazione e di decessi continua ad aumentare.

Queste cifre sono aumentate notevolmente negli ultimi giorni, suscitando preoccupazione da entrambe le parti. Finora, infatti, la pandemia ha causato almeno 21 787 morti in Germania e in media 1 320 716 persone sono state contagiate.