Kingfisher: risultati annuali migliori del previsto

  •   Le 24/03/2021 à 09h42
  •   DEHOUI Lionel

Il gruppo britannico Kingfisher ha svelato i risultati annuali del suo anno finanziario 2020-2021 (che termina a fine gennaio). Si è comportato molto bene, superando le aspettative del mercato. In particolare, l'azienda ha registrato una forte crescita delle vendite. Allo stesso tempo, ha fatto un buon inizio d'anno per il suo nuovo anno finanziario.

Kingfisher: risultati annuali migliori del previsto

Dettagli dei risultati annuali di Kingfisher

Per il suo esercizio 2020-2021 (terminato alla fine di gennaio di quest'anno), il gruppo britannico Kingfisher ha ottenuto un utile netto stimato di 592 milioni di sterline rispetto agli 8 milioni dell'esercizio precedente (nel 2019). I guadagni prima degli interessi e delle tasse sono cresciuti fortemente del 634%. L'Ebit del gruppo è arrivato a 756 milioni di sterline.

Ciò è dovuto in parte al sano aumento dell'utile operativo a 916 milioni di sterline, in crescita del 223,7%, e in parte al significativo calo delle voci eccezionali. Su base rettificata, l'Ebit del rivenditore di bricolage ammonta a 786 milioni di sterline rispetto ai 544 milioni di sterline dell'anno precedente.

Questo ha superato le aspettative del mercato di 740,1 milioni di sterline. Di questo importo, circa 85 milioni di sterline sono destinati a risparmi netti non ricorrenti. Inoltre, Kingfisher ha registrato un aumento del 7,2% del fatturato. Ammontava a 12,3 miliardi di sterline. Inoltre, è leggermente superiore alle aspettative del mercato di 12,2 miliardi di sterline.

 

Forte crescita nelle vendite

La migliore performance di Kingfisher nell'anno fino alla fine di gennaio è anche illustrata dalla forte crescita delle vendite. Le vendite sono aumentate del 7,2% (+7,1% su base comparabile) a 12,343 miliardi di sterline.

Questo importo supera leggermente le aspettative del mercato di 12,29 miliardi di sterline. In Francia, la casa madre di Castorama e Brico Dépôt ha registrato un aumento del fatturato organico. È del 6,2% e del 3,8% rispettivamente per queste due entità. Inoltre, Kingfisher ha anche fatto un grande salto nelle vendite online.

Sono aumentati del 158% durante tutto l'anno e corrispondono al 18% delle vendite totali dell'azienda. Il Click & collect è cresciuto del 226% e ha generato il 78% del fatturato delle vendite online.

 

Prospettive positive per il 2021

Il gruppo britannico Kingfisher ha registrato un aumento del flusso di cassa di circa cinque volte nell'anno finanziario passato. Di conseguenza, prevede di pagare un dividendo di 8,25 pence per azione per l'anno passato. Inoltre, il rivenditore di bricolage ritiene di aver fatto un buon inizio per il 2021.

Infatti, tra la fine di gennaio e la metà di marzo 2021, l'azienda ha registrato una crescita organica del 24,2% delle vendite. Questo aumento è stato guidato in particolare dalla forte domanda nel Regno Unito e in Francia. Per quanto riguarda le sue prospettive, Kingfisher punta a una crescita organica delle vendite fino al 10%-15%, per la prima metà del 2021-2022.

Al contrario, nella seconda metà dell'anno, il gruppo britannico prevede un calo dal 5% al 10%. Questo sarebbe dovuto a una base di confronto sfavorevole.