L'Oréal prevede una ripresa dell'attività grazie al deconfinamento cinese

  •   Le 20/04/2020 à 11h27
  •   DEHOUI Lionel

La crisi sanitaria del coronavirus ha costretto i governi di diversi paesi del mondo ad adottare misure restrittive. Questi includono divieti di viaggio e contenimento. Queste varie misure hanno lo scopo di limitare la diffusione del virus che sta scuotendo l'intero pianeta. Di conseguenza, le attività economiche hanno subito un rallentamento o addirittura un arresto per il rigoroso rispetto delle misure adottate. La Cina, il fulcro della diffusione del coronavirus, è sulla buona strada per una graduale ripresa dell'attività economica. Questo è ciò che ha spinto L'Oréal a rilasciare una dichiarazione. Giovedì, il gigante delle vendite di cosmetici dice che farà un rapido ritorno dopo l'abolizione delle misure restrittive adottate dai governi.

Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Fare trading con i CFD su Plus500
L'Oréal prevede una ripresa dell'attività grazie al deconfinamento cinese

Diminuzione degli affari

Dall'inizio di quest'anno, secondo le proprie analisi, l'azienda ha registrato un calo di quasi il 5% online. Questo calo si spiega certamente con l'impatto della crisi Covid-19, in particolare con il contenimento in Cina e nel mondo. Il contenimento ha portato alla chiusura sistematica dei negozi un po' ovunque.

Queste misure restrittive di contenimento introdotte un mese fa in Occidente avranno senza dubbio un impatto sulle attività di L'Oréal nel secondo trimestre del 2020. A questo proposito, va notato che i centri commerciali, i parrucchieri e i saloni di bellezza sono completamente chiusi. La Cina è il più grande mercato di distribuzione per l'azienda cosmetica leader mondiale.

 

La fine delle misure restrittive è in vista

Secondo la società francese L'Oréal, Cina: "già oggi si registra una ripresa incoraggiante del consumo di prodotti di bellezza". Ciò implica che ci sarà una ripresa delle attività nel prossimo futuro non appena le autorità cinesi revocheranno le misure di contenimento. Inoltre, il comunicato stampa dell'amministratore delegato, Jean Paul Agon, afferma che: "La situazione delette non mette in discussione l'appetito dei consumatori per la bellezza che rimane intatto".

 

Il calo del fatturato

L'azienda cosmetica leader mondiale ha realizzato un fatturato di 7,2 miliardi di euro nel primo trimestre di quest'anno. Si segnala che, secondo i dati pubblicati, le vendite sono diminuite del 4,3%. Al contrario, è del 4,8%, escludendo l'impatto dei tassi di cambio e dell'area di consolidamento. Alcuni consumatori di L'Oréal sono obbligati ad effettuare i loro acquisti su Internet a causa della reclusione.

 

Progressi nel commercio elettronico

L'Oréal ha registrato un aumento del 52,6% nell'e-commerce: ovvero le vendite online, che rappresentano il 20% del suo fatturato. A questo proposito, l'azienda afferma che: "La crisi attuale è un potente acceleratore della trasformazione digitale" e aggiunge che : "Il gruppo è particolarmente ben posizionato grazie alla sua forza nell'e-commerce e alla sua competenza in termini di médias".

 

Alcune informazioni

Lo scorso febbraio, il gruppo è stato incoronato per l'undicesima volta dall'Ethisphere Institute come società etica del mondo. Con la pandemia di coronavirus, l'azienda si sta mobilitando in tutto il mondo producendo circa 2.400 tonnellate di gel idroalcolico per sostenere gli operatori sanitari fino alla fine del prossimo mese.