Kingfisher: prospettive rialzate dopo un buon Q1

  •   Le 01/06/2021 à 11h56
  •   DEHOUI Lionel

Il gruppo Kingfisher, con sede nel Regno Unito, ha riferito le sue prestazioni aziendali per i primi tre mesi dell'anno finanziario 2021/22. Durante questo periodo, ha visto le sue vendite crescere fortemente. Allo stesso tempo, l'azienda ha alzato il suo outlook. Ha come obiettivo (nella prima metà dell'anno finanziario in corso), un aumento delle vendite.

Kingfisher: prospettive rialzate dopo un buon Q1

Aggiornamento aziendale per il 1° trimestre 2021/22

Nel primo trimestre del suo anno finanziario 2021/22 (che termina a fine aprile), le vendite di Kingfisher hanno registrato un salto notevole. Questo ha permesso al gruppo britannico di vedere aumentare il suo fatturato nei primi tre mesi dell'anno finanziario. Le vendite like-for-like sono aumentate del 64,2% su base annua a 3,45 miliardi di sterline.

L'aumento è stato del 22,5% rispetto al Q1 dell'esercizio 2019/20. Questo è il periodo prima dell'avvento della pandemia di Covid-19. Questo ha successivamente interrotto il commercio globale causando una crisi economica. Tuttavia, il gruppo britannico ha visto il suo tasso di crescita cadere all'inizio del secondo trimestre.

Kingfisher, che possiede i negozi Castorama e Brico Dépôt in Francia, ha detto che le vendite sono attualmente in calo. Sono solo in aumento dell'8,2% (su base simile) rispetto all'inizio del Q2 dello scorso anno.

 

Prospettive del gruppo riviste al rialzo

Kingfisher, che possiede anche i negozi B&Q e Screwfix, ha alzato la sua guida agli utili. La mossa è sostenuta dalla continua mania del fai-da-te innescata durante i confini.

Il gruppo britannico ha aumentato le sue previsioni di vendita per la prima metà del 2021/22. Dovrebbero crescere fortemente in questo periodo. Così, l'azienda ora si aspetta un utile ante imposte rettificato nell'intervallo di 580 milioni a 600 milioni di sterline (670 milioni a 695 milioni di euro).

Inoltre, la società ha confermato le sue prospettive per la seconda metà dell'anno finanziario in corso. Continua quindi a puntare su un calo delle vendite in questo periodo. Il calo dovrebbe essere tra il 5% e il 15%. Kingfisher ha fatto questa previsione sulla base dell'incerta situazione economica globale.

Infine, per l'anno finanziario in corso nel suo insieme, la società britannica ha anche aumentato i suoi obiettivi. Ora si aspetta che il suo utile ante imposte rettificato aumenti. Ci si aspetta che superi le vendite. In precedenza, il gruppo mirava a un aumento dell'utile ante imposte in linea con le vendite.

 

Fornitori che lottano per stare al passo con la domanda

Kingfisher ritiene che i suoi fornitori abbiano difficoltà a mantenere il livello degli ordini. Questo potrebbe influenzare la disponibilità e il costo del prodotto. È diventato più critico a causa dei problemi di approvvigionamento di materie prime come acciaio, legno e rame.

L'azienda si aspetta che la situazione rimanga tale per almeno i prossimi sei mesi. Inoltre, a conferma delle sue previsioni, l'azienda dice che sta osservando un'influenza sui prezzi causata da alcune materie prime e dai costi dei contenitori di spedizione.

Tuttavia, Kingfisher riporta un graduale miglioramento della sua situazione generale delle scorte. Inoltre, il gruppo annuncia la sua capacità di continuare ad essere competitivo in termini di prezzi.