IPO di successo di Airbnb

  •   Le 11/12/2020 à 08h00
  •   HARMANT Adeline

Se la pandemia di covid-19 continua ad affliggere le imprese che si guadagnano da vivere con il turismo, la compagnia Airbnb ha fatto il suo debutto in borsa questo giovedì, maton. Va detto che questa start-up che ha fatto fortuna deviando i clienti dagli hotel ha avuto molto successo negli ultimi anni e dalla sua creazione.

Decine di miliardi nonostante la crisi :

L'Airbnb ha ovviamente rivoluzionato il settore del turismo e quindi è un simbolo che arriva oggi sul mercato azionario: il simbolo dell'ascesa della tecnologia digitale nell'economia globale. L'azienda è stata fondata appena 13 anni fa da alcuni giovani laureati in design a San Francisco, dopo aver trasformato le loro case in bed and breakfast per aiutarli a pagare l'affitto.

Tuttavia, ci sono voluti due anni per raccogliere fondi attraverso un fondo di venture capital che ha accettato di investire 585.000 dollari in cambio del 20% del capitale, un anticipo che in seguito è stato fortemente sfruttato.

Qualche anno dopo, Airbnb è naturalmente diventato un gigante del turismo con una presenza in più di 220 paesi in tutto il mondo. In totale, più di 825 milioni di turisti hanno già usufruito dei suoi servizi.

L'IPO del gruppo nel bel mezzo della crisi del settore dovuta alla pandemia di coronavirus che sta paralizzando il turismo è un ulteriore segno della sua forza e del suo successo.

 

Un successo che non è di gusto di tutti:

Naturalmente, il successo di questa introduzione così come il successo di questa azienda non è di gusto di tutti e gli albergatori e i comuni in Francia vogliono una maggiore supervisione di questi affitti a breve termine.

Queste limitazioni esistono già in alcune grandi città come Parigi, dove gli alloggi non possono essere affittati per più di 120 giorni all'anno da Airbnb. Ma gli hotel vogliono andare oltre per frenare questo outsider che li sta mettendo all'ombra. Va detto che le cifre parlano da sole. Così come i taxi si sentono giustamente minacciati dall'arrivo di Uber, gli hotel perdono ogni anno molti clienti che preferiscono la semplicità e la velocità dei servizi online del gigante del noleggio a breve termine.

Il successo del gruppo dimostra così che è possibile superare i giganti delle grandi industrie che esistono da decenni, in pochi anni e grazie a un'idea geniale.

Ma mentre il successo dell'introduzione dell'azienda sul mercato azionario non è più in discussione, dovremo aspettare e vedere come si comporterà il mercato nelle settimane e nei mesi a venire.