Il nuovo record del metallo giallo

Lunedì, l'oro ha raggiunto ancora una volta un nuovo record a causa del deprezzamento del biglietto verde. L'oncia era un massimo assoluto di 1.944,71 dollari appena dopo le 5. L'ultimo record di circa 1.921 dollari è stato stabilito nel settembre 2001. In generale, va notato che il prezzo dell'oro si è apprezzato di oltre il 27% dall'inizio di quest'anno.

Ciò è dovuto alle incertezze che circondano la reale portata della crisi economica globale, che attualmente attanaglia e scuote tutti i paesi. Inoltre, va ricordato che la Federal Reserve (Fed) degli Stati Uniti ha dovuto adottare ampie misure di allentamento monetario. Questi accantonamenti hanno fatto precipitare il dollaro negli ultimi mesi. Va notato di sfuggita che un calo della valuta statunitense lo rende meno costoso per tutti gli acquirenti che utilizzano altre valute oltre al dollaro.

Nota: tenere presente che l'oro è denominato in dollari.

 

Il prezzo dell'oro e del dollaro

Si prevede che l'ambiente attuale continui al ritmo attuale. Secondo alcune analisi, nei prossimi giorni l'oro dovrebbe superare i 2.000 dollari per oncia. Inoltre, gli investitori guardano alla Fed per ulteriori misure straordinarie che emergono dalla sua riunione di politica monetaria. Misure che potrebbero essere consegnate mercoledì. Va anche notato che c'è un altro elemento chiave che al momento sta abbassando il dollaro.

Ciò è dovuto principalmente alle trattative che si stanno svolgendo tra il Congresso e la Casa Bianca per un nuovo piano per aiutare l'economia del Paese. Inoltre, c'è un'epidemia di contaminazione da coronavirus negli Stati Uniti che rende difficile la ripresa dell'attività nello stesso paese. Va notato che il dollaro è stato al suo livello più basso in anticipo rispetto all'euro per circa due anni. Un euro vale 1,17 dollari.

 

L'analisi degli esperti

L'oro è chiaramente il beneficiario della domanda di rifugi sicuri, mentre i rendimenti degli altri investimenti sono in calo. Ciò è in qualche modo simile agli investimenti in titoli di Stato, che sono influenzati da un massiccio intervento della banca centrale. Almeno questa è l'analisi di Stephen Innes alla AxiCorp. Altri esperti prevedono un prezzo di 3.000 dollari all'oncia per il metallo giallo in futuro.

In questo modo, gli investitori hanno qualcosa per prendere il treno. Concludiamo osservando che lunedì le azioni del gruppo minerario cinese Zijin Mining sono salite alle stelle, così come la vicina Shandong Gold Mining.