È bene investire in Borsa i propri risparmi?

È più giudizioso conservare i propri risparmi o investirli in Borsa? È una domanda che si pongono moltissimi risparmiatori. In questo articolo spieghiamo quali siano le principali differenze tra il risparmio e l'investimento fornendo alcuni consigli per chi desideri investire una parte dei propri risparmi in Borsa.  

--- Pubblicità ---
Fare trading online!
Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
È bene investire in Borsa i propri risparmi?

Risparmiare o investire in Borsa: qual è la differenza?

Cominciamo col fare un richiamo alle differenze principali tra il risparmio e l'investimento borsistico.

Risparmiare significa mettere il proprio denaro in un prodotto o un contratto di risparmio sicuro con l’obiettivo di recuperarlo successivamente con degli interessi mentre investire corrisponde a mettere il proprio denaro in un prodotto a rischio per generare un maggiore plusvalore in meno tempo.

Per sapere se si ha il profilo del risparmiatore o, piuttosto, dell’investitore, bisogna porsi alcune domande relativamente alle proprie caratteristiche: avversione al rischio, età, situazione familiare, patrimonio, obiettivi, durata dell’investimento, tempo a disposizione, conoscenze e competenze.

In definitiva, se si è in grado di assumersi il rischio rappresentato dall’investimento in Borsa o in altre parole se si ha la possibilità di utilizzare in parte o integralmente il proprio risparmio senza rischiare di trovarsi senza denaro negli anni a venire, questo tipo di investimento permette senza dubbio di ottenere dei guadagni più elevati. Se invece si ha paura di perdere il capitale o qualora se ne ha bisogno per finanziare un progetto futuro, bisogna conservare i propri risparmi.

Un’interessante alternativa a questa scelta difficile consiste nel dividere in due parti il proprio capitale e mantenerne una parte in un prodotto di risparmio securizzato investendo l’altra parte in Borsa. Spieghiamo quindi ora come risparmiare e investire in maniera efficace.

 

Alcuni consigli per realizzare in maniera ottimale dei risparmi precauzionali

Ovviamente, per realizzare una buona forma di risparmio precauzionale bisogna privilegiare i prodotti dal più alto rendimento, cioè quelli con il tasso di interesse più elevato. Spesso i prodotti di risparmio hanno un plafond per il capitale depositato ma, una volta raggiunto, si può comunque sottoscrivere un altro prodotto di risparmio cumulandone i vantaggi.

In linea di principio, il risparmio precauzionale dovrebbe servire a far fronte a delle spese future, previste o impreviste, come, per esempio, l’acquisto di una nuova auto, la realizzazione di lavori, una nascita, un importante evento della vita o per gli studi dei propri figli.

In questo caso, l’ideale è adottare delle buone abitudini e versare ogni mese nel proprio prodotto di risparmio una somma fissa calcolata in base alle proprie possibilità di risparmio e quindi in base ai propri redditi e alle proprie spese correnti.

Sono molti i prodotti di risparmio proposti dai vari istituti finanziari e assicurativi ed è quindi necessario analizzarne diversi prima di scegliere quello più adeguato alle proprie esigenze. Se si opta per le polizze vita, bisogna considerare che, sebbene siano dei prodotti di risparmio interessanti, sono securizzate unicamente sui fondi in euro.

 

Alcuni consigli per investire in Borsa

Se si è scelto di investire in Borsa i propri risparmi precauzionali, bisogna assicurarsi di disporre di tempo e delle conoscenze necessarie. Bisogna infatti mettere in opera una strategia di investimento efficace seguendo alcuni passaggi preventivi:

  • Prima di lanciarsi nel trading borsistico è necessario disporre di una buona formazione. Online si possono trovare facilmente delle formazioni e una quantità innumerevole di informazioni su questo tipo di investimento e sui mercati borsistici.
  • Una strategia borsistica deve essere messa in opera tenendo conto del proprio profilo d’investitore e delle proprie ambizioni. Quando questi parametri sono stati definiti, basta applicare una strategia specifica utilizzando degli strumenti di investimento che permettono di vendere o acquistare azioni od obbligazioni, oppure di fare trading sugli indici borsistici. Bisogna inoltre fare attenzione a seguire la propria strategia alla lettera senza lasciarsi influenzare dalle proprie emozioni e dallo stress generato da questo tipo di investimento. È questa la condizione numero uno per avere successo nei propri investimenti borsistici.
  • Scegliere gli attivi su cui fare trading ed effettuare su di essi un’analisi completa aiuta a costruire la propria strategia. Bisogna pensare a realizzare sia l’analisi tecnica, che si basa essenzialmente sullo studio degli indicatori grafici di tendenza o di volatilità, e l’analisi fondamentale, che prende in considerazione i dati economici e finanziari relativi agli attivi su cui si fa trading.
  • A seguire, è necessario analizzare la pertinenza della propria strategia misurando le proprie performance, vale a dire i guadagni e le perdite, cercando di identificare gli eventuali errori commessi per apportare delle correzioni e migliorare la propria efficacia. Questo controllo deve essere effettuato regolarmente ed è assolutamente sconsigliato lasciar aperte le proprie posizioni senza verificarle frequentemente. Nel tempo, le strategie si perfezionano sempre di più e si diventa degli investitori esperti.
  • La formazione continua è un ulteriore prerequisito necessario perché i mercati borsistici evolvono costantemente e non restano mai uguali a sé stessi. Quindi, quello che era vero ieri non lo sarà necessariamente domani e ogni giorno emergono nuovi concetti in materia di analisi, di investimenti e di approccio a trading. Tenendosi al corrente di tutto ciò che accade intorno al mercato borsistico si può profittare delle nuove opportunità ed ottimizzare la propria strategia di trading.

Il consiglio principale che bisogna far proprio relativamente all’investimento in Borsa è la necessità di mettere in opera un money management efficace e ben ponderato per limitare il più possibile i rischi corsi. Per esempio, non bisogna mai investire tutto il proprio capitale su un’unica azione in Borsa. Bisogna inoltre provvedere ad attivare degli ordini automatici per chiudere le proprie posizioni al momento migliore per ritirare i guadagni o per tagliare le perdite.

Domande frequenti

Come e dove investire in Borsa?

Se si intende investire in Borsa una parte dei propri risparmi precauzionali si possono utilizzare i CFD, contratti per differenza. Sono dei contratti accessibili online, proposti da dei broker specializzati, che permettono di speculare sul rialzo e sul ribasso di numerosi attivi borsistici quali azioni, indici e obbligazioni nonché altri attivi come materie prime e valute.

Che percentuale di risparmi si deve investire in Borsa?

È ovviamente preferibile conservare una parte dei propri risparmi precauzionali in caso di bisogno e non investire quindi in Borsa tutto il denaro messo da parte. La parte di risparmi che si può investire dipende da vari criteri tra cui la situazione personale, le esigenze attuali e future e la possibilità di ricostituire rapidamente i propri risparmi. In ogni caso, bisogna essere pronti a perdere tutto il capitale investito in Borsa.

Come scegliere il miglior investimento borsistico?

La scelta degli attivi borsistici su cui investire dipende dalla propria metodologia di investimento. Se si costituisce un portafoglio borsistico bisogna privilegiare le azioni che offrono un rendimento elevato nel tempo mentre se si fa trading con i CFD è più opportuno orientarsi verso delle azioni volatili scelte fra quelle su cui si trovano più facilmente dei dati.

Cominciare ad investire in Borsa da subito

Iscriviti senza attendere oltre alla piattaforma di trading del buon broker certificato che abbiamo scelto per te, un broker che dà accesso a numerose azioni in Borsa e a degli strumenti di analisi.

--- Pubblicità ---
Fare trading online!
Il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.